Loggia, balcone

Come isolare un balcone con le tue mani: la tecnologia

Come isolare un balcone con le tue mani

Le persone che vivono negli appartamenti cercano in ogni modo di espandere lo spazio. Il raggiungimento di questo obiettivo è possibile riscaldando il balcone e collegandolo ai salotti. Inoltre, l’implementazione di tali lavori può ridurre significativamente la perdita di calore. Il compito degli eventi è come isolare il balcone con la massima efficienza e fornire un isolamento termico di alta qualità della stanza.

Soddisfare

  • Materiali per l’isolamento termico del balcone
  • Come isolare un balcone con le tue mani: palchi

C’è una vasta selezione di idee disponibili per l’implementazione sul balcone (studio, giardino d’inverno, sala relax), ma il riscaldamento è un must per ogni idea. Un semplice dispositivo per vetri fornisce una protezione parziale dal freddo, incapace di dare comfort quando si è sul balcone. Il riscaldamento deve essere effettuato dall’esterno, contenente la struttura di chiusura. Nel processo di esecuzione del lavoro, la recinzione del balcone si sposta nella zona di temperature positive, l’umidità in eccesso penetra liberamente attraverso lo strato isolante e viene scaricata all’esterno. Una costruzione prefabbricata multistrato garantisce prestazioni di isolamento termico ottimali..

Come dimostra la pratica, negli edifici a più piani non esiste alcuna possibilità di isolamento esterno, quindi l’unica via di uscita possibile in questa situazione è eseguire lavori dall’interno. Con questo metodo, nella pozza fredda possono comparire piccole pozze d’acqua. È possibile evitare problemi con l’installazione di un ulteriore strato di barriera al vapore. Il “punto di rugiada” si trova all’interno della stanza, perché attraverso uno strato di isolamento termico l’aria fluisce dalla stanza alle strutture fredde del balcone, trasformandosi in gocce d’acqua. Con l’isolamento esterno, il “punto di rugiada” si trova all’esterno, il che impedisce la formazione di condensa. Si consiglia l’uso di quest’ultimo metodo..

Materiali per l’isolamento termico del balcone

Per determinare come isolare correttamente il balcone, è necessario innanzitutto selezionare i materiali utilizzati. Il mercato moderno offre una vasta gamma di materiali da costruzione necessari per l’isolamento dei locali. I più comuni sono: polietilene espanso, schiuma di polistirene estruso, lana minerale.

Il polietilene espanso è uno dei moderni tipi di isolamento, caratterizzato da caratteristiche uniche. La struttura di questo materiale contiene un foglio. L’uso del polietilene espanso garantisce una protezione affidabile contro il freddo e la prevenzione della condensa dell’aria.

Il polistirene espanso trattiene perfettamente il calore, con migliori proprietà di isolamento termico rispetto ad altri materiali. È conveniente nel trasporto e nell’uso, non si rompe, si taglia facilmente con un coltello. La rigidità della schiuma di polistirolo consente di utilizzarla come base per il massetto. Lo spessore del foglio è di 5 centimetri, consentendo di salvare l’area utilizzabile.

La lana minerale ha un costo più elevato, ma è in grado di durare a lungo. Molto spesso l’uso di tale materiale è ritenuto inappropriato.

Come isolare un balcone con le tue mani: palchi

Dovresti prendere in considerazione uno schema graduale di azioni che ti consenta di capire come riscaldare il balcone da solo:

  • Il primo passo è preparare il balcone per i vetri;
  • Il secondo stadio è la vetratura diretta;
  • Il terzo stadio è il riscaldamento;
  • Il quarto stadio – la decorazione finale del balcone.

Molto spesso le pareti del balcone sono lastre di cemento che non differiscono nello spessore speciale e una griglia di ferro funge da parapetto. Naturalmente, in tali condizioni è impossibile ottenere un microclima interno confortevole. È impossibile fare a meno di ulteriori lavori volti a creare un isolamento termico di alta qualità, poiché è necessario isolare il balcone dall’interno. Innanzitutto, appoggia le pareti del balcone con mattoni in ceramica leggera o lastre di blocchi di schiuma. Una tale muratura sarà redatta, quindi anche una persona senza esperienza affronterà il lavoro in questa fase.

Preparare un balcone per i vetri

I vetri trasformano un balcone in una loggia protetta dalla negatività atmosferica

Dopo aver preparato le pareti del balcone, puoi iniziare a vetrarlo. Le finestre in PVC sono diventate diffuse, ma recentemente le strutture in legno sono diventate sempre più popolari. Non sono di qualità inferiore agli analoghi metallo-plastica, a condizione che si osservi la corretta elaborazione, che consiste nell’applicare un antisettico, rivestendo la superficie con vernice in diversi strati e una serie di altre misure.

La durata delle strutture di alta qualità realizzate con materiali naturali è paragonabile al periodo delle finestre in PVC. Dopo aver installato le finestre con doppi vetri, ci sono quasi sempre degli spazi che devono essere eliminati. Per fare ciò, utilizzare la schiuma di montaggio, che è abbastanza conveniente, facile da usare e ha le caratteristiche necessarie. La sigillatura consente in parte di ridurre la perdita di calore. Possiamo dire che nella prima fase del riscaldamento, il balcone si trasforma in una loggia vetrata.

Vetrate per balcone

La vetratura del balcone risolve solo parzialmente il problema dell’isolamento termico

È importante non commettere un errore comune, che è il risultato di un lavoro affrettato. Molto spesso vengono installate finestre con doppi vetri, chiuse in fretta e un radiatore di riscaldamento viene installato nella stanza o viene predisposto un “pavimento caldo”, ma queste misure non sono sufficienti per un buon isolamento. Con questo approccio all’esecuzione del lavoro, il calore praticamente uscirà senza ostacoli e assicurerà che la temperatura ottimale sia irta di notevoli difficoltà. L’uso di un approccio professionale per riscaldare il balcone ti permetterà di eseguire lavori di qualità, ridurre significativamente il livello di perdita di calore dall’appartamento.

Importante! I regolamenti edilizi vietano l’uso del riscaldamento centralizzato per riscaldare un balcone.

Nella fase successiva, tutti i componenti strutturali del balcone sono isolati: pareti, pavimento, soffitto e parapetto. Quando si sceglie un materiale termoisolante, è necessario tenere conto delle seguenti proprietà: conducibilità termica, spessore del materiale. L’uso di materiale più sottile con conduttività termica inferiore evita una significativa riduzione dello spazio utilizzabile. Esistono vari metodi di isolamento termico.

Il balcone standard ha una leggera pendenza del pavimento verso la strada. Pertanto, prima di posare l’isolamento, è necessario livellare la superficie utilizzando miscele autolivellanti cemento-sabbia. Se necessario, sollevare il pavimento, utilizzare un riempimento di argilla espansa di due frazioni per riempire attentamente i vuoti. L’uso di frazioni fini e grossolane evita la subsidenza del rivestimento. Uno strato di impermeabilizzazione viene posato su uno strato di argilla espansa.

Consideriamo più in dettaglio l’isolamento del pavimento del balcone con schiuma di polistirene estruso. Nella fase iniziale, il foglio di penofol viene posato con la pellicola rivolta verso l’alto per riflettere il calore e fornire barriera al vapore. Quindi le barre di legno 40x40mm vengono fissate in piano ogni 50 cm. Nelle celle ricavate tra le barre, è necessario posizionare fogli di schiuma di polistirene e riempire le fessure rimanenti dopo l’installazione con schiuma.

Isolamento del pavimento sul balcone

Isolamento del pavimento sul balcone: i tronchi di legno sono posti sulla parte superiore del penofol

Perpendicolare al primo strato, il secondo strato di blocchi di legno è fisso. L’utilizzo di questa tecnologia consente di creare un cuscino d’aria, che migliorerà ulteriormente l’isolamento termico e garantirà la resistenza della base. Il compensato resistente all’umidità è posato sullo strato superiore, sul quale è possibile coprire il pavimento con linoleum, piastrelle o laminato.

Il dispositivo del pavimento durante il riscaldamento del balcone

Il design lag ti consente di creare un cuscino d’aria termoisolante

La descrizione delle fasi principali dei lavori di riparazione consente di capire come isolare il pavimento sul balcone, tenendo conto delle raccomandazioni dei professionisti.

Esistono due modi per fissare le piastre di polistirolo: con colla o tasselli.

  • Quando si utilizza la colla, è importante garantire la sua compatibilità con il materiale. La colla viene applicata sulla piastra con una spatola, facendo un passo indietro dal bordo di alcuni centimetri in modo che l’eccesso non cada sui giunti delle piastre. Le strisce con una larghezza di circa 5 cm sono sufficienti per una buona aderenza alla superficie, altri 5-10 punti di colla vengono fatti sull’area rimanente.
  • Quando si utilizza la seconda opzione di montaggio, è necessario acquistare tasselli speciali, che hanno un cappello grande. In generale, per allegare 1 mq l’isolamento deve utilizzare 5-7 punti di fissaggio.

Va notato che in pratica viene utilizzata una combinazione di due metodi di fissaggio. Innanzitutto, con l’aiuto di una composizione adesiva, i fogli di polistirene espanso vengono incollati sulla superficie e quindi fissati con tasselli usando viti, chiodi di plastica.

Importante! I giunti dell’isolante con il muro devono essere incollati con nastro barriera al vapore in modo che funghi e muffe non si sviluppino.

È importante considerare che non è consigliabile utilizzare lana minerale come riscaldatore. Quando si applica questo materiale di isolamento termico, è necessario disporre con cura lo strato di barriera al vapore. Inoltre, la lana minerale è sensibile all’umidità e si restringe nel tempo..

Per analogia con il pavimento, le pareti laterali e il soffitto del balcone sono isolati. Eseguire i lavori in questa fase è meno difficile. Le lastre di polistirolo sono incollate alle pareti e al soffitto utilizzando mastice bituminoso freddo, distribuito uniformemente su oltre il 25% dell’area della scheda. Questo metodo consente di salvare l’area utile del balcone.

La fase finale dell’isolamento del balcone è l’implementazione della decorazione interna. Come materiale di rivestimento murale, vengono spesso utilizzati un rivestimento, muro a secco resistente all’umidità o pannelli di legno. Prima di iniziare l’installazione, è necessario creare una cassa su cui verrà fissato il materiale di finitura, nonché posare il cablaggio. Quando si installa la cassa da moduli metallici, è necessario installare le sospensioni per loro prima dell’inizio della posa del materiale termoisolante.

Isolamento delle pareti del balcone

Isolamento delle pareti del balcone dall’interno: design per il fissaggio di materiale termoisolante e decorazione

Quando si isola il soffitto, è possibile utilizzare un controsoffitto anziché un muro a secco, che consentirà di nascondere tutti i cavi.

Va tenuto presente che lo strato isolante svolge la funzione di mantenere il calore, ma non la sua produzione. È importante assicurarsi che sia disponibile una fonte di calore per mantenere una temperatura confortevole sul balcone. Tale dispositivo può essere un riscaldatore, riscaldamento a pavimento, aria condizionata e altre apparecchiature simili.

Soluzione funzionale pronta per il balcone

Soluzione funzionale pronta per il balcone

In conclusione, va notato che l’isolamento di alta qualità del balcone, ovviamente, richiede costi finanziari e di lavoro significativi. Ma il risultato piacerà più di un anno. L’implementazione graduale del lavoro garantirà una riduzione della dispersione di calore nell’appartamento, nonché una vita confortevole durante tutto l’anno. Utilizzando una serie di misure di riscaldamento, puoi trasformare un balcone freddo in una stanza calda e sana.

logo

Leave a Comment