Altro

Abbiamo padronanza della tecnologia della coltura idroponica per la coltivazione di ortaggi sul davanzale della finestra

Padroneggiare la tecnologia idroponica

Per ottenere un raccolto ricco non è necessario avere terre fertili. Quasi tutte le colture possono essere coltivate in un appartamento in città, evitando lo sporco e un odore specifico di terreno. Dopotutto, una soluzione speciale funge da fertilizzante. Anche gli specialisti non dovranno essere coinvolti se l’idroponica viene eseguita con le proprie mani in conformità con tutte le regole.

Soddisfare

  • Il concetto di coltura idroponica
  • Componenti di sistema richiesti
  • Cultura del substrato
  • Inondazioni periodiche della cultura del substrato
  • Irrigazione a goccia della coltura del substrato
  • Sistema acquatico
  • Tecnica nutriente
  • Cultura aerea (aeroponica)
  • Vantaggi e svantaggi della coltura idroponica
  • Idroponica autoprodotta
  • Regole per il trasferimento di piante dal suolo all’idroponica
  • Il concetto di coltura idroponica

    Questo è un sistema che consente alle piante di svilupparsi senza terra. Tutti i nutrienti che ottengono dalla soluzione. Ogni cultura e fase di sviluppo richiede una concentrazione diversa..

    La coltura idroponica consente a una piccola area di ottenere un ricco raccolto di prodotti ecologici. Allo stesso tempo, il tempo di crescita prima della fruttificazione è significativamente ridotto. Le piante non hanno bisogno di fornire energia per lo sviluppo del sistema radicale per poter mangiare completamente. Una banana può crescere fino a 2 metri di altezza in un anno. È vero, per lui sarà necessaria molta soluzione.

    A casa, l’idroponica ti consente di coltivare quasi tutte le colture. Nel nostro paese, questo metodo è più comune per pomodori, cetrioli, ravanelli, lattuga, fragole, peperoni, menta. La coltura idroponica è ottima per i fiori da interno. Un’eccezione sono le piante con un apparato radicale che può facilmente marcire..

    idroponica

    Con la coltura idroponica puoi ottenere un ricco raccolto in casa

    Componenti di sistema richiesti

    Le piante ottengono ossigeno, carbonio e idrogeno dall’acqua e dall’aria e molti micro e macro elementi che accelerano la crescita, stimolano lo sviluppo del sistema radicale, migliorano la fioritura e l’intensità del colore dai componenti della soluzione..

    Il primo gruppo comprende: ferro, rame, zinco, boro, cloro, manganese, molibdeno. Al secondo – potassio, calcio, magnesio, azoto, fosforo e zolfo.

    La coltivazione di ortaggi in coltura idroponica è possibile senza substrato, usando solo malta e aria e usando ghiaia di granito, argilla espansa, ghiaia, scorie, pomice, sabbia grossolana, lana minerale, gomma espansa.

    A seconda del metodo di fornitura del fluido al sistema radicale, l’idroponica per fiori, verdure e bacche può essere:

    • attivo: vengono utilizzate pompe, pompe, ultrasuoni e altri dispositivi;
    • passivo: il fluido si muove a causa delle forze capillari dell’acqua.

    Importante! Nell’aria, le radici dovrebbero essere più lunghe, ma non dovrebbero essere lasciate asciugare..

    Inoltre, ci sono diversi sistemi che possono essere utilizzati separatamente o combinati tra loro..

    Cultura del substrato

    Questa è l’installazione idroponica passiva più semplice. L’impianto è in un contenitore con un substrato, che ha aperture per l’accesso alla soluzione. La profondità di immersione nel liquido è di 1-2 cm.

    Importante! È necessario un controllo costante del livello della soluzione in modo che le radici non si secchino. Le piante di grandi dimensioni “bevono” liquidi più velocemente di quanto possano aumentare.

    Inondazioni periodiche della cultura del substrato

    Lo schema è simile al precedente. Solo la nave ha un doppio fondo ed è periodicamente riempita di composizione.

    coltivazione di ortaggi

    Il sistema consente di rinnovare l’aria e saturare le radici con ossigeno

    Le apparecchiature idroponiche per questo sistema includono:

    • una pompa (integrata da un timer) situata nel vano inferiore del serbatoio;
    • un tubo di uscita scaricato nel serbatoio superiore;
    • tubo di ingresso per drenare il fluido in eccesso nel vano inferiore.

    Le radici della pianta sono nell’aria. Solo una piccola quantità di liquido è sul fondo per mantenere l’umidità del substrato.

    Quindi più volte al giorno (di solito da 2 a 8), a seconda del microclima, del tipo di substrato e del raccolto cresciuto, il timer accende la pompa per 10-15 minuti. Il riempitivo viene inondato di soluzione al livello superiore del tubo di restrizione.

    Dopo lo spegnimento, il liquido viene nuovamente scaricato nello scomparto inferiore. L’aria si rinnova, le radici sono sature di ossigeno.

    Importante! Questo metodo è semplice e affidabile. Ma non dovresti usarlo in un’area in cui l’elettricità è spenta per lungo tempo, perché i timer sono previsti per il funzionamento del sistema. Le radici possono seccarsi.

    Il sistema è adatto per coltura idroponica e senza substrato.

    Irrigazione a goccia della coltura del substrato

    L’alimentazione del fertilizzante per la coltura idroponica avviene tramite contagocce regolabili. Il fluido scorre continuamente o periodicamente, cade sulla superficie del substrato sotto la base dello stelo della pianta. Sono possibili due metodi:

    • In caso di inversione, la soluzione in eccesso che le piante non sono riuscite ad assorbire, ritorna nel serbatoio e viene riutilizzata.
    • Con composizione preparata irreversibile viene utilizzata una volta. Ciò consente di osservare accuratamente le proporzioni dei micro e macro elementi e di evitare variazioni del pH.
    metodi idroponici

    Il metodo irreversibile consente di osservare accuratamente le proporzioni della composizione nutrizionale

    Il sistema è facile da realizzare con un contagocce medico convenzionale.

    Sistema acquatico

    Una padella non affondante si trova nel contenitore, a cui le piante sono fissate con morsetti (se necessario). Le radici sono costantemente in un fluido speciale. Poiché i nutrienti vengono assorbiti dalla coltura, la soluzione deve essere modificata e satura di ossigeno (aerare). Il solito compressore per acquari può gestire le funzioni necessarie..

    verdure idroponiche

    Il sistema è adatto solo per colture amanti dell’umidità.

    Il sistema è perfettamente adatto per colture che amano l’acqua (ad es. Lattuga). Ma per le verdure è meglio usare un metodo diverso.

    Tecnica nutriente

    Per le apparecchiature del sistema è richiesta un’ampia capacità di piccola altezza. La soluzione è fornita da un flusso costantemente in circolo di 1-2 cm di profondità e si scopre che il liquido in movimento copre una vasta area. La miscelazione dei nutrienti con l’aria avviene. La soluzione viene ossigenata senza l’uso di un compressore e alimenta le radici.

    idroponica

    A causa dell’ampia superficie, miscelazione di nutrienti e ossigeno

    È meglio posizionare la nave sotto una leggera pendenza.

    Cultura aerea (aeroponica)

    Le radici sono a mezz’aria, periodicamente spruzzate per evitare che si secchino..

    La composizione nutrizionale viene spruzzata come aerosol. A casa, il sistema può essere prodotto utilizzando parti per un umidificatore ad ultrasuoni.

    Vantaggi e svantaggi della coltura idroponica

    Le colture coltivate utilizzando la coltura idroponica non sono diverse dalle controparti del suolo. Viene applicato solo un altro metodo per fornire gli elementi necessari per la loro crescita. Per gusto e aroma, sono anche identici se la soluzione idroponica è preparata correttamente.

    pepe idroponico

    Il gusto e le qualità aromatiche dei frutti idroponici non sono diversi dalle loro controparti

    Un impressionante elenco di vantaggi offre al sistema una popolarità ancora maggiore..

    • Le colture crescono forti e sane più volte più velocemente che nel terreno, danno frutti migliori.
    • Tutti i nutrienti vengono assorbiti completamente e non vanno a terra.
    • I frutti non accumulano nitrati, nuclidi, metalli pesanti e altri elementi dannosi presenti nel terreno.
    • Non è necessario annaffiare le piante. Significativamente più facile da controllare il flusso d’acqua.
    • Non è necessario utilizzare pesticidi per evitare danni da parassiti e funghi.
    • Eliminati i problemi associati alla rimozione di erbe infestanti, coltivazione e condimento. La soluzione in sé è fertilizzante.
    • Le colture non soffrono della mancanza di ossigeno che si verifica quando vengono coltivate nel suolo. Non si seccano e non si bagnano..
    • Non c’è sporco e odore nell’appartamento, come quando si usa il suolo.
    • Per ottenere un buon raccolto è necessaria un’area relativamente piccola..
    • Le radici delle piante perenni non vengono ferite durante il trapianto nel terreno.
    • In definitiva, i costi sono inferiori rispetto alla coltivazione di colture nel suolo.

    Ci sono alcuni inconvenienti, ma i loro svantaggi difficilmente possono essere chiamati.

    • Inizialmente, è necessario investire di più rispetto all’acquisto di terreno e altri materiali necessari.
    • Prima di coltivare la coltura idroponica, è necessario studiare i problemi teorici e installare l’apparecchiatura. Devo passare più tempo che con il solito metodo.

    Idroponica autoprodotta

    Il proprietario che sa maneggiare un martello, un cacciavite e un trapano, senza troppi sforzi, sarà in grado di padroneggiare semplici regole di installazione.

    È necessario acquistare un compressore per acquario ad aria, un contenitore di plastica e un foglio di schiuma. La luce non dovrebbe penetrare nelle radici delle piante, quindi le pareti della nave possono essere dipinte o avvolte con un foglio.

    attrezzatura idroponica

    Le pareti del contenitore esterno non devono trasmettere luce

    I fori sono ritagliati nella schiuma per il posizionamento dei vasi (come opzione, è possibile utilizzare tazze di prodotti lattiero-caseari o tagliare bottiglie di plastica). È necessario fornire una tale distanza in modo che quando le piante crescono, quindi non interferiscano l’una con l’altra. Fai dei buchi nelle tazze.

    Puoi posizionare ogni pianta separatamente. È più conveniente usare idropoti – vasi per la coltura idroponica. Ma l’autoproduzione porterà solo faccende piacevoli.

    produzione idroponica

    Puoi usare bottiglie di plastica come vasi

    Dovrebbe essere vasi interni ed esterni. Nel primo, i fori sono fatti per consentire al fluido di raggiungere le radici. Ci sono vasi in vendita che ricordano visivamente una versione in miniatura di un cestino di carta. L’esterno deve essere impermeabile e leggero. La distanza tra i fondi è di almeno 6 cm e il vaso interno deve essere coperto con acqua per un quarto. Come indicatore di livello del liquido, puoi usare un tubo di vetro.

    Quindi dovresti riempire i contenitori con un substrato e piantare piante in essi.

    Importante! Il riempitivo deve essere setacciato, disinfettato con una soluzione di permanganato di potassio. Quindi risciacquare con acqua pulita. La misura è necessaria per la morte di agenti patogeni.

    Una soluzione per la coltura idroponica dovrebbe essere acquistata in un negozio specializzato. L’etichetta o l’inserto descrivono in dettaglio le regole d’uso e la concentrazione necessaria per qualsiasi coltura.

    illuminazione dell'impianto

    Il sistema situato sul davanzale della finestra non necessita di illuminazione aggiuntiva

    L’illuminazione aggiuntiva è facoltativa se l’idroponica si trova sul davanzale della finestra. In luoghi ombreggiati è necessario installare lampade di diversa potenza a seconda del tipo di impianto, varietà e stadio di sviluppo.

    Regole per il trasferimento di piante dal suolo all’idroponica

    La procedura dovrebbe essere eseguita in primavera, estate o inizio autunno solo per le giovani colture. Le radici dovrebbero essere conservate in acqua calda per 2 ore, quindi risciacquate dal terreno, rimosse gli elementi marci e disinfettati. Metti nel vaso interno e riempi con il substrato un po ‘più in alto rispetto a quando piantare nel terreno.

    Il serbatoio esterno è riempito con acqua pulita nella quantità richiesta. Un vaso interno è posto al suo interno. Dopo una settimana, l’acqua deve essere sostituita con una soluzione. Quando compaiono nuove radici (questo sarà evidente attraverso i fori del vaso interno), il livello del liquido dovrebbe essere ridotto per fornire un traferro.

    coltivazione idroponica

    Con l’avvento di nuove radici, il livello del fluido diminuisce per l’accesso all’ossigeno

    Dalla prima alla quarta settimana è meglio usare una soluzione di mezza concentrazione, nel secondo mese – standard, e quindi aumentare il contenuto di azoto, fosforo e potassio del 30%.

    Importante! Le piante non possono essere portate all’aperto (terrazza, giardino), poiché il bilancio idrico e la composizione della soluzione potrebbero essere disturbati.

    Crescere colture usando la coltura idroponica sta guadagnando popolarità in tutto il mondo. E questo non è sorprendente. Dopotutto, il metodo ti consente di ottenere cibo sano con meno materiali e costi di manodopera..

    logo

    Leave a Comment