Soffitto

Come realizzare un soffitto in cartongesso con retroilluminazione: come scegliere e calcolare

Come realizzare un soffitto in cartongesso con retroilluminazione

Cosa conferisce agli interni un’atmosfera unica di calore e comfort? Approccio di design professionale, arredamento raffinato, combinazione di colori ben scelta e, naturalmente, illuminazione della stanza. Vuoi cambiare radicalmente l’atmosfera familiare o aggiungere un po ‘di gusto all’aspetto della casa precedentemente creato? Soffitto del muro a secco con retroilluminazione: questo è il modo migliore per implementare il tuo piano.

Soddisfare

  • La scelta di una retroilluminazione per il soffitto
  • Tipi di retroilluminazione usati
  • Vantaggi della retroilluminazione a LED
  • Criteri di selezione delle strisce LED
  • Consigli utili dagli specialisti
  • Come calcolare la potenza della retroilluminazione
  • Soffitto in cartongesso fai-da-te
    • Montaggio su striscia LED
    • Come collegare un nastro
    • La scelta di una retroilluminazione per il soffitto

      Controsoffitti: un tipo di arredamento universale che può trasformare la casa oltre ogni riconoscimento. E se si provvede all’illuminazione, viene fornita un’atmosfera luminosa e originale.

      Tipi di retroilluminazione usati

      Soffitto del muro a secco illuminato

      Soffitto del muro a secco illuminato: un efficace metodo di conversione dello spazio personale

      A seconda dello scopo e dei metodi di organizzazione, si distinguono i seguenti tipi di retroilluminazione:

      • Illuminazione generale. Di norma, non implica fronzoli speciali: abbastanza pneumatici da soffitto con lampade e lampade a sospensione;
      • La retroilluminazione target viene utilizzata quando è richiesta la suddivisione in zone. Quindi nell’area di lavoro l’illuminazione sarà luminosa e nell’area ricreativa – fioca.
      • L’evidenziazione “per il comfort” offre un campo infinito per l’immaginazione. Qualcuno è impressionato dall’effetto del cielo stellato e qualcuno come “l’aurora boreale”.

      Vantaggi della retroilluminazione a LED

      I LED sono il materiale di retroilluminazione più comune soffitto in cartongesso.

      Questo fatto è spiegato dai numerosi vantaggi di questo elemento, che porta bellezza e luce..

      • I LED sono pratici, unici ed economici (10 metri di nastro costano circa $ 20);
      • consumano poca energia (rispetto ad altre fonti di luce consumano il 60% di energia in meno);
      • facile da installare. Le strisce LED sono disponibili con una base autoadesiva, che è facilmente attaccabile al muro a secco;
      • le unità di controllo consentono di coordinare il funzionamento dei LED da remoto.

      Criteri di selezione delle strisce LED

      Soffitto del muro a secco retroilluminato: più opzioni

      Soffitto del muro a secco retroilluminato: più opzioni

      Il mercato moderno offre strisce LED in diverse versioni. Per non confondersi nella ricchezza della scelta, dovresti sapere in che modo tali prodotti differiscono l’uno dall’altro.

      1. Il tipo di LED. I nastri più popolari sono SMD 5050 e SMD 3528, in cui SMD è il tipo di montaggio e il valore numerico è il tipo di LED. I diodi 5050 sono più potenti e quindi più costosi.
      2. La densità dei diodi. Le più popolari sono le strisce LED con una densità di 30, 60, 120 diodi per 1 metro. Maggiore è la densità, più intensa è la luminosità..
      3. Grado di sicurezza. Distinguere tra nastri impermeabili e resistenti all’umidità. Classe di protezione indicata da IP.
      4. Fiori. Esistono nastri monocolore (blu, bianco, rosso, giallo e verde) e un nastro RGB che può cambiare i colori.

      Consigli utili dagli specialisti

      Soffitto del muro a secco retroilluminato: spazio per l'immaginazione

      Soffitto del muro a secco retroilluminato: spazio per l’immaginazione

      La linea guida principale quando si sceglie una retroilluminazione è il prezzo del problema. Se il budget è limitato, è possibile prestare attenzione al nastro monocromatico SMD 3528 (senza protezione dall’umidità) con 19 diodi al metro. Potrebbe sorgere la domanda, perché non acquistare un nastro RGB a un prezzo simile? Il fatto è che per un tale nastro hai bisogno di un controller speciale – senza di esso non vedrai colori brillanti.

      Nel caso in cui il denaro non sia un problema, è possibile guardare SMD 3528 con una densità di 120 / metro o SMD 5050 con una frequenza di 30 diodi al metro. Non è necessario acquistare un nastro ad alta densità, perché Viene utilizzato per l’illuminazione funzionale e il nostro obiettivo è l’illuminazione di contorno. Se acquistare o meno il nastro impermeabile dipende ancora da te. Se hai paura che i vicini si allagino, scegli una retroilluminazione con isolamento in silicone.

      È importante! Scegli un nastro in base al colore principale del bagliore. È indispensabile quale colore userai più spesso. Le tonalità verdi sono meglio percepite dall’occhio, mentre il blu, anche su un nastro molto potente, sembra un po ‘noioso.

      Si sconsiglia inoltre di consumare un nastro troppo economico: sono possibili la degradazione del diodo e lo spostamento del bilanciamento del colore.

      Come calcolare la potenza della retroilluminazione

      Dopo aver effettuato la scelta a favore di un particolare tipo di nastro, è necessario determinarne la quantità. Misuriamo il perimetro dell’area richiesta, calcoliamo la potenza di retroilluminazione totale. Per fare ciò, moltiplica il filmato del nastro per la potenza consigliata di 1 metro (non dimenticare di controllare questo parametro con il venditore).

      In base alle informazioni ricevute, selezioniamo un controller di alimentazione e un alimentatore. La potenza tipica si presenta così: SMD 3028 – 60 diodi / metro (4,8 W); SMD 3028 – 120 diodi / metro (7,2 W); SMD 5050-30 diodi / metro (7,8 W); SMD 5050 – 60 diodi / metro (14 W).

      Soffitto in cartongesso fai-da-te

      Soffitto in gesso fai-da-te

      Soffitto fai-da-te in cartongesso

      Una linea della base di partenza è prevista attorno al perimetro della stanza, a cui verranno fissati altri componenti della struttura. La distanza dal soffitto è di 20 cm Le guide del profilo sono fissate con tasselli (attraverso la larghezza della stanza). Inoltre, le sospensioni sono montate lungo le linee contrassegnate. Le guide principali (cuscinetto) sono inserite nel telaio di partenza del muro a secco e fissate alle sospensioni con viti autofilettanti (2 su ciascun lato del profilo). Il dispositivo successivo viene realizzato dopo aver contrassegnato la lunghezza della stanza. I profili longitudinali devono essere fissati con “granchi”, che vengono acquistati con viti autofilettanti.

      Devi sapere! Il passaggio tra le guide dovrebbe essere di almeno mezzo metro. È consigliabile duplicare il fissaggio delle direzioni longitudinali.

      Dopo che il telaio completo è pronto, è necessario fissare i fogli del muro a secco con le viti.

      I cappelli non devono sporgere né affondare, ma devono essere a filo. Tra i fogli, è necessario prevedere gli spazi necessari per l’eventuale espansione del muro a secco.

      È importante! Gli spazi vuoti sono stucco con l’intera superficie del foglio e quindi levigati. Gli esperti consigliano di rivestire i fogli con un primer, sopra il quale è possibile applicare qualsiasi vernice..

      Montaggio su striscia LED

      Il nastro viene emesso in babbuini di 5 metri

      Il nastro viene emesso in babbuini di 5 metri

      Il processo di montaggio del nastro non è complicato. La cosa principale è tagliare e collegarlo correttamente. Striscia LED venduta in babbuini di 5 metri. È necessario tagliarlo in punti appositamente contrassegnati in parti più piccole. Quindi le parti vengono saldate. Assicurarsi che non si verifichi surriscaldamento. Un nastro monocolore richiede la saldatura di 2 pin “+” e “-” e un nastro RGB richiede lo stesso nome V + “R”, “G”, “B”.

      Collegare più di 3 babbuini non ne vale la pena. Le tracce che conducono corrente potrebbero non essere in grado di resistere a questa potenza. Se il perimetro dell’area di illuminazione è superiore a 15 metri, è necessario collegare le sezioni parallele tra loro.

      Come collegare un nastro

      Rispettare la polarità

      Rispettare la polarità

      La connessione deve essere eseguita nel seguente ordine:

      1. Collegamento del cavo ai terminali L e N dell’alimentatore (se collegato al cavo di alimentazione).
      2. Collegamento del controller (quando si utilizza il nastro RGB) osservando la polarità.
      3. Collegamento del nastro al controller o all’alimentazione (se la retroilluminazione è monocromatica).

      È importante! Osservare attentamente la polarità e ricontrollare la coincidenza della tensione del nastro di alimentazione e del controller.

      Il lavoro è completato. Ora puoi con un senso di realizzazione goderti la magnificenza di traboccanti radianti che trasformano la stanza in un angolo dove regna la magia.

      Il design del soffitto a castello con faretti sembra originale. Una soluzione unica supporta la tonalità stilistica del quadro interno.

      logo

      Leave a Comment