Comunicazioni in garage

Cablaggio fai-da-te in garage: regole di sicurezza, tecnologia, raccomandazioni

Cablaggio fai-da-te in garage

Per la stragrande maggioranza della metà forte del nostro paese, un garage non è solo un posto dove riporre un’auto, ma anche un’officina, un ripostiglio, un magazzino di strumenti, pezzi di ricambio e altre attrezzature. Pertanto, una buona illuminazione spesso non è un lusso, ma una necessità. Il “set elettronico” medio di ciascun garage è costituito da diversi dispositivi di illuminazione situati in zone diverse e alimentati dai loro interruttori, illuminazione del pozzo di ispezione e del seminterrato, nonché da un paio di tre prese che forniscono energia a diversi utenti di energia. Mettere l’elettricità nel garage non è un processo molto complicato. Pertanto, i collegamenti elettrici nel garage con le tue mani non sorprenderanno nessuno, al fine di eseguire correttamente la sua installazione, abbastanza abilità elementari nel lavorare con l’elettricità.

Soddisfare

  • Le sfumature di installazione di cavi elettrici in garage
  • Sviluppo dello schema elettrico
  • Utensili elettrici e attrezzature
  • Installazione del cablaggio del garage
  • Unità esterna
  • Cablaggio interno
  • Illuminazione di fossa e seminterrato
  • Regole di sicurezza
  • Le sfumature di installazione di cavi elettrici in garage

    Di regola, raramente nel garage c’è qualcuno tranne il suo proprietario, quindi, in primo luogo con cavi elettrici qualità come funzionalità e sicurezza emergono, ma la componente estetica va di lato, se non la terza. Puoi discutere, ma che dire dei cavi elettrici nascosti nel garage? La segretezza non è un requisito estetico, ma piuttosto un requisito di sicurezza, poiché i cavi tenuti all’interno delle pareti, se nascosti, sono protetti in modo affidabile da vari danni meccanici. Naturalmente, se le pareti del garage sono realizzate in lamiera di ferro, allora non si può parlare di alcun occultamento nelle pareti, ma in questo caso ci sono varie maniche metalliche, tubi corrugati e altri condotti che possono ridurre il rischio di effetti esterni sui fili.

    Per aumentare la sicurezza del lavoro con dispositivi elettrici, si consiglia di installare un dispositivo di messa a terra separato all’ingresso del quadro. La versione più semplice di messa a terra: barre di metallo con un diametro di 15-16 mm, scavate verticalmente nel terreno e interconnesse da una striscia di acciaio. La resistenza di un tale dispositivo non deve superare i 4 ohm.

    Poiché il garage, a causa dell’umidità e delle pareti conduttive, è considerato un edificio a maggior pericolo, tutti gli attributi (prese, lampade e interruttori) dovrebbero avere un’alta classe di protezione contro polvere e umidità, idealmente IP44.

    Officina del garage

    A volte un garage si trasforma in un vero laboratorio

    Se hai intenzione di creare un vero laboratorio nel garage, devi occuparti in anticipo dell’input trifase. In questo caso, avrai bisogno di un cavo con conduttori in rame e con una sezione di 5-10 Mq. E una schermatura progettata per almeno 18 moduli. Ma questa non è la cosa principale …

    La cosa principale è che prima di realizzare un sistema di alimentazione trifase, è necessario ottenere un’autorizzazione e condizioni tecniche presso le Vendite locali di energia, i cui punti dovranno essere osservati con precisione.

    Sviluppo dello schema elettrico

    Per non commettere errori durante l’installazione e fare tutto nel modo giusto, è necessario uno schema di cablaggio in garage – un piano in cui tutte le posizioni di prese, interruttori, cavi elettrici, ecc. Sono tracciate in dettaglio. Le regole di base di questo processo:

    1. Sul diagramma, è necessario annotare in modo estremamente accurato tutte le posizioni dei dispositivi di illuminazione, scatole, interruttori e prese.
    2. Gli elementi sono interconnessi esclusivamente da linee rette situate ad angolo retto tra loro. In questo caso, la connessione inizia dal centralino.
    3. Va notato come collegare ciascun elemento. Probabilmente tutti ricordano che gli interruttori automatici con la lampada sono collegati solo in serie e che la presa deve trovarsi davanti all’interruttore.
    4. Va notato che la distanza dai cavi al soffitto deve essere di almeno 100 mm, dall’uscita al pavimento di almeno 500 mm e l’interruttore generale si trova sul lato destro del cancello ad un’altezza di 1500 mm.

      Schema elettrico di esempio

      Esempio di schema elettrico in un garage

    Inoltre, lo schema elettrico nel garage viene trasferito alle pareti. Le linee sottili e uniformi possono essere facilmente applicate con una lunga corda immersa nella tintura..

    Utensili elettrici e attrezzature

    Il prossimo passo è preparare tutto ciò di cui una persona che ha bisogno di pensare a come condurre il cablaggio nel garage potrebbe aver bisogno. Quindi, avrai sicuramente bisogno delle seguenti attrezzature:

    • martello, scalpello, cacciaviti, tronchesi laterali e pinze con manici isolati;
    • trapano e diversi trapani;
    • nastro isolante e gesso;
    • trapano a percussione (nel caso in cui le pareti del garage siano in cemento);
    • hardware (tasselli, viti, viti);
    • apparecchi elettrici (si può fare con un indicatore a cacciavite).

    L’elemento principale dell’alimentazione è un cavo elettrico. I cavi con conduttori in rame si sono dimostrati i migliori, ma possono anche essere utilizzati prodotti in alluminio, sebbene le loro proprietà conduttive siano leggermente inferiori. Inoltre, è necessario acquistare tubi corrugati, scatole di montaggio e installazione, prese, dispositivi di illuminazione, adattatori, trasformatori step-down e interruttori.

    Installazione del cablaggio del garage

    L’elettrificazione del garage può essere suddivisa in due fasi:

    • installazione di cavi esterni (dalle linee elettriche all’ingresso della stanza);
    • cablaggio interno in garage.

    Se il cablaggio interno nel garage con le proprie mani viene montato più spesso, i lavori esterni devono essere eseguiti da un elettricista qualificato che ha accesso al lavoro con linee ad alta tensione.

    Importante: prima di fornire elettricità al garage, il progetto deve essere concordato con l’autorità locale di supervisione dell’energia.

    Consideriamo più in dettaglio come realizzare i cablaggi nel garage sia all’esterno che all’interno.

    Unità esterna

    Esistono due modi per trasferire l’elettricità da un palo elettrico a un edificio: aereo e sotterraneo. Quando scelgono, di solito sono guidati da fattori quali la posizione relativa del garage con altri oggetti. Se il garage si trova a una distanza superiore a 25 m dalla linea di alimentazione, sarà necessaria l’installazione di pali aggiuntivi per posare il cavo in aria. In questo caso, l’altezza del filo dovrebbe essere:

    • vicino all’edificio – più di 2,75 m;
    • sopra i percorsi pedonali – oltre 3,75 m;
    • oltre la strada – più di 6 m.

    La linea dell’aria viene immessa attraverso il muro ad un’altezza di almeno 2,75 m. Per questo, gli isolanti sono montati su ganci speciali all’esterno del garage in modo che la distanza tra i cavi sia superiore a 0,2 m.

    Suggerimento: i fori nella parete per l’ingresso dei fili devono essere inclinati verso l’esterno. Ciò impedirà all’acqua di entrarvi..

    Prima di entrare nel garage, i cavi devono essere isolati con tubi di plastica o di gomma, quindi tutte le fessure devono essere accuratamente cementate o sigillate con alabastro.

    Uso corretto dei supporti per tubi

    L’immissione corretta di elettricità in un garage basso viene effettuata utilizzando un supporto per tubi

    Alcuni proprietari di garage bassi hanno una domanda ragionevole, come fare i collegamenti in garage, se la sua altezza non supera i 2,75 m? Come ottenere l’autorizzazione dalla supervisione energetica per un tale progetto? In questo caso è davvero necessario fare a meno dell’elettricità? Beh, certo che no. Proprio in questo caso, dovrai installare il cosiddetto rack per tubi – un tubo in acciaio, in cui l’estremità superiore è piegata a 180 ° e dotata di isolatori di ricezione. Un tale dispositivo consente di introdurre cavi elettrici anche attraverso il tetto. Fissa tubi travi del tetto.

    Qualche parola da dire sul metodo sotterraneo di elettrificare un garage. In questo caso, il cavo si trova nel terreno e protetto da una scatola d’acciaio. I fili vengono introdotti nel garage attraverso un foro preparato nella fondazione. Il cavo che passa attraverso il punto di ingresso è necessariamente protetto da un tubo, inoltre viene preparato un foro separato per ciascun filo.

    Come entrare nel cavo sotterraneo

    Ingresso corretto del cavo nel garage attraverso la fondazione

    Alla fine del lavoro, l’elettricista che installa il cablaggio esternamente deve instradare i cavi alla scatola di ingresso con un contatore elettrico e fusibili. E poi, se viene presa una decisione sulla condotta indipendente illuminazione all’interno del garage, il capo entra in azione.

    Cablaggio interno

    Il cablaggio interno potrebbe essere aperto o nascosto. Come accennato in precedenza, nelle strutture metalliche e in legno è molto difficile eseguire l’installazione nascosta, quindi per tali garage è rilevante un metodo aperto. In questo caso, i cavi sono montati su battiscopa o scatole speciali di metallo o plastica. I cavi piatti (ad es. APPV, PPV, APPR), nonché i cavi protetti non armati sono più efficaci per i cavi aperti.

    Alle pareti, i fili sono fissati con staffe di latta, chiodi o tasselli a una distanza non superiore a 0,4 m. Il cablaggio deve essere eseguito in orizzontale, a 20 cm dal soffitto, e le scatole sono incollate o avvitate.

    Conduzione dei collegamenti nascosti

    Quando si eseguono cablaggi nascosti, è necessario assicurarsi che sia posato in modo che non vi siano aree sporgenti dopo l’intonacatura

    Negli edifici in mattoni e pietra, i cablaggi nascosti sono più popolari. È meglio fare tutto il lavoro prima di intonacare le pareti, in questo caso, è necessario monitorare solo la corretta installazione dell’attrezzatura, cioè, in modo che dopo l’intonacatura, ad esempio, i bordi delle scatole di giunzione non guardino fuori. Se, tuttavia, viene eseguita l’elettrificazione dopo aver applicato l’intonaco, sarà necessario ritagliare scanalature poco profonde nelle pareti (5-6 mm – più che sufficienti), che, dopo aver posato i fili e fissati con i chiodi, vengono accuratamente sigillati.

    Importante: la caratteristica principale del montaggio a filo è la necessità di saldare le estremità collegate del filo. Ciò eviterà la loro ossidazione e svolgimento. Successivamente, la giunzione, come al solito, viene riparata con nastro isolante.

    Illuminazione di fossa e seminterrato

    Nessun proprietario di auto con il proprio garage può fare a meno di un buco di osservazione. E il seminterrato può giustamente essere definito un attributo obbligatorio di qualsiasi garage. Né lì, né senza dispositivi di illuminazione non possono fare. Sembrerebbe che tu possa collegare l’illuminazione portatile, ma sia il foro di osservazione che la cantina nel garage sono generalmente caratterizzati da elevata umidità e sono considerati aree pericolose. Ecco perché la tensione in questi luoghi non deve superare i 42 volt, il che significa che sarà necessario un piccolo trasformatore step-down per il cablaggio.

    Luce nel foro di osservazione

    L’illuminazione nel foro di ispezione deve essere a bassa tensione

    Naturalmente, quando si installano apparecchiature step-down, è necessario acquistare lampade e utensili elettrici progettati per una tensione così piccola.

    Importante: lavorare nel seminterrato del garage o nella fossa di ispezione utilizzando apparecchiature elettriche convenzionali è pericoloso per la vita.

    Regole di sicurezza

    Ecco perché per qualche motivo ho fiducia che, avendo deciso di condurre autonomamente l’elettricità nel tuo garage, raramente chiunque … Ma cosa c’è di modesto, molto probabilmente, nessuno esaminerà i requisiti di sicurezza. Bene, non ci piace leggere libri così seri. Pertanto, l’articolo sarà incompleto senza alcuni punti chiave di questa sezione estremamente importante..

    Quindi, iniziamo:

    1. Qualsiasi lavoro di riparazione e sostituzione dei cavi, conduzione di elettricità nella stanza e persino sostituzione di prese e lampadine, è possibile solo con una completa assenza di tensione. Per fare ciò, puoi svitare le semplici spine, se sono ancora installate, o spegnere le spine e i distributori automatici nel pannello di distribuzione dell’appartamento.
    2. L’abbigliamento e le scarpe devono essere comodi, non ostacolare i movimenti..
    3. L’intero elettroutensile deve essere intatto, senza fili esposti e connessioni di bassa qualità;
    4. Uno strumento ordinario non dovrebbe essere solo intatto, ma anche con maniglie isolate.
    5. Per eseguire lavori in quota, utilizzare piattaforme o capre speciali, non botti, blocchi di schiuma, sedie su tavoli e altri design preferiti.
    6. Ancora più importante, non avere fretta, non dimenticare la tua sicurezza.

    E infine, assumersi la piena responsabilità per questa questione. Dopotutto, la corretta installazione del cablaggio ne garantisce il funzionamento per 30 anni. Qualsiasi passo sbagliato, banale pigrizia (ad esempio, trascurare la saldatura dei fili) può danneggiare l’intera rete elettrica e, con un’installazione nascosta, comportare pesanti riparazioni. Pertanto, se hai dei dubbi su di te, invita veri elettricisti che possono far fronte all’installazione dei cablaggi nel garage in modo rapido e senza sforzo.

    logo

    Leave a Comment