Tetto

Come realizzare un tetto sul balcone

I proprietari di balconi “singoli” (situati sparsi rispetto al muro) e i residenti dei piani superiori nelle vecchie case devono affrontare la questione della costruzione di un tetto sul balcone. Tali balconi non hanno un tetto sotto forma di una lastra in cima e prima non era previsto il tetto sul balcone dell’ultimo piano. Ma se vuoi sfruttare appieno lo spazio del balcone, non solo quando fa caldo fuori, ma anche in climi freddi e umidi, e ancora di più se si prevede di espanderlo e riscaldarlo, allora avrai sicuramente bisogno di un tetto sul balcone. Informazioni su come costruirlo correttamente e verrà discusso in questo articolo.

Soddisfare

  • Tipi di tetti da balcone
  • Tetti dipendenti
  • Tetti indipendenti
  • Selezione di materiali per tetti di balconi
  • Costruzione del tetto sul balcone
  • Alcuni consigli su come rendere durevole un tetto di un balcone
  • Tipi di tetti da balcone

    Tetto sul balcone

    La questione del dispositivo del tetto sul balcone sorge tra i residenti degli ultimi piani

    Alcuni requisiti di base sono imposti sul tetto di un balcone: il suo design deve essere affidabile e robusto; dovrebbe essere estetico, in modo da non rovinare l’aspetto della facciata della casa.

    Nel suo design, ci sono due tipi di tetti:

    • dipendente (eseguito in collaborazione con le strutture portanti della casa);
    • indipendente (attaccato alle pareti esterne della casa senza rack).

    Consideriamo ciascuna delle opzioni in modo più dettagliato..

    Tetti dipendenti

    Questa opzione di tetto richiede più materiale e tempo. Ma vale la pena scegliere questo metodo, soprattutto se si prevede di smaltare completamente il balcone, quando gli scaffali verticali sono utili per l’installazione di una finestra a doppio vetro.

    Le strutture del tetto dipendenti sono affidabili e possono sopportare carichi pesanti, quindi è possibile scegliere qualsiasi materiale di copertura per loro. Un vantaggio è che la lunghezza e le altre dimensioni del tetto dipendente possono essere qualsiasi. Inoltre, i profili di vetro sono attaccati facilmente e comodamente ad esso, può essere isolato con vari materiali termoisolanti e ciò consente di dotare un balcone caldo.

    Tetti indipendenti

    Questa versione del tetto del balcone è più semplice e richiede meno investimenti finanziari. Ma questo metodo ha anche degli svantaggi:

    • per ampi balconi, si ottengono opzioni di tetto incernierato con una grande estensione e questo rende la struttura più pesante, rendendola inaffidabile;
    • vengono utilizzati solo materiali leggeri per coprire il tetto indipendente, come cartone ondulato o lamiera ondulata;
    • l’incapacità di isolare accuratamente il balcone, perché non è possibile eseguire i suoi vetri di alta qualità.

    Importante! Poiché il tetto sul balcone dell’ultimo piano della casa dovrà resistere a forti carichi di neve, non è consigliabile utilizzare l’opzione tetto incernierato.

    Selezione di materiali per tetti di balconi

    I materiali più comuni per un tetto a balcone includono:

    • vari fogli di acciaio (cartone ondulato, cartone ondulato laminato, lamiera ondulata, zincato, ecc.);
    • materiali per coperture morbide (bitume, coperture in rotoli, piastrelle flessibili, ondulina);
    • lastre di policarbonato cellulare o finestre speciali con doppi vetri per il tetto.

    Il materiale più redditizio in termini di rapporto qualità / prezzo è la pavimentazione profilata. Possono coprire qualsiasi tetto del balcone. È caratterizzato da una buona rigidità strutturale, quindi non si deforma sotto l’influenza della neve e dei carichi del vento, il che significa che in futuro non sarà necessario riparare il tetto. L’unico inconveniente: è necessario condurre l’isolamento acustico di un tale tetto. Ma questo problema in presenza di una vasta gamma di materiali insonorizzanti oggi è facilmente risolvibile..

    Tetto sul balcone

    Lamiere profilate: il materiale più comune per la copertura dei tetti dei balconi

    Quando si utilizzano materiali morbidi per il tetto, non è necessario un ulteriore isolamento acustico del tetto, ma sarà necessario creare un telaio più rigido per esso.

    Le lastre di policarbonato vengono utilizzate per il tetto del balcone quando si ipotizza un’opzione di vetri caldi. Questo materiale è 15 volte più leggero del vetro, ma con apparente fragilità ha un’elevata resistenza agli urti e resistenza alle radiazioni UV, quindi non si deteriora durante il funzionamento e non perde la sua trasparenza. La sua gamma di temperature è di 45 +80 gradi Celsius.

    Tetto sul balcone

    Il tetto in policarbonato è durevole, resistente alle radiazioni ultraviolette e non perde la sua trasparenza nel corso degli anni

    Il materiale più costoso per le coperture sono le finestre con doppi vetri per il tetto, che sono realizzate in vetro temperato. Sono affidabili, trattengono perfettamente il calore, non lasciano entrare l’umidità, servono a lungo. Le finestre con doppi vetri non hanno paura di influenze meccaniche, poiché i materiali utilizzati per la loro fabbricazione sono robusti e affidabili. La vetratura di balconi con tetto con finestre a doppi vetri è l’opzione più semplice, che non richiede grandi costi energetici, poiché il produttore realizza e installa le finestre a doppi vetri. Infine, il tetto trasparente sul balcone sembra molto impressionante.

    Tetto sul balcone

    Un tetto a doppi vetri è il materiale di copertura più costoso, ma anche più originale e attraente.

    Costruzione del tetto sul balcone

    Per capire come realizzare un tetto sul balcone, considera l’opzione di un dispositivo per tetto indipendente utilizzando un foglio profilato. Per fare ciò, preparare i seguenti materiali e strumenti:

    • capriate di supporto pre-saldate dagli angoli 60. Il loro numero viene calcolato lungo la lunghezza del balcone, tenendo conto del passo tra loro di un metro;
    • fogli profilati;
    • bulloni o ancore lunghi 10 centimetri;
    • barre (40×40 cm) per il tornio;
    • viti con guarnizioni;
    • sigillante;
    • conservante del legno;
    • forbici o un seghetto per tagliare il metallo;
    • schiuma poliuretanica;
    • cemento.
    Tetto sul balcone

    Installazione di un tetto indipendente: una cornice di capriate metalliche è fissata al muro

    L’installazione del tetto viene eseguita nella seguente sequenza:

    1. Le capriate metalliche pre-preparate sono fissate con bulloni di ancoraggio, approfondendole nel muro di 8 cm.
    2. Su capriate metalliche, viene eseguita l’installazione di una cassa di legno da travi.
    3. La struttura in legno è trattata con un antisettico per proteggere dal marciume..
    4. I fogli profilati vengono tagliati nella dimensione desiderata utilizzando forbici speciali o un seghetto per metallo. Non è consigliabile utilizzare una smerigliatrice per tagliare fogli, poiché i loro bordi in questo caso diventeranno rapidamente inutili.
    5. Gli elementi in lamiera profilati risultanti sono fissati a una cassa di legno mediante viti con guarnizioni.
    6. Gli spazi vuoti formati tra i fogli e il muro sono riempiti all’interno con schiuma di montaggio e le parti esterne dei giunti sono sigillate con malta cementizia (cemento con sabbia 1: 3) e trattate con sigillante colla.
    7. Se hai intenzione di riparare i vetri, quindi ai bordi del tetto dovresti montare le barre, a cui verranno quindi fissati i telai.
    8. Il balcone è vetrato. La schiuma viene iniettata nello spazio tra il tetto e i telai e l’impermeabilizzazione viene eseguita all’esterno con sigillante. È anche possibile montare finestre con doppi vetri già pronte.
    9. Se il balcone è destinato a essere utilizzato come spazio abitativo aggiuntivo e deve essere completamente isolato, si consiglia di utilizzare l’impermeabilizzazione a membrana sotto i fogli profilati.

    Sul lato inferiore, la struttura del tetto è isolata con qualsiasi materiale termoisolante (solitamente lana minerale), quindi un film di barriera al vapore è orlato sull’isolante. È meglio usare lana minerale con un foglio per evitare che fuoriesca all’interno del balcone.

    Tetto sul balcone

    Isolamento del tetto – una procedura necessaria per l’installazione di un balcone isolato vetrato

    Mancia. Non dobbiamo dimenticare di unire strettamente i materiali isolanti: solido – con schiuma di montaggio, rotolo – con nastro adesivo.

    E inoltre. Se il balcone è ermetico, si consiglia di dotare il tetto del balcone di un foro di ventilazione in modo che l’ossigeno penetri nell’appartamento. Per qualche motivo, questa raccomandazione viene spesso trascurata..

    Alcuni consigli su come rendere durevole un tetto di un balcone

    Ci sono alcune sfumature che devono essere considerate al fine di realizzare un design affidabile del tetto del balcone:

    • le travi di legno selezionate per la cassa non devono avere nodi, scanalature o crepe, i prodotti devono essere assolutamente uniformi;
    • è necessario studiare le istruzioni per il materiale di copertura selezionato al fine di comprendere quale sia il carico che sopporta e se è adatto alle condizioni meteorologiche di una determinata regione;
    • le superfici in legno devono essere trattate con sostanze anticorrosive e resistenti al fuoco;
    • è necessario verificare se i telai angolari sono saldamente fissati al muro e il tetto alla cassa;
    • nel processo di posa dell’isolante, non deve essere consentito bagnarsi;
    • non puoi risparmiare sulla qualità dei materiali utilizzati.

    Va ricordato! Realizzare il tetto del balcone con le tue mani è una cosa abbastanza pericolosa, poiché il lavoro viene eseguito in quota. In questo caso, è meglio prima saldare la struttura di supporto sul terreno, cucire una cassa e un cartone ondulato su di essa e solo successivamente fissarla sollevandola all’altezza desiderata.

    In questa fase, possiamo supporre che l’installazione del tetto sul balcone sia completata. Resta solo da completare la decorazione interna con materiale adatto per questo – rivestimento, muro a secco o rivestimenti. All’esterno, finiscono anche con vari materiali di finitura. È necessario solo prestare attenzione a caratteristiche quali resistenza agli urti, durata e impermeabilità della superficie.

    logo

    Leave a Comment