Pavimentazione

Massiccia tecnologia di posa delle assi: dispositivo e metodi di finitura

Tecnologia di posa in legno massello

Una tavola massiccia è chiamata rivestimento del pavimento finito fatto di un solido legno massiccio di specie decidue o di conifere, ai lati dei quali il produttore fornisce scanalature e creste per unire i bordi adiacenti. Il pavimento delle assi di tutto l’array si distingue per il suo aspetto presentabile, trattiene perfettamente il calore, è resistente alle sollecitazioni, durevole ed ecologico, è conveniente da usare e, se necessario, tollera ripetuti scarti, smerigliatura o lucidatura. Se la posa di una tavola massiccia viene eseguita con il rigoroso rispetto delle istruzioni e la qualità iniziale del materiale soddisfa gli standard della tecnologia, un pavimento bello e resistente da esso servirà più di una generazione.

Soddisfare

  • Benchmark e criteri di selezione
  • Tipi e preparazione delle basi di posa
  • Preparazione delle fondamenta in cemento
  • La base del cuscinetto sui ritardi
  • Base – Pavimento in legno esistente

 

  • Metodi di posa: colla e senza colla
  • Posa in legno massello
  • Finitura in legno massello
  • Benchmark e criteri di selezione

    La durabilità e le caratteristiche ad alte prestazioni del futuro pavimento in legno naturale dipendono ugualmente dal rispetto delle istruzioni di installazione e dalla qualità originale della tavola massiccia. A sua volta, la qualità di una tavola di legno massiccio dipende da tali fattori:

    • qualità delle materie prime;
    • attrezzare la linea di produzione dello stabilimento di produzione;
    • moderna tecnologia di asciugatura.
    Criteri di selezione del pavimento in legno massiccio

    Tavola massiccia: scanalature e nervature sono fornite sui lati per unire le assi adiacenti

    Il legno condizionato per la fabbricazione di assi di legno massiccio non deve contenere fori passanti, nodi, muffe o marciume. La stabilità delle dimensioni lineari del prodotto finito dipende dalle moderne attrezzature tecniche del produttore e dal rispetto della tecnologia di essiccazione. Nelle moderne imprese di lavorazione del legno, il legno viene essiccato ad alte pressioni fino a un contenuto minimo di umidità, impregnato di antisettici per tutta la sua profondità, quindi l’umidità viene adattata artificialmente alle condizioni ottimali.

    Nella maggior parte delle imprese, i pannelli del massiccio vengono macinati dopo l’essiccazione e applicati sulla superficie con diversi strati di vernice resistente all’usura o rivestiti con oli o cera e i pavimenti di tali pannelli sono pronti per l’uso subito dopo la posa. Se la finitura della pavimentazione naturale del massiccio in fabbrica non è completata, viene eseguita nella fase finale dopo la posa.

    Una tavola solida di qualità dovrebbe soddisfare i seguenti criteri:

    • umidità – 7-10%;
    • spessore – 15-30 mm, ma può raggiungere 50 mm;
    • larghezza – 100-150 mm;
    • lunghezza – da 50 cm a 3 metri e si verifica fino a 6 m;
    • deviazioni ammissibili di dimensioni lineari – non più di 0,5 mm.

    La resistenza e le caratteristiche meccaniche di base del futuro pavimento dipendono dallo spessore della tavola massiccia. Più spesso di altri, vengono utilizzate tavole con uno spessore di 20-25 mm, ma la scelta finale dipende dal tipo di base per il pavimento, dal tipo di legno e dallo scopo della stanza.

    Tipi e preparazione delle basi di posa

    Pavimenti in legno massello possono essere posati in qualsiasi stanza: case private in legno e pietra, nonché in appartamenti con grattacieli in mattoni, pannelli o case monolitiche in cemento. La base per il pavimento può essere:

    • lastre di cemento armato di pavimenti;
    • strutture portanti in metallo o legno – ritardi;
    • pilastri portanti del primo piano di una casa privata;
    • vecchi pavimenti in legno.

    In tutti questi casi, viene utilizzata la stessa tecnologia di posa di una tavola massiccia, ma la preparazione di ogni tipo di base ha le sue caratteristiche distintive.

    Preparazione delle fondamenta in cemento

    La base in cemento, se necessario, è livellata con un massetto di cemento e sabbia.

    Importante: si consiglia di installare pavimenti in legno su calcestruzzo fresco solo 2,5-3 mesi dopo il getto. Il grado di prontezza della base viene verificato premendo saldamente un piccolo foglio di polietilene sulla superficie. Se dopo 48 ore la condensa non si deposita sul lato del film, la base è adatta per i continui lavori di pavimentazione.

    Uno strato barriera al vapore di polietilene espanso o mastice macinato viene posato su una base asciutta e uniforme. Il film di polietilene può essere sovrapposto o di testa, incollando pannelli con nastro da costruzione.

    Sulla parte superiore dello strato di barriera al vapore, vengono posati fogli di compensato resistente all’umidità, precedentemente segati lungo il lato più piccolo in strisce di 40-60 cm di larghezza. I frammenti della base in compensato sono posati in diagonale o sfalsati in modo che tra loro vi sia uno spazio di 2-3 mm, e tra il foglio estremo di compensato e il muro vi è uno spazio di circa 10 cm. Dopo aver posato la base in compensato, viene fissato saldamente al calcestruzzo mediante viti con tasselli al ritmo di 15 punti di attacco per 1 mq Le teste delle viti sono incassate ad una profondità di 3-4 mm.

    Preparazione delle fondamenta in cemento

    Una massiccia tavola non più spessa di 25 mm può essere posata su una base di cemento

    Se il mastice del suolo viene utilizzato come barriera al vapore, la base in compensato può essere incollata. Per fare ciò, il mastice viene diluito con un solvente alla consistenza ottimale, applicato al calcestruzzo e vengono preparati fogli di compensato preparati, applicando adesivo compatibile con il mastice su di essi.

    Importante: su una base di compensato posata su calcestruzzo, è possibile posare i pavimenti da una tavola massiccia, se il suo spessore non supera i 25 mm.

    La base del cuscinetto sui ritardi

    La base portante sui tronchi viene utilizzata quando si organizza il pavimento in nuove case con una base in cemento molto irregolare, i pavimenti sui pali di supporto ai primi piani delle case private, nonché nei casi in cui è previsto l’uso di assi di legno massiccio con uno spessore di oltre 25 mm come rivestimento di finitura. La disposizione della base del cuscinetto sui tronchi è molto popolare, poiché il design non richiede operazioni sull’acqua, successiva asciugatura ed è montato abbastanza rapidamente.

    Preparazione della base del cuscinetto sui ritardi

    Preparazione della base del cuscinetto sui tronchi: pavimentazione in compensato su una struttura già sistemata e allineata dai tronchi

    I tronchi sono barre rettangolari di legno, di solito con una sezione trasversale di 50×55 mm e una lunghezza di 70-100 cm, sono fissate a una base di cemento o di altro tipo con viti con tasselli perpendicolari alla direzione della futura tavola del pavimento. Il passo di ritardo, di regola, è di 25-30 cm e la distanza tra i punti adiacenti di attacco alla base è di almeno 50 cm.

    Uno strato di lana minerale viene posato nello spazio tra i ritardi, che allo stesso tempo svolge la funzione di isolamento termico e insonorizzazione, che è particolarmente importante per i primi piani. Al di sopra del ritardo, uno strato di materiale barriera al vapore viene posato e fissato con una cucitrice meccanica, e infine un pavimento nero viene posato da un compensato resistente all’umidità – la base per la posa del pannello.

    Base – Pavimento in legno esistente

    Il pavimento in legno esistente può servire come base per la posa di una tavola massiccia, se c’è una solida fiducia nella sua forza. Altrimenti, è meglio smantellare e creare una nuova base moderna. Se non ci sono dubbi, il vecchio pavimento viene rettificato con una smerigliatrice, installando una cinghia abrasiva grossolana, accuratamente pulita dalla polvere e viene posato uno strato impermeabilizzante di polietilene normale o espanso.

    La tavola massiccia in questo caso è posta nella stessa direzione delle assi del piano principale. Se è prevista una direzione diversa del rivestimento di finitura, uno strato di compensato resistente all’umidità con uno spessore di circa 12-15 mm viene posato sopra il pavimento esistente sabbiato.

    Base - Pavimento in legno esistente

    Prima di posare una tavola massiccia, la base del compensato viene macinata e rimossa la polvere

    Pertanto, indipendentemente dal design della base del pavimento, la sua finitura è in compensato impermeabile. Prima di posare il pavimento finale da una tavola massiccia, il pavimento in compensato grezzo viene levigato con una smerigliatrice e la polvere rimossa.

    Metodi di posa: colla e senza colla

    Una tavola del pavimento in legno massiccio è incollata o senza colla. Con l’uso della colla, una tavola viene posata da preziose specie di legno, che, di regola, è più sottile delle specie comuni e la sua lunghezza raramente supera i 2 m – il prezzo elevato ha un effetto. Il metodo della colla per la posa di una tavola massiccia è preferibile anche quando si organizza il pavimento in stanze di un’area molto ampia o di un contorno irregolare complesso, nonché in aree molto piccole, ad esempio nell’area della porta e delle aperture ad arco.

    Modi per posare una tavola enorme: colla e colla

    Sulla colla viene posata un’enorme tavola di legno pregiato, non molto spessa e non molto lunga

    Quando si incollano le assi del pavimento, le enormi assi vengono incollate alla base con una speciale colla, strettamente unite tra loro nelle direzioni trasversale e longitudinale e fissate alla base nelle articolazioni laterali con viti autofilettanti ad un angolo di 45 °, incassando i tappi a una profondità di 3-5 mm.

    Il pavimento in legno massiccio incollato alla base è resistente alle deformazioni stagionali, durevole, non necessita di giunti di dilatazione. Allo stesso tempo, è molto capriccioso quando gli indicatori di temperatura e umidità sono più alti di quelli consentiti e non è affatto adatto come rivestimento per pavimenti di finitura in sistemi di riscaldamento a “pavimento caldo”. Infine, per sostituire anche una piccola area danneggiata, è necessario smontare completamente l’intero pavimento adesivo.

    Un modo più moderno di incollare una tavola massiccia è semplice in esecuzione ed è sempre usato quando si lavora con prodotti dotati di un sistema di bloccaggio maschio e femmina.

    Posa in legno massello

    Alla vigilia dell’inizio della pavimentazione, una tavola enorme dovrebbe essere portata nella stanza, rimossa dalla confezione, impilata e lasciata per 3-5 giorni. Ciò è necessario affinché il materiale accetti la temperatura e l’umidità dell’ambiente e successivamente non si deformi durante il funzionamento del pavimento.

    Posa in legno massello

    Posare una tavola enorme con le tue mani non creerà problemi nemmeno per un laico

    Se la base per il pavimento è adeguatamente preparata e viene selezionato materiale di alta qualità, posare una tavola massiccia con le tue mani non creerà problemi nemmeno per i laici. I produttori raccomandano di posare una tavola da un array con un’umidità relativa non superiore al 60% e una temperatura dell’aria di 10-30 ° C. Molto spesso, una tavola massiccia viene posta parallela alla direzione della luce dalla stessa finestra illuminata, ma sono possibili altre soluzioni, ad esempio in diagonale.

    La posa della prima fila di assi del pavimento inizia lungo la parete più lunga, parallela all’asse del pavimento, con una punta al muro, è allineata e fissata con viti autofilettanti in modo che possano essere coperte con un battiscopa. Il lato del pannello opposto alla parete è fissato alla base o ai ritardi, avvitando la vite autofilettante nella scanalatura con un angolo di 45 °. Il fissaggio alla base viene eseguito con viti per legno, la cui lunghezza dovrebbe essere 2-2,5 volte lo spessore della tavola.

    Posa in legno massello

    Ogni pedana deve essere fissata su tutti i ritardi adiacenti

    Importante: ogni pedana deve essere fissata su tutti i ritardi con cui è in contatto..

    Ogni fila successiva di assi è posata con un picco nella scanalatura delle assi della fila precedente, senza dimenticare di fissare alla base con viti. Per un adattamento ottimale delle assi del pavimento, sono personalizzate con l’aiuto di cuscinetti. L’ultima fila di schede, come la prima, è fissata alla base con viti autofilettanti in modo che possano essere nascoste sotto la base. Tra le file estreme di assi del pavimento e le pareti lasciano uno scarto di temperatura di 8-10 mm.

    Finitura in legno massello

    Se per il pavimento è stata utilizzata una tavola massiccia con una finitura applicata in fabbrica, il pavimento può essere azionato immediatamente dopo l’installazione. Nel caso di utilizzo di una tavola di legno massello non trattata, il pavimento appena posato dovrebbe “rimanere in piedi” per circa una settimana, quindi viene levigato e rivestito con due strati di vernice per evitare che si asciughino o si inondino del legno.

    Anche i pavimenti in legno naturale sono soggetti a lucidatura obbligatoria se la differenza di spessore di due pannelli adiacenti supera lo 0,5 mm consentito ed è evidente. La tavola massiccia è rettificata lungo le fibre usando una cinghia abrasiva con una grana di 0,15 mm. Se difetti, ammaccature, sbavature compaiono sulla superficie delle assi del pavimento durante l’installazione, devono essere stuccati, levigati e solo allora deve essere applicata la vernice..

    Pavimenti in legno massiccio

    Dopo la posa, il pavimento della massiccia tavola viene verniciato o impregnato di oli e formulazioni di cera

    I fan di un pavimento in legno naturale possono utilizzare speciali composti di cera d’olio per rivestire il legno anziché la vernice. I mezzi a base di oli e cere naturali, a differenza delle vernici, impregnano la tavola di legno massiccio per tutto il suo spessore, creando il film protettivo più sottile sulla superficie. Questo rivestimento accentua efficacemente la struttura naturale del legno, proteggendolo dai danni di insetti, muffe o funghi.

    La praticità di una tavola enorme come pavimentazione è stata dimostrata nel corso di secoli di servizio senza problemi, è bella, spettacolare, rispettabile. Nonostante la venerabile età d’uso, una tavola in legno massiccio non passa mai di moda, si presta a qualsiasi tipo di lavorazione, fino all’invecchiamento artificiale, così popolare tra i designer quando creano interni in stile “vintage”.

    logo

    Leave a Comment