comunicazioni

Una panoramica di strumenti e metodi popolari per la pulizia delle piscine

Finalmente diventare il proprietario di una meravigliosa piscina? Rombando in acqua calda e crogiolandosi sotto i delicati raggi del sole, ti sei rilassato e sospirato felicemente che il tuo caro sogno si è avverato? Prima gioisci. Dopotutto, avere il proprio laghetto non è solo un piacere, ma anche un lavoro colossale nel prendersene cura. Tuttavia, un sistema ben organizzato, portato alla pulizia automatica delle piscine è solo una questione di tempo e desiderio, dal momento che ora ci sono molte informazioni e strumenti per il funzionamento dei serbatoi personali.

Soddisfare

  • La necessità di una procedura
  • Cause di inquinamento
  • Pulizia meccanica di un serbatoio
  • Metodo di pulizia chimica

La necessità di una procedura

Devi ammettere che è naturale per il proprietario della piscina assicurarsi che l’acqua nel serbatoio sia pulita e trasparente, oltre che sicura per la salute ?! Qual è il primo modo per girare la testa? Certo, cambia l’acqua. A prima vista, questa è una buona opzione, nel frattempo, se analizzi la situazione in dettaglio, questo modo di prendersi cura della piscina sarà inefficace. Naturalmente, in questo caso non stiamo parlando di “briciole” gonfiabili con un volume di 1 metro cubo, quando, tuttavia, sostituire l’acqua è il modo migliore. Perché cambiare il contenuto del serbatoio non è il modo migliore per pulire?

pulizia della piscina

Per rendere la piscina pulita e bella, dovrai lavorare sodo e stabilire un sistema di assistenza competente per la tua “economia” dell’acqua

  1. L’acqua dolce si riscalda a lungo, perché non ti piace nuotare nell’acqua ghiacciata, vero ?! Certo, puoi installare uno speciale sistema di riscaldamento, ma devi anche aspettare un po ‘e persino spendere molti soldi su questo meraviglioso dispositivo.
  2. L’acqua raccolta potrebbe non essere conforme. Se la piscina non è adeguatamente disinfettata, il suo contenuto può essere “arricchito” con impurità dannose che non solo rovinano l’aspetto della tua “bambina” d’acqua, ma influiscono anche negativamente sul benessere di tutti coloro che apprezzeranno le procedure.
  3. La pulizia della piscina cambiando l’acqua non garantisce che il serbatoio sia completamente privo di batteri, funghi e vegetazione indesiderata. Pur avendo accuratamente lavato ogni angolo della struttura, non ti proteggerai dall’apparizione di problemi nel prossimo futuro, poiché le dannose “creature viventi” si moltiplicano e “occupano” l’intero territorio.
  4. I frequenti cambi d’acqua possono costare molto. I mezzi moderni per la pulizia delle piscine possono essere molte volte più economici dell’acqua stessa.
come pulire la piscina

La pulizia manuale è senza dubbio il prezzo più redditizio, ma al posto del denaro investi il ​​tuo tempo. Tuttavia, perché no, dal momento che ti piace il processo?!

Cause di inquinamento

Il contenuto del pool, in un modo o nell’altro, viene inquinato e non solo per colpa degli utenti. A volte anche l’ambiente contribuisce a questo..

Se la disinfezione dell’acqua nella piscina non è stata eseguita, il serbatoio diventa automaticamente un “focolaio” di batteri, funghi e alghe. Noterai tu stesso che l’acqua non trattata diventerà rapidamente torbida e le pareti della struttura saranno ricoperte da un rivestimento mucoso spiacevole al tatto. Quindi apparirà un cattivo odore, la superficie diventerà spumosa, la linea di galleggiamento sarà “decorata” con lo sporco e in alcuni punti apparirà un rivestimento arrugginito. Come nuotare in un tale ambiente? Naturalmente, qualsiasi persona rifiuterà di provare un tale “piacere”.

inquinamento dell'acqua della piscina

Anche con una manipolazione delicata della piscina, l’inquinamento dell’acqua è solo una questione di tempo.

Vale la pena notare che la pulizia impropria dell’acqua nella piscina a volte non è meno distruttiva della sua assenza. Se il padrone di casa si avvicina al processo in modo irresponsabile, non utilizza il metodo integrato, distribuisce i disinfettanti per piscina “ad occhio”, utilizza miscele detergenti reciprocamente esclusive, quindi tale “autoattività” può portare a conseguenze molto più amare della semplice acqua sporca. Ci sono momenti in cui il colore dei capelli tinti cambia in quelli che nuotano in tali bacini. Immagina quanto siano disastrose per il corpo tali procedure idriche?!

Contribuisce all ‘”inquinamento” dell’inquinamento del serbatoio e della madre natura. Foglie cadute, sole attivo, polvere, vento, pioggia – tutto questo, ovviamente, viola l’armonia e la purezza del tuo serbatoio.

Per goderti la piscina, dovrai lavorare sodo e creare un sistema di pulizia completo che includa un’unità di lavoro fisica e una chimica.

pulizia della piscina

Aspirapolvere robot – il tuo fedele “assistente” per mantenere la pulizia in piscina

Pulizia meccanica di un serbatoio

La pulizia meccanica aiuta a rimuovere tutto il superfluo dalla piscina, dalle foglie cadute e dallo sporco ai piccoli insetti e capelli annegati.

Per il tipo di lavoro meccanico avrai bisogno di un filtro e una pompa per pulire la piscina. La capacità di un tale apparato dovrebbe essere sufficiente a far passare l’intero contenuto del serbatoio attraverso se stesso almeno tre volte al giorno (idealmente, 5-6 volte). Quali tipi di filtri esistono?

  • kit di pulizia delle cartucce per piscina – la scelta più ottimale, perché è molto facile da usare;
  • un’unità di diatomee che purifica perfettamente l’acqua, ma richiede attenzione (il riempimento di granito e la sabbia di diatome fungono da filtro per questo sistema);
  • l’apparato di sabbia è l’opzione più economica, in cui la ghiaia e in particolare la sabbia di quarzo setacciata è l’elemento filtrante.

Le unità elencate sono buone per la purificazione dell’acqua, ma non sono in grado di trattare i contaminanti formati direttamente sul fondo e sulle pareti del serbatoio. Per questo tipo di lavoro, gli esperti raccomandano l’acquisto di un aspirapolvere per la pulizia della piscina. La stravaganza di scegliere tali dispositivi ora colpisce l’occhio. Per le strutture gonfiabili e prefabbricate, sarà sufficiente acquistare un aspirapolvere portatile subacqueo che si collega al filtro. Il budget ti consente di non risparmiare sulla cura del tuo laghetto? Quindi scegli un aspirapolvere semiautomatico che funziona autonomamente o si collega a uno skimmer. Sei il proprietario di una grande piscina? Quindi solo l’automazione completa. Tali aspirapolvere sono caratterizzati da elevata potenza e manovrabilità, quindi possono gestire grandi aree.

Retino per farfalle

Una rete a farfalla è uno “strumento” necessario per ogni proprietario della piscina

Tuttavia, nessuno ha annullato neanche la pulizia manuale. Se hai il tempo e il desiderio, puoi fare il lavoro sopra con le tue mani, usando strumenti che valgono un centesimo. Una spazzola manuale per pulire la piscina sotto il tuo “controllo” probabilmente libererà il serbatoio dallo sporco non peggio di un aspirapolvere robot. Non è esclusa una rete per la pulizia della piscina in mani esperte, che sorpasserà anche il famoso skimmer nella qualità e nella velocità del lavoro. In generale, scegli il metodo che ti piace e ti permetti.

Metodo di pulizia chimica

Prima di acquistare diverse pillole per pulire le piscine, capire a cosa sono destinate e se i preparati si escludono a vicenda. Purtroppo, non tutti i proprietari di piscine sanno che tipo di lavoro dovrebbero assolutamente svolgere. Molte persone pensano che puoi acquistare un detergente chimico per la piscina, versarlo nel serbatoio e tutto funzionerà da solo. Tuttavia, in realtà tutto è diverso. Il complesso di lavaggio a secco è composto da 4 passaggi:

  1. Garantire un pH normale (valore ottimale 7-7,4). Perché questo passaggio è il più importante? Il fatto è che molte soluzioni e compresse per la pulizia della piscina semplicemente non funzionano se il livello di pH è compromesso. Non vuoi buttare le tue finanze al vento? Prendi il pH più spesso e mantieni l’ottimale.
  2. Disinfezione dell’acqua. Per tale lavoro, puoi scegliere il familiare cloro, bromo o ossigeno attivo. Non importa quale farmaco disinfetta le piscine sulla base di una delle sostanze elencate: ognuna di esse è buona a modo suo.
  3. Assicurazione contro l ‘”occupazione” del giacimento da parte di vegetazione e microrganismi indesiderati. Il terzo passo prevede l’aggiunta di preparazioni speciali contenenti algaecidi nell’acqua. Impediscono la comparsa di funghi, alghe, batteri.
  4. La coagulazione è il passaggio finale, chiamato anche flocculazione. In questa fase, è necessario aggiungere al serbatoio uno strumento che purifica l’acqua da tutto ciò che potrebbe essersi formato durante il lavoro precedente, ma non è soggetto a filtrazione. Come risultato della reazione del farmaco con l’acqua, nella piscina compaiono dei fiocchi che avvolgono le particelle non necessarie, le uniscono e le spingono in superficie. Inoltre, tali accumuli di sporco semplicemente, come altri rifiuti, cadono nel filtro.
prodotti per piscina

La scelta dei mezzi per normalizzare il pH dell’acqua, per fortuna, è ampia oggi.

Tutti questi farmaci possono essere venduti in varie forme: compresse, liquidi, granuli, polveri, bricchette. Inoltre, sugli scaffali puoi trovare miscele combinate che risolvono diversi problemi contemporaneamente, ad esempio, mantengono un equilibrio del pH, disinfettano e prevengono la comparsa di calcare. Scegli lo strumento che ti piace, ma ricorda che il kit acquistato dovrebbe risolvere tutti e 4 i problemi sopra elencati.

Una pulizia adeguata e tempestiva della piscina preserverà la bellezza della tua oasi d’acqua, proteggerà i vacanzieri dalle malattie e tu – dai problemi inutili.

logo

Leave a Comment