Pavimentazione

Quale è meglio scegliere: linoleum o laminato sarà il rivestimento perfetto

Cosa è meglio scegliere: linoleum o laminato

Paul, come ultimo tocco nel dipinto dell’artista, dona agli interni un aspetto completo. La pavimentazione giusta riempirà l’interno di armonia e una cattiva scelta può screditare qualsiasi decisione progettuale. Infine, quanto durerà la riparazione dipenderà dalla scelta del pavimento, perché è il pavimento che occupa quasi tutti i carichi operativi: i mobili sono su di esso, le persone ci camminano sopra, devono essere lavati spesso. Se, per completare la riparazione, per un motivo o per l’altro, decidi di abbandonare il pavimento di legno vivente, devi decidere cosa scegliere: linoleum o laminato. Entrambi questi tipi di vestiti per il pavimento quasi non differiscono nel prezzo, ognuno di essi ha i suoi vantaggi e svantaggi..

Soddisfare

  • Lo scopo dei locali è il criterio principale
  • Cos’è il pavimento in laminato?
  • I solidi vantaggi del pavimento in laminato
  • Manca tutto nel laminato
  • Linoleum – un’alternativa al laminato
    • Linoleum naturale, caratteristico
    • Linoleum in PVC sintetico
    • Laminato o linoleum: cosa e quando scegliamo
    • Lo scopo dei locali è il criterio principale

      Qualsiasi rivestimento del pavimento, indipendentemente dal materiale, deve essere:

      • Di lunga durata: servire senza riparazioni il più a lungo possibile;
      • A prova d’umidità: i pavimenti devono essere lavati frequentemente;
      • Resistente all’abrasione: i mobili camminano e si muovono sul pavimento;
      • Resistente ai raggi UV: non sbiadire sotto l’influenza della luce naturale o artificiale.

      Inoltre, a seconda dello scopo della stanza, la priorità delle proprietà elencate della pavimentazione cambia. Ad esempio, i pavimenti dell’ufficio dovrebbero essere particolarmente resistenti all’abrasione, perché devono resistere a sollecitazioni meccaniche più intense rispetto al soggiorno.

      Lo scopo della stanza è il criterio principale nella scelta di un pavimento

      Scegli tra laminato e linoleum, a seconda dello scopo della stanza

      Il pavimento in un ampio soggiorno molto luminoso di un appartamento o una casa privata dovrebbe essere altrettanto resistente all’abrasione e ai raggi ultravioletti. In effetti, in questa stanza ricevono ospiti e il pavimento, anche dopo aver ballato, le donne in scarpe con tacchi a spillo sottili, dovrebbero rimanere impeccabili. La resistenza al burnout consentirà di riorganizzare i mobili senza timore che un punto più scuro appaia improvvisamente al posto di un mobile o di un divano enorme.

      Infine, in cucina, corridoio o pavimento dei bambini, è necessario non solo lavarsi frequentemente, ma anche con l’aiuto di detergenti e persino solventi per rimuovere le macchie ostinate, e quindi il criterio principale per la scelta di un pavimento qui è la resistenza all’umidità e l’elevata resistenza.

      Pertanto, solo comprendendo le caratteristiche di due rivestimenti per pavimenti e “provandoli” nella tua stanza specifica, puoi rispondere alla domanda quasi retorica: laminato o linoleum – che è meglio?

      Cos’è il pavimento in laminato?

      Il laminato è un pavimento multistrato artificiale. La base e lo strato più spesso di pavimenti in laminato è, di norma, uno speciale pannello in MDF, sul lato “sbagliato” del quale viene applicato uno strato protettivo di polimero.

      Laminato: che cos'è?

      Il laminato è un rivestimento multistrato artificiale che imita la trama del legno e di altri materiali naturali

      La parte frontale del laminato di base è formata come segue. Uno strato di carta decorativa che imita la struttura di vari materiali naturali viene incollato sul pannello di base e quindi rivestito con uno strato protettivo resistente all’usura di acrilato o resina melamminica o di un film polimerico.

      Secondo il metodo di finitura superficiale, un laminato è

      • Lucido;
      • Raso;
      • strutturato.

      In base al livello di resistenza all’usura, il laminato è diviso in classi indicate da numeri. Una cifra più grande corrisponde a un tasso più elevato di resistenza all’usura:

      • 21, 22, 23 – rivestimenti laminati per locali residenziali;
      • 31, 32, 33 – laminato ad alta resistenza per spazi pubblici.

      L’isolamento acustico del pavimento dipende dallo spessore del rivestimento del pavimento laminato, che può essere da 6 a 12 mm: più spesso il materiale, maggiore è il livello del suo assorbimento acustico.

      I solidi vantaggi del pavimento in laminato

      I moderni pavimenti in laminato sono dotati di numerosi vantaggi, grazie ai quali sono così popolari oggi negli interni di edifici pubblici e residenziali.

      • Resistente ai raggi UV. Secondo questo indicatore, il laminato supera la maggior parte dei rivestimenti per pavimenti. I pavimenti in laminato non si sbiadiscono sotto l’influenza della luce solare e dei locali artificiali e preservano la gamma originale di colori e sfumature per tutta la vita utile. Puoi riorganizzare i tappeti o riorganizzare i mobili quanto vuoi: i punti bruciati sul pavimento non appariranno mai.
      • Forza, resistenza all’usura, resistenza al calore, rispetto dell’ambiente. Grazie al rinforzo di componenti assolutamente ecologici e resistenti alle sollecitazioni meccaniche, lo strato protettivo trasparente del laminato è resistente ai carichi d’urto e alla pressione di mobili massicci. Non ci sono graffi o ammaccature sul laminato dai talloni o “bruciature” termiche da una sigaretta accidentalmente caduta o da una fiamma che brucia dal camino. Il pavimento in laminato è antistatico e quindi non attira la polvere e non provoca allergie..
      • Styling facile. Rapidamente e facilmente, in poche ore, anche un non specialista può posare il pavimento dal laminato, passo dopo passo seguendo le raccomandazioni delle istruzioni del produttore. Per l’installazione di rivestimenti laminati di ultima generazione, non è necessaria alcuna colla; sono dotati di blocchi a scatto per collegare i pannelli. Questo tipo di pavimento può essere facilmente smontato e riutilizzato in un’altra stanza..
      • Possibilità di posa su qualsiasi base. I pavimenti in laminato possono essere posati su supporti in cemento e pietra. Se non hanno bisogno di allineamento, puoi fare a meno della preparazione preliminare. Inoltre, utilizzando in ogni caso il proprio tipo di substrato speciale, il laminato può essere posato su assi di legno, piastrelle in vinile e persino su un tappeto a pelo corto, senza smontarli.
      • Facilità di cura. Un panno umido o un aspirapolvere è sufficiente per pulire il pavimento laminato. Da esso facilmente, senza lasciare tracce, vengono rimosse macchie di grasso, smalto, resine e persino olio nero.

      Manca tutto nel laminato

      Con molti vantaggi, un laminato, come qualsiasi altro materiale da costruzione, non è privo degli svantaggi che dovrebbero essere considerati nella scelta della pavimentazione ottimale..

      • Tutta la vita. Dovrebbe essere selettivo quando si sceglie un laminato per pavimenti in ambienti con elevata umidità o traffico elevato, in particolare negli uffici o nel corridoio e nella cucina dei locali residenziali – anche con la massima cura, i pavimenti in laminato non dureranno più di 5-7 anni.
      • Natura sintetica. Il laminato è un materiale di finitura creato artificialmente e non è adatto per ambienti in cui sono preferiti materiali naturali.
      • Sensibilità all’acqua e all’ambiente ostile. Lavaggi frequenti con detergenti aggressivi e cure improprie possono causare macchie biancastre sul pavimento laminato.
      Laminato: che cos'è?

      Debole tenuta dei giunti tra i pannelli – il punto debole del laminato

      • Debole tenuta dei giunti tra i pannelli. Questa è la parte più vulnerabile dei pavimenti in laminato, indipendentemente dalla classe di resistenza all’usura. La tecnologia di posa del laminato non consente di ottenere una perfetta tenuta delle cuciture. Durante il funzionamento, umidità e polvere penetrano nelle articolazioni, sotto l’influenza del quale i bordi dei pannelli si rompono nel tempo e il pavimento perde la sua estetica.

      Eppure, nonostante le carenze e la varietà di collezioni e il costante miglioramento delle proprietà, la popolarità dei pavimenti in laminato negli interni delle stanze non ha rivali. Imitando legno naturale, pietra o piastrelle, si confronta favorevolmente con il prezzo dei prototipi. Le soluzioni di stile, grafica e colore per i pavimenti laminati consentono di creare aree funzionali con “diversi” materiali di pavimentazione in una stanza e le linee di transizione, ad esempio, dal “parquet” al “marmo” sembrano naturali e armoniose. Oggi, i pavimenti in laminato adornano spazi abitativi, negozi, ristoranti, boutique, sale espositive, aule, ecc..

      Linoleum – un’alternativa al laminato

      Il linoleum è una vasta gamma di rivestimenti per pavimenti realizzati sulla base di componenti sia naturali che sintetici. Se i linolei naturali sono costituiti esclusivamente da materie prime naturali e olio di semi di lino come legante, allora analoghi sintetici o rivestimenti in PVC vengono prodotti sulla base del cloruro di polivinile con vari additivi. Le proprietà operative dei linolei, che possono essere divise in due gruppi, dipendono dalle proporzioni dei componenti di partenza:

      • linoleum naturale;
      • linoleum sintetico in PVC;

      Oltre ai linolei naturali e sintetici, questo tipo di pavimentazione comprende anche vari tipi di rivestimenti in gomma e piastrelle in quarzo-vinile.

      Linoleum naturale, caratteristico

      Il linoleum naturale è un materiale artificiale per pavimenti, creato esclusivamente con materiali naturali: olio di semi di lino, resine di legno naturale, nonché farina di sughero o legno, polvere di gesso o calcare come riempitivo e fibre di iuta come base. Il risultato è una pavimentazione di alta qualità con prestazioni eccellenti:

      • durata – una durata di 25-30 anni;
      • forza e alta resistenza all’usura;
      • antistatico;
      • infiammabilità;
      • resistenza al calore;
      • resistenza all’umidità;
      • proprietà battericide;
      • alto livello di assorbimento acustico;
      • ampia gamma di colori.
      Linoleum naturale

      Il linoleum naturale è un materiale artificiale per pavimenti, creato esclusivamente con materiali naturali.

      Il linoleum naturale, per la sua durata e la massima igiene, è indispensabile in ospedali, scuole, asili nido, strutture di ristorazione, centri commerciali e uffici. Non si sbriciola e non si spezza sotto i cambiamenti di temperatura e umidità, non si consuma, non si sbiadisce sotto l’illuminazione artificiale e al sole. Il colore o il motivo del linoleum naturale è dipinto su tutta la sua profondità e quindi non verrà mai sfregato. Infine, grazie ad uno spessore di 0,8-4 mm, questo pavimento può essere posato su qualsiasi base nemmeno molto uniforme..

      Tra le carenze dei linolei naturali, si può notare quanto segue:

      • alto prezzo;
      • la complessità dello stile, che può essere fatto solo da professionisti;
      • cura esigente – una volta ogni 4-6 mesi è necessario strofinare con un mastice speciale.

      Linoleum in PVC sintetico

      Una vasta famiglia di pavimenti in PVC sintetico può essere divisa in tre gruppi:

      Linoleum commerciale. Un gruppo di rivestimenti sintetici per pavimenti ad alta resistenza progettati per pavimentazioni in ambienti ad alto traffico e carichi meccanici elevati. Il linoleum commerciale viene posato in istituti scolastici, complessi sportivi, magazzini e locali industriali. I principali vantaggi di questo materiale:

      • antistatico;
      • anti scivolo;
      • assorbimento acustico.

      Linoleum domestico. Progettato per locali residenziali, caratterizzato da una varietà di colori e motivi. A causa dei prezzi convenienti, è ampiamente utilizzato in cucine, corridoi, camerette e altre stanze di appartamenti e case residenziali.

      Linoleum in PVC sintetico

      I moderni pavimenti in PVC sintetico possono essere divisi in tre gruppi: linoleum commerciali, semi-commerciali e domestici

      Linoleum semi-commerciale. Un gruppo che combina le migliori caratteristiche dei linolei commerciali e domestici. Forte, durevole, resistente all’usura, diversa varietà di colori e design luminoso. La vasta gamma di linoleum commerciale è piuttosto ampia, il che è particolarmente conveniente quando si organizzano pavimenti in ampie stanze di uffici, hotel, strutture per l’infanzia, ecc..

      Vantaggi del linoleum sintetico in PVC

      • prezzo abbordabile;
      • un’ampia gamma di colori, motivi e motivi aggiornati di frequente;
      • semplicità di posa, che non richiede competenze professionali;
      • bassa conducibilità termica;
      • antistatico;
      • igiene.
      Linoleum in PVC sintetico

      La palette di linoleum in PVC ha una varietà di colori e un design luminoso

      La palette di linoleum in PVC ha una varietà di colori e un design luminoso

      Oltre all’elenco dei vantaggi comuni per un gruppo di linolei sintetici, vengono prodotti singoli tipi con proprietà antiscivolo e maggiore assorbimento acustico.

      Svantaggi della pavimentazione in PVC

      • Gli svantaggi dei linoleum in PVC sono principalmente dovuti alla loro natura sintetica:
      • sensibile alle alte temperature – fusione;
      • instabile per grassi, alcali, acetone e altri solventi;
      • diminuzione dell’elasticità a temperature più basse, di conseguenza, il rivestimento potrebbe rompersi o rompersi.

      Laminato o linoleum: cosa e quando scegliamo

      Sia il laminato che il linoleum hanno molti vantaggi indiscutibili, ma non sono privi di svantaggi e quindi non possono esserci ricette inequivocabili per il loro uso.

      per esempio, confronto laminato e linolei sintetici in modo errato, poiché i prezzi di questi materiali sono incomparabili. Pertanto, se decidi di aggiornare e rinfrescare la stanza nel modo più economico possibile, ovviamente il linoleum in PVC sintetico è perfetto per te. È vero, se stiamo parlando di un cottage estivo non riscaldato in inverno, allora entro la primavera il linoleum nuovo di zecca sul pavimento può andare piuttosto male per il freddo.

      Il laminato e il linoleum commerciale o naturale sono comparabili nel prezzo e possono ben diventare un’alternativa. Quasi gli stessi vantaggi sono inerenti a questi tipi di rivestimenti per pavimenti, ma ci sono ancora diverse differenze che possono diventare decisive nella scelta dell’uno o dell’altro materiale..

      Il linoleum può essere lavato tutte le volte che lo si desidera, con qualsiasi quantità di acqua usando qualsiasi detergente. Il laminato può essere pulito solo con un panno ben strizzato e leggermente umido, senza dimenticare le vulnerabili giunture dei pannelli.

      La durata del laminato è inferiore alla durata del linoleum, ma il laminato assomiglia molto al legno naturale o ad altro materiale naturale! Se vuoi, sdraiati.

      Laminato o linoleum: cosa e quando scegliamo

      Il linoleum sintetico in PVC è la pavimentazione ideale per aree pubbliche ad alto traffico

      Per locali pubblici, di magazzino o industriali, un’officina domestica, eventuali locali tecnici, naturalmente, il linoleum in PVC sintetico è un rivestimento per pavimenti ideale.

      Infine, per fare una scelta tra pavimenti in laminato artificiale e linoleum naturale, solo la voce interiore ti aiuterà, che speriamo non ti deluderà.

      logo

      Leave a Comment