Bagno

Il dispositivo di illuminazione corretto in bagno: opzioni e metodi, tecniche di progettazione

Corretta illuminazione in bagno

La capacità di creare conforto per te e la tua famiglia in qualsiasi stanza della tua casa non viene immediatamente. E come potrebbe essere altrimenti, dopo tutto, letteralmente solo venti anni fa, vari dispositivi e dispositivi hanno iniziato a diventare più o meno accessibili che ci hanno semplificato la vita. Ma ora al nostro servizio ci sono molti nuovi prodotti che ti permettono di rendere lussuoso e confortevole un appartamento o una casa. E riparare per noi diventa non solo dare freschezza all’alloggiamento, no, molto spesso proviamo ad aggiornarlo completamente usando varie tecniche di progettazione. Ad esempio, l’illuminazione in bagno: sai che una vasca può essere resa semplicemente favolosa utilizzando vari apparecchi e lampade?

Soddisfare

  • Essere o non essere una nuova illuminazione?
  • L’incarnazione di idee di design
  • Come realizzare l’illuminazione in bagno
Opzioni di illuminazione di zona

Ecco come puoi alleggerire un bagno

Essere o non essere una nuova illuminazione?

Qui devi decidere tu stesso. Dato che la maggior parte dei bagni sono progettati senza luce naturale, puoi crearne almeno uno artificiale. Ma se sei soddisfatto di una lampadina sopra la porta, in cui devi lavarti, raderti ed eseguire altre procedure, non devi cambiare nulla. Tuttavia, molti sono già ben consapevoli del fatto che è molto più piacevole svolgere qualsiasi attività (inclusa l’igiene, incluso) in un ambiente più confortevole..

Ricorda cosa fai esattamente in bagno:

  • lavaggio
  • fare una doccia (non importa al mattino o alla sera)
  • fare il bagno a un bambino – con una montagna di schiuma e una flottiglia di giocattoli
  • rasatura (inoltre, uomini e donne sono solo aree diverse)
  • fare un bagno rilassante con schiuma, sale, petali di fiori e altre piacevoli aggiunte
  • lavare (o in lavatrice, oppure è necessario allungare o lavare quel piccolo o urgente)
  • ungersi con varie creme
  • lavati solo le mani
  • forse anche applicare il trucco o prendersi cura delle unghie (esclusivamente per le donne)
  • ma non sai mai cos’altro, se il bagno è comodo, allora puoi trovare molte cose che sono più convenienti da fare in questa stanza
Bagno retroilluminato

Vasca da bagno romantica entourage – candele, petali e champagne

E ora sorge la domanda: l’illuminazione del bagno è adatta a tutte queste cose importanti e necessarie? In effetti, per ognuno di essi, la luce dovrebbe essere adatta: luminosa o ovattata, diretta o diffusa e persino illuminare esattamente l’area della stanza in cui ci si trova attualmente.

L’incarnazione di idee di design

La decisione è stata presa: cambieremo l’illuminazione, soprattutto perché stiamo facendo delle riparazioni. Ma prima di iniziare a lavorare, dovresti considerare attentamente quali apparecchi e dove vogliamo collocare nel bagno aggiornato. I designer di interni offrono molte opzioni, devi solo capire quali opzioni saranno di tuo gradimento e si adatteranno al tuo bagno. È chiaro che l’illuminazione in un piccolo bagno differirà significativamente dall’illuminazione spaziosa. Tuttavia, qualsiasi bagno può essere reso bello e confortevole. E se pensi da solo all’interno di questo angolo intimo, assicurati che i singoli elementi, comprese le lampade, si inseriscano armoniosamente nel quadro generale.

Poiché l’illuminazione dovrebbe essere non solo decorativa, ma anche funzionale, vale la pena dividere il bagno in diverse zone per le quali è necessaria un’illuminazione diversa. Esistono quattro zone principali, tra cui:

  • il bagno stesso (doccia, vasca idromassaggio o piatto doccia semplice), dove si svolgono le procedure dell’acqua
  • lavabo con specchio
  • mobili (armadi, comodini, mensole e altro)
  • elettrodomestici, ad esempio una lavatrice e asciugatrice

Naturalmente, la divisione in tutte le zone sopra indicate non è adatta a tutti i bagni. È improbabile che in una piccola versione di Krusciov sia possibile stipare una lavatrice con asciugatrice e persino armadietti con comodini. Tuttavia, se il posto lo consente, allora tutto ciò è davvero più conveniente posizionarlo qui..

Iniziamo a dipingere ogni zona in modo più dettagliato. Quindi bagno, lei è un carattere. Guarda l’illuminazione del bagno: foto delle opzioni di illuminazione del bagno.

Bagno retroilluminato

Illuminazione attorno al perimetro del bagno

Bagno retroilluminato

Lampada da bagno a LED

Lampada da bagno indipendente

Vasca autonoma

Bagno retroilluminato

Illuminazione integrata attorno al perimetro della vasca

Bagno retroilluminato

Design originale della vasca con illuminazione autonoma

Bagno retroilluminato

Vasca in stile giapponese

Bagno retroilluminato

Illuminazione da bagno decorativa

Come puoi vedere dalla foto, ci sono un paio di possibilità per creare un leggero accento sul bagno stesso. Questa è spesso una luce fioca attorno al perimetro della vasca da bagno e una lampada a soffitto (o parete) luminosa sopra di essa. Per una rilassante sessione di riscaldamento in acqua aromatica, è meglio avere la prima opzione: una luce fioca che ti permetta di immergerti fino alla profondità delle tue piacevoli sensazioni.

Come retroilluminazione, puoi utilizzare lampade alogene, piantate a breve distanza l’una dall’altra, e LED (striscia LED). Per un design più lussuoso e originale, gioca con la combinazione di colori della retroilluminazione, ad esempio, crea lenti multicolori (paralumi). Coloro che sono autorizzati a beneficiare delle finanze e che sono troppo pigri per preoccuparsi di un’installazione di retroilluminazione separata sono invitati ad acquistare un bagno con fonti di luce già integrate. Un po ‘caro, ovviamente, ma cosa non puoi fare per mantenere lo status di una persona benestante con buon gusto?.

Con azioni più pragmatiche (fare il bagno ai bambini, lavare, trattare le unghie, lavare e simili), un’illuminazione più luminosa è più adatta, permettendoti di vedere chiaramente l’oggetto. E puoi scegliere tu stesso queste lampade secondo i tuoi gusti – dai lampadari ai candelabri. Prova a farli cambiare direzione, quindi una lampada affronterà l’illuminazione di diverse zone.

Un’altra area presente in ogni bagno, nonostante le sue dimensioni, è lo specchio sopra il lavandino. A proposito, questa zona è considerata la principale funzionante. E ancora, introduciamo l’illuminazione in bagno – foto di vari design e illuminazione a specchio.

Specchio illuminato

Illuminazione intorno allo specchio – lampade a luce diurna

Illuminazione dell'area di lavoro

Luci per specchio e lavabo

Specchio illuminato

Specchio con retroilluminazione integrata

Qual è la cosa principale quando si illumina una zona a specchio? Ci sono solo tre punti: le lampade accanto allo specchio sono selezionate in modo tale

  • il viso era illuminato in modo uniforme, senza transizioni d’ombra
  • la luce non accecava gli occhi e non si rifletteva nello specchio, creando bagliore
  • la luce nella combinazione di colori era più vicina al naturale

Secondo designer riconosciuti, uno specchio con illuminazione integrata si adatta meglio a queste condizioni (beh, ai maestri piacciono le cose costose e lussuose). Ma in ogni caso, la retroilluminazione dovrebbe corrispondere al suo scopo, che si tratti di lampade fluorescenti, una cornice con lampadine alogene o un applique con un paralume opaco.

Illuminazione dell'armadietto a specchio

Illuminazione degli scaffali in un armadio a specchio

Appendini illuminati

Porta asciugamani con illuminazione decorativa

Passiamo ai mobili. Non importa quanto piccolo sia il bagno, diversi ripiani, appendiabiti sotto gli asciugamani o persino un comodino sotto il lavandino, sono ancora presenti. Ma vale la pena fare un’illuminazione separata per i mobili, decidi tu. Sebbene i piccoli LED non solo illuminino mensole, porte, cassetti o ganci, aiuteranno anche a creare una retroilluminazione originale che crea un’atmosfera favolosa, romantica o fantastica. Le foto mostrano un paio di idee interessanti a riguardo..

La situazione è quasi la stessa con gli elettrodomestici: una piccola lampada sopra la lavatrice ti permetterà di seguire le fasi di lavaggio senza usare l’illuminazione principale.

Come realizzare l’illuminazione in bagno

Il prossimo passo dopo aver determinato ciò che vogliamo sarà l’implementazione dei piani nella realtà. E come farlo nel modo giusto, con tutti gli standard di sicurezza, tutti devono saperlo. Dopotutto, senza questa conoscenza, è abbastanza difficile persino acquistare semplicemente i materiali necessari.

Poiché il bagno è una stanza con elevata umidità, l’illuminazione deve essere montata in modo tale da impedire l’ingresso di vapore, spruzzi o flusso d’acqua nei contatti elettrici o nel vetro riscaldato. Non vogliamo organizzare un corto circuito o un’esplosione di una lampadina? Inoltre, in alcune situazioni, non possiamo liberarci dei tagli dal vetro della lampada, ma anche ottenere una tale scossa elettrica.

Per le regole più specifiche per la posizione delle apparecchiature elettriche nel bagno, ci rivolgiamo ai nostri colleghi elettricisti stranieri. Quindi, l’intero bagno può essere diviso in 4 zone in base al grado di sicurezza:

  • zero – la zona in cui si verifica la collisione con la maggiore quantità di acqua – nel bagno o nel piatto doccia stesso
  • il primo – potrebbe avere corsi d’acqua – sopra la vasca all’altezza dell’attacco della doccia, di norma ha un’altezza di 2 metri e 25 centimetri
  • la seconda – una zona in cui sono possibili schizzi d’acqua – circonda la prima zona, sui lati di 60 centimetri e fino al soffitto (di serie – fino a 3 metri)
  • la terza – la zona più sicura senza ingresso diretto di acqua – circonda la seconda per quanto consentito dalle pareti e dal soffitto (secondo gli standard questa zona copre uno spazio con un raggio di 2 metri e 40 centimetri), a quanto pare, nei bagni di Krusciov la terza zona è semplicemente assente.

Bene, la separazione è semplice e diretta: più vicini al bagno, più impermeabili dovrebbero essere i nostri apparecchi elettrici. Ma sull’etichettatura dei cosiddetti prodotti di cablaggio vale la pena dirlo in modo più dettagliato. La protezione della custodia dello strumento è contrassegnata dalle lettere IP, il grado di protezione è indicato dai numeri da 00 (nessuna protezione) a 68 (massima protezione). Inoltre, la prima cifra (da 0 a 6) indica la protezione da particelle solide e polvere, mentre la seconda (sempre da 0 a 8) fornisce il concetto di protezione dall’umidità.

E ora possiamo indicare con precisione quali segni dovrebbero essere presenti sugli apparecchi (o altri apparecchi elettrici) in ciascuna delle zone di sicurezza del bagno.

  • Zona zero – grado di protezione non inferiore a IPx7, tensione non superiore a 12 V (installiamo il trasformatore al di fuori di questa zona)
  • La prima zona – grado di protezione non inferiore a IPx5
  • La seconda zona: il grado di protezione non è inferiore a IPx4 (qui è già possibile installare socket)
  • La terza zona – il grado di protezione di almeno IPx1, ovvero quasi ogni apparecchio elettrico

Bene, illuminando i bagni in buone mani armati della conoscenza necessaria del proprietario. Rimanevano piccole cose – per fare tutto in pratica. E qui, non sono necessari consigli, puoi portare il cablaggio nei punti giusti, collegare le lampade, avvitare (o installare) le lampade da solo. In casi estremi, puoi sempre consultare un elettricista familiare di cui ti fidi. Buona riparazione!

logo

Leave a Comment