Soffitto

Istruzioni: come realizzare un controsoffitto con le tue mani, senza ricorrere ai servizi dei finitori

Entrando in qualsiasi stanza, la prima cosa che viene in qualche modo in vista è il soffitto. La percezione generale degli interni e l’impressione che produce dipendono dal suo design e aspetto. Per questo motivo, i designer stanno cercando di prestare particolare attenzione al soffitto. Grazie allo sviluppo di tecnologie nelle costruzioni e all’avvento delle costruzioni a secco, le possibilità di creare controsoffitti unici sono diventate quasi illimitate. Oggi, l’abbondanza e la disponibilità di materiali da costruzione ti consente di creare un controsoffitto con le tue mani senza problemi, l’importante è poter usare lo strumento e sapere come realizzare un controsoffitto. Nonostante la semplicità dell’installazione da sola, è impossibile farlo, quindi invita un altro paio di assistenti.

Soddisfare

  • Dispositivo di controsoffitti
  • Lavori preparatori: fasi
  • Preparare la superficie del pavimento
  • Progetto di design e schema del soffitto
  • Come realizzare un controsoffitto da soli
    • Lavora con pennarello e metro a nastro
    • Montaggio del telaio del soffitto
    • Regole per affrontare la superficie GKL
    • Dispositivo di controsoffitti

      Che aspetto ha un controsoffitto?

      La disposizione di base di un controsoffitto

      Il design dei controsoffitti è una struttura metallica a un livello o multilivello fissata al soffitto e alle pareti della stanza, che è rivestita con fogli di muro a secco con apparecchi di illuminazione montati.

      Per creare il telaio, vengono utilizzati i profili metallici zincati PP 60/27 e PPN 28/27 (analogo importato di CD e UD), le cui parti sono interconnesse da viti autofilettanti per metallo e speciali connettori a livello singolo (granchi) o a due livelli. Per fissare il telaio al soffitto, vengono utilizzate sospensioni dirette o a molla, fissate al soffitto con ancore o tasselli.

      Il cartongesso (GKL) con uno spessore di 9,5 mm, una larghezza di 600 o 1200 mm e una lunghezza di 1500 – 2500 mm viene utilizzato per rivestire il telaio metallico. Il fissaggio GKL al telaio metallico viene eseguito con viti autofilettanti per cartongesso. Le raccomandazioni per la scelta del GCR di tali parametri sono dovute alla combinazione ottimale di resistenza e peso del controsoffitto. In base alla tecnologia, il peso totale di 1 m2 della struttura sarà di circa 13 kg.

      Lavori preparatori: fasi

      Come per qualsiasi altro lavoro di costruzione, prima di realizzare un controsoffitto, dovrai fare un po ‘di preparazione. Ciò riguarderà la superficie del vecchio soffitto, la creazione di un progetto di design e uno schema di sospensione, il calcolo dei materiali necessari.

      Preparare la superficie del pavimento

      Pulizia della superficie del soffitto

      La superficie del soffitto deve essere accuratamente preparata: rimuovere la vecchia finitura, riparare

      Sebbene il controsoffitto nasconderà la superficie del soffitto, dovrà essere fatto un certo numero di lavori preparatori. Ciò faciliterà l’installazione del soffitto e garantirà un fissaggio affidabile dell’intera struttura. Iniziamo rimuovendo la vecchia finitura, che viene completamente rimossa prima dello stucco o dell’intonaco, e se non ce ne fossero, quindi al soffitto. Quindi controllare attentamente la superficie per individuare eventuali crepe, stucco o gesso parzialmente o completamente esfoliati.

      Se tutto è in ordine, puoi innescare e stuccare la superficie, quindi procedere con ulteriori lavori. Altrimenti, sarà necessario eseguire riparazioni più approfondite, eventualmente anche ri-intonacare il soffitto. Idealmente, dovresti ottenere una superficie solida e uniforme a cui verrà fissato il telaio metallico.

      Progetto di design e schema del soffitto

      La creazione di un controsoffitto inizia dal momento dello sviluppo del suo progetto di design. Oggi, grazie a vari programmi di architettura, la creazione di un tale progetto richiede pochissimo tempo. Questi programmi consentono di considerare e scegliere il controsoffitto futuro più attraente in termini di volume e colore.

      Inoltre, i programmi per computer ti permetteranno di creare e stampare un diagramma del controsoffitto con tutti i materiali necessari e la loro quantità. Ma quelli che sono abituati a fare tutto alla vecchia maniera – sulla carta, dovranno lavorare un po ‘di più. La creazione di uno schema e il calcolo manuale dei materiali è il seguente:

      • la prima cosa che è necessaria per i calcoli è misurare la stanza e calcolare il perimetro. Ad esempio, abbiamo una stanza di 3×5 m P = (3 + 5) * 2 = 16 m. Questa sarà anche la lunghezza del profilo guida PPN 28/27. Le dimensioni della stanza sono ridimensionate su carta;
      Disposizione di un controsoffitto in cartongesso

      Esempio di controsoffitto

      Importante! Quando si misura la stanza, è possibile scoprire che le pareti opposte hanno lunghezze diverse. In questo caso, prendiamo il valore più alto per i calcoli.

      • Il prossimo passo è calcolare il profilo del wireframe. Il telaio di supporto sarà dal profilo PP 60/27, che è fissato al soffitto con un passo di 600 mm. Per facilità di installazione, la lunghezza di una striscia di profilo sarà uguale alla larghezza della stanza. Il numero di assi viene calcolato come segue 3000/600 = 8.3 e arrotondato al numero intero più vicino. Per distribuire uniformemente le lamelle, posizioniamo il primo e l’ultimo a una distanza di 100 mm dalle pareti e tutto il resto con un passo di 600 mm. Questo passaggio non è stato scelto per caso. Il fatto è che il cartongesso ha una larghezza standard di 600 mm e 1200 mm e per un fissaggio affidabile è necessario che i bordi dei fogli si trovino sul profilo. Il posizionamento delle strisce del profilo è segnato sul diagramma;
      • Ora devi calcolare il numero di sospensioni. Tutte le sospensioni sono fissate al soffitto con incrementi di 600 mm. Tutte le strisce del profilo del telaio richiederanno (3000/600) * 8 = 40 sospensioni. Fissiamo la prima e l’ultima sospensione a una distanza di 300 mm dal muro e tutte le altre con un passo di 600 mm. Sul diagramma, il luogo del loro attaccamento è contrassegnato da croci;

      Importante! Le sospensioni dirette possono essere utilizzate in due casi. Il primo – quando l’altezza del controsoffitto non supera i 120 mm, il secondo – quando la superficie del soffitto è assolutamente piatta. Altrimenti, si consiglia di utilizzare sospensioni a molla e monitorare costantemente l’orizzonte usando un livello.

      • per dare rigidità al design del controsoffitto, è necessario installare anche ponticelli dal profilo PP 60/27. I ponticelli stessi sono installati tra le strisce di supporto principali con un passo di 600 mm. Per la loro fissazione, viene utilizzato un connettore speciale: un granchio. Il calcolo del numero di connettori viene eseguito come segue ((3000/600) -1) * 8 = 32 pz. Perché esattamente 32 pezzi e non 40. Il fatto è che la prima linea di ponticelli è installata a una distanza di 600 mm dalla parete, la seconda è di 1200 mm, la terza è 1800, la quarta è 2400. La quinta fila è la parete stessa. Ora segniamo sul diagramma il punto di attacco dei granchi e, collegandoli con una linea continua, otteniamo il luogo di installazione dei ponticelli.

      Importante! Esistono due tipi di connettori: a livello singolo (granchio) e a due livelli. La differenza nel metodo di attacco e nell’altezza della struttura finale. Quindi, il granchio ti consente di posizionare tutte le strisce del profilo allo stesso livello e l’altezza totale del profilo con intonaco di gesso sarà 27 + 9,5 = 36,5 mm. L’altezza del profilo e del GCR con un connettore a due livelli sarà 27 + 27 + 9,5 = 63,5 mm. Inoltre, il consumo del profilo nel secondo caso sarà maggiore. Ma quale modo scegliere, decidere direttamente dal maestro.

      Resta da calcolare il numero richiesto di fogli di muro a secco. Qui tutto è estremamente semplice, conoscendo l’area della stanza 5 * 3 = 15 m2 e l’area di un foglio, ad esempio 2,5 * 1,2 = 3 m2, otteniamo 15/3 = 5 fogli. Ora calcoliamo il numero di viti. Questo deve essere fatto in base ai seguenti dati:

      • per il fissaggio al soffitto e alle pareti, vengono utilizzati tasselli e viti autofilettanti 6×60, il passo per il fissaggio alle pareti è di 300 mm, per il soffitto 600 mm;
      • per fissare il profilo e le sospensioni, il profilo e i granchi, è necessaria una vite autofilettante LN 9, LN 11. Per il profilo e la sospensione sono necessarie 2 viti, per il granchio e il profilo 4 viti;
      • Le viti autofilettanti MN 30 sono utilizzate per il fissaggio dell’intonaco di gesso con passo di 250 mm tra le viti.

      Alla fine, resta da mettere sul circuito la posizione degli apparecchi di illuminazione e calcolare la quantità richiesta di cablaggio.

      Come realizzare un controsoffitto da soli

      Su come installare un controsoffitto con un elenco di diverse opzioni di installazione, è possibile scrivere un piccolo rapporto scientifico. Nel quadro di questo articolo, considereremo l’opzione di installazione più semplice, che puoi fare da solo senza avere le competenze professionali di un costruttore.

      Lavora con pennarello e metro a nastro

      L’installazione di controsoffitti inizia con la marcatura della superficie del soffitto. Se la superficie del pavimento è piatta, prendere un metro a nastro e un pennarello. Misuriamo l’altezza del futuro controsoffitto senza tener conto del foglio a secco. Su tutta la lunghezza su ogni parete mettiamo 3-4 segni, quindi prendiamo il filo per mascheratura e colleghiamo i segni in una linea. Questa linea costituirà una linea guida per il profilo guida PPN 28/27.

      Ora segniamo il soffitto per il profilo principale del software 60/27 e sospensioni. Ci ritiriamo dalle pareti la distanza necessaria, mettiamo alcuni segni e battiamo la linea con un filo per mascherare. Ripetiamo la procedura per tutti gli altri profili del profilo di supporto con un passo di 600 mm. Sulle linee contrassegnate per il profilo del telaio, designiamo i luoghi per le sospensioni dirette, come mostrato nel diagramma.

      Montaggio del telaio del soffitto

      Montiamo una cornice per un controsoffitto

      Fissiamo i profili alle pareti e al soffitto, formando una cornice per fogli di cartongesso

      Terminato il markup di base, si procede all’installazione dei profili. Iniziamo con il profilo guida PPN 28/27 attorno al perimetro della stanza. Prendiamo un perforatore o un trapano nelle nostre mani e facciamo dei fori per il tassello 6×60 lungo la linea precedentemente tracciata. Eseguiamo gli stessi fori sul profilo. Per un fissaggio affidabile, praticare il primo e l’ultimo foro a 100 mm dalla parete, tutti i successivi 300 mm dalla parete. Inserire i tasselli nei fori ottenuti e fissare il profilo PPN in posizione.

      Importante! Durante l’installazione del controsoffitto, dovrai avvitare molte viti autofilettanti diverse, quindi usa un cacciavite. Ciò accelererà notevolmente e faciliterà tutto il lavoro..

      Il prossimo passo è riparare le sospensioni. Per fare questo, prendi la sospensione e applicala sul segno sul soffitto. Dovrebbe essere posizionato rigorosamente nel mezzo della linea e ad angolo retto rispetto ad esso. Segniamo un posto per il tassello e facciamo un buco. Quindi guidiamo nella protezione del bullone di espansione e fissiamo la sospensione. Ripeti l’intera procedura per 40 sospensioni.

      Importante! La sospensione può essere fissata con 1 o 2 tasselli, dipende da quanto sia affidabile la struttura che desideri ottenere.

      Ora ripariamo il frame principale. Per fare ciò, piegare le antenne delle sospensioni in modo che un profilo entri liberamente tra di loro. Iniziamo il profilo verso l’interno e all’altezza richiesta fissiamo sui lati con viti metalliche.

      Telaio per controsoffitto in cartongesso

      Esempio: come potrebbe apparire un telaio per controsoffitto a più livelli

      Dopo aver riparato tutte le strisce di profilo, prendiamo un metro a nastro e segniamo i punti di attacco dei granchi. Quindi li avvolgiamo in cima al profilo con le antenne verso il basso e premiamo con fermezza verso il basso per scattare all’interno. Fatto ciò, procediamo al taglio dei ponticelli dal profilo PP 60/27. Per fare questo, usa una smerigliatrice o delle forbici per metallo e taglia a pezzi l’intero profilo. Prendiamo le dimensioni sulla base del fatto che il ponticello si inserirà tra le strisce principali. Dopo aver tagliato la quantità richiesta, si procede all’installazione. Facciamo un ponticello sotto il granchio e li premiamo strettamente insieme in modo che il granchio scatti all’interno. Dopo aver installato tutti i ponticelli in questo modo, li allineamo in linea retta secondo il diagramma disegnato. Quindi fissiamo tutti i granchi e i profili con 4 viti.

      L’installazione del telaio è completata. È possibile dotare l’isolamento termico e acustico e posare i cavi per l’illuminazione.

      Regole per affrontare la superficie GKL

      Inquadratura in cartongesso di un controsoffitto

      Montiamo i fogli di cartongesso sul telaio del soffitto: le piastre del muro a secco sono fissate ai profili con viti autofilettanti

      Applichiamo fogli di cartongesso al telaio preparato e lo fissiamo con viti al profilo. Ci assicuriamo che i bordi del GCR si trovino sul profilo. Per affidabilità, fissiamo tutti i fogli a parte. Per fare questo, dovrai tagliarne alcuni, ma questo è fatto molto facilmente. Innanzitutto, il cartone viene tagliato sotto il righello da un lato, il gesso viene delicatamente rotto e quindi il cartone viene tagliato dall’altro lato..

      Intonaco a soffitto in cartongesso

      Dopo l’installazione, prima è necessario stuccare i giunti e i punti per l’installazione di viti autofilettanti con stucco, quindi coprire l’intero soffitto con una miscela di stucco

      L’installazione del controsoffitto con le tue mani è completata, rimane per completare la decorazione. Per fare ciò, allineare con cura e allineare tutti i giunti e i punti in cui le viti sono avvitate. Attendiamo che lo stucco sia completamente asciutto, dopodiché applichiamo lo strato di finitura dei materiali di finitura. Alla fine montiamo dispositivi di illuminazione. Tutti i lavori di installazione sul controsoffitto sono abbastanza semplici per i principianti nel settore delle costruzioni. L’importante è rispettare la tecnologia del lavoro.

      logo

      Leave a Comment