Riscaldamento

Come piastrellare la stufa e quali piastrelle sono meglio usare

I caminetti, le stufe russe e olandesi tornano di nuovo con fiducia alle moderne case di campagna, per molti secoli adornano le case della gente comune, magnifici palazzi della nobiltà e riscaldandoli con calore vivace. Il forno della casa è da tempo simbolo del focolare e del benessere della famiglia, è stato costruito per secoli, decorato con piastrelle e questa tradizione è ancora viva. Le piastrelle in ceramica per stufe e caminetti, oltre alla funzione decorativa, risolvono anche diversi problemi pratici: a causa dell’assenza di crepe, il trasferimento di calore della stufa aumenta, i prodotti di combustione tossici non penetrano nella stanza attraverso il rivestimento ceramico del forno ed è molto più facile pulire le piastrelle lisce dalla polvere rispetto allo stucco grezzo. L’unica cosa da tenere a mente è che solo una piastrella di rivestimento resistente al calore per stufe è adatta per la finitura di una stufa a camino e una soluzione a base di argilla è il legante, la cui resistenza sotto l’influenza delle alte temperature aumenta solo con il tempo.

Soddisfare

  • Tipi di piastrelle in ceramica per stufe
  • Durevole terracotta colorata
  • Il lusso e la bellezza della maiolica
  • Mattonella resistente al calore
  • Piastrella in porcellana – rivestimento innovativo
  • Piastrelle: design unico
  • Come piastrellare una stufa
    • Rivestimento in rete metallica
    • Utilizzando angoli in alluminio
    • Piastrellando la stufa
      • Preparazione preliminare delle piastrelle
      • L’ordine della stufa in maiolica in muratura
      • Tipi di piastrelle in ceramica per stufe

        Dato che una stufa o un camino è un oggetto che si riscalda a temperature molto elevate, i materiali per la loro decorazione devono soddisfare le seguenti caratteristiche operative:

        • resistenza alle alte temperature;
        • forza;
        • elevata resistenza alle sollecitazioni meccaniche;
        • spessore non inferiore a 6-8 mm;
        • struttura a pori bassi.

        Solo alcuni tipi tradizionali e moderni di ceramiche edili – terracotta, maiolica, piastrelle di clinker per stufe, piastrelle e gres porcellanato che differiscono l’uno dall’altro per design e modalità di posa, corrispondono pienamente alle proprietà elencate. A seconda dello scopo della stanza, è possibile selezionare l’una o l’altra piastrella per stufe per la decorazione: se le caratteristiche termotecniche della piastrella sono più importanti quando si finisce la stufa per il bagno, allora il camino o la stufa nel soggiorno devono ancora corrispondere allo stile degli interni. Consideriamo tutte le opzioni di ceramica per i forni di rivestimento.

        Durevole terracotta colorata

        Questo è uno dei più antichi tipi di ceramica, che è prodotti non smaltati con una struttura altamente porosa di argilla di un certo grado, che vengono prima pressati e poi cotti. La terracotta è stata ampiamente utilizzata nell’architettura dell’antica Grecia, Roma, Asia e Russia per la produzione di piastrelle, elementi decorativi, piastrelle e piastrelle per affrontare focolari e stufe. Le differenze caratteristiche del materiale sono l’elevata resistenza e il colore rosso-marrone, terracotta, abbastanza brillanti.

        Tipi di piastrelle in ceramica per stufe

        Maiolica – piastrella smaltata antica per stufe di rivestimento

        Il lusso e la bellezza della maiolica

        In realtà, è migliorato, smaltato, terracotta. Il nome gli fu dato dall’isola spagnola di Mayorsky, da dove i mercanti portarono piastrelle, utensili e oggetti decorativi dipinti con smalto al piombo. Più tardi, l’arte di dipingere ceramiche dal Mediterraneo arrivò in Europa e in Russia..

        I prodotti in maiolica sono stati dipinti manualmente da artisti di talento e affrontare la stufa con piastrelle di ceramica di questo tipo era considerato un lusso, accessibile solo ai proprietari di case molto ricchi.

        Mattonella resistente al calore

        Questa varietà di ceramiche per l’edilizia è stata creata come alternativa più tecnologica ai mattoni da rivestimento, tradizionalmente utilizzata per decorare stufe e caminetti in Olanda, Germania e altri paesi del Nord Europa. Il clinker è composto da una miscela di diversi tipi di argilla, a cui vengono aggiunti, pressati e poi cotti coloranti chamotte e minerali a temperature elevate. Il risultato è un materiale di rivestimento resistente al calore con una struttura a bassa porosità di 9-12 mm di spessore, con una vasta gamma di tonalità di argilla naturale dal bianco e beige al terracotta brillante e al marrone cioccolato.

        Tipi di piastrelle in ceramica per stufe

        Le piastrelle in clinker per stufe hanno una vasta gamma di tonalità di argilla naturale dal bianco e beige al terracotta brillante e al marrone cioccolato

        Piastrella in porcellana – rivestimento innovativo

        Il tipo più moderno di ceramiche decorative, creato in Italia a metà degli anni ’80 del secolo scorso. Viene prodotto premendo ad alta pressione e temperatura una miscela di diversi gradi di argilla, sabbia di quarzo con l’aggiunta delle migliori frazioni di granito e scaglie di marmo, sali e ossidi di vari metalli come coloranti. A causa della struttura monolitica non porosa, della resistenza alle basse e altissime temperature, nonché di una vasta gamma di colori, trame e trame, questo tipo di ceramica per l’edilizia è ampiamente utilizzato nella decorazione di esterni e interni di edifici. In particolare, il rivestimento della stufa con piastrelle in gres porcellanato non è solo inferiore ai tradizionali tipi di piastrelle con caratteristiche termotecniche, ma, grazie al suo design diversificato, può imitare con successo maiolica, terracotta, clinker, granito, marmo e altri materiali naturali.

        Piastrelle: design unico

        Questo è un pezzo unico di materiale decorativo ceramico, decorato con un motivo vetrato, originariamente creato per affrontare stufe e utilizzato in questo ruolo nell’antica Babilonia.

        Le piastrelle, come altri tipi tradizionali di ceramica per rivestimento, sono realizzate con alcuni tipi di argilla con successiva cottura, ma differiscono nella forma di una scatola, a causa della quale le sue caratteristiche di risparmio di calore sono notevolmente aumentate e il calore trasferito dalla stufa alle piastrelle è considerato il più ecologico.

        Come piastrellare una stufa

        Quando si sceglie una piastrella in ceramica per decorare un camino o una stufa, assicurarsi di prestare attenzione a se ci sono tacche speciali sul lato sbagliato che forniscono una maggiore adesione al legante. Alcuni produttori producono anche piastrelle progettate per l’arredamento di forni con un sistema di scanalatura a pettine di bloccaggio, che consente di posarlo senza cuciture visibili sui giunti.

        Rivestimento in rete metallica

        Prima di affrontare la stufa con piastrelle, è necessario preparare la sua superficie e le cuciture in muratura. Se necessario, la vecchia vernice viene rimossa dalla superficie della stufa e pulita da polvere e sporco con una spazzola di metallo e le cuciture in muratura vengono ricamate a una profondità di circa 10 mm.

        Come piastrellare una stufa

        Per la durabilità del rivestimento prima della posa delle piastrelle, la superficie del forno è rinforzata con una maglia o angoli in alluminio.

        Per la forza della futura muratura, il forno è dotato di una rete metallica con maglie di dimensioni non superiori a 150×150 mm. La griglia è fissata alla muratura con chiodi da 100 mm, spingendoli uniformemente nei giunti tra i mattoni o usando viti autofilettanti, avendo fori precedentemente praticati d = 4-5 mm per loro nel mattone.

        Quindi, uno strato di malta di cemento di grado non inferiore a M400, sabbia e argilla, preparato nel rapporto di 1 parte di cemento, 0,2 parti di sabbia e 3 parti di argilla, viene applicato alla stufa murata con rete metallica. La varietà di argilla non è critica in questo caso..

        Quando lo strato di intonaco cemento-argilla è completamente asciutto, puoi iniziare a posare le piastrelle. La posa della prima fila di piastrelle inizia dal basso, controllando regolarmente l’orizzontale con un livello o confrontandolo con i segni precedentemente applicati con un cavo orizzontale. La malta di cemento-argilla, preparata nello stesso rapporto dell’intonaco, viene applicata direttamente sul lato sbagliato della piastrella, uniformemente distribuita con una spatola dentata, premuta sulla superficie della piastrella con le mani, picchiettando leggermente con un martello di gomma.

        Innanzitutto, stendi tutte le tessere di ogni fila e solo alla fine vengono tagliate usando un tagliavetro o una tagliatrice di piastrelle. Per garantire la stessa larghezza dei giunti lungo l’intera superficie tra le piastrelle, vengono installate croci restrittive: due lati orizzontali e verticali di ciascuna piastrella. In questo caso, le cuciture sono riempite con una soluzione di circa la metà per un effetto decorativo. Per garantire che il piano della superficie piastrellata sia perfetto, la posizione di ogni piastrella appena posata viene controllata con una striscia di legno.

        Una volta completata la posa, una goccia e lo sporco dalla soluzione legante vengono rimossi dalla superficie ceramica con un panno asciutto e pulito. Dopo 3 giorni, stuccare le articolazioni; dopo un altro giorno, la stufa può già essere utilizzata.

        come piastrellare una stufa

        Tre giorni dopo il completamento della piastrellatura, viene eseguita la stuccatura e un altro giorno può essere utilizzato per riscaldare il forno.

        Utilizzando angoli in alluminio

        Al posto della rete metallica, è possibile utilizzare speciali strisce di alluminio con fori come rinforzo per garantire la resistenza della muratura. Le strisce di rinforzo in alluminio vengono addirittura installate prima della piastrellatura della stufa, in fase di costruzione o in giunti verticali di muratura precedentemente ricamati ad una profondità di circa 10 mm. Quindi, gli angoli sono imbullonati a queste strisce – un profilo a T in alluminio, e tra loro sono posate su un mortaio di cemento-argilla una piastrella di ceramica nella stessa sequenza di quando si affacciano su una griglia.

        Una soluzione legante viene applicata sul retro della piastrella e, con l’aiuto degli sforzi della mano e del colpetto correttivo con un martello di gomma, la piastrella aderisce saldamente alla muratura. L’orizzontale con questo metodo di posa è controllato da angoli e la verticale deve essere costantemente controllata con una guida.

        Piastrellando la stufa

        Affrontare le stufe con piastrelle è stato a lungo equiparato all’arte e i maestri che la possiedono hanno goduto di un rispetto speciale. Rispetto a una stufa convenzionale, una stufa rivestita in piastrelle non è solo molto bella, ma il suo trasferimento di calore è molto più elevato: ogni metro quadrato dell’area di una stufa in maiolica fornisce 0,25-0,3 kW di calore in più nello spazio rispetto a qualsiasi altro dispositivo di riscaldamento.

        La caratteristica principale del processo di stufe in maiolica in muratura è che prima installano le piastrelle, quindi vengono attaccate al corpo in mattoni della stufa. Le piastrelle possono essere piatte, cornicione, angolari, ma tutte sono una scatola di ceramica con un’elegante superficie frontale vetrata e una scatola di montaggio aperta con una groppa sbagliata.

        L'ordine della stufa in maiolica in muratura

        Le piastrelle possono essere piatte, cornicione, angolari, ma tutte sono una scatola di ceramica con un’elegante superficie frontale vetrata e una scatola di montaggio aperta con una groppa sbagliata.

        A differenza di altre piastrelle da rivestimento, la piastrellatura della stufa viene eseguita contemporaneamente alla sua posa, in diverse fasi, richiede molto tempo e solo i professionisti che conoscono tutte le tecniche dell’arte antica dovrebbero fidarsi di questo lavoro.

        Preparazione preliminare delle piastrelle

        Poiché le piastrelle sono pezzi non standard, prima di iniziare il lavoro, devono essere ordinate per colore, posando piastrelle smaltate o screpolate sul lato del matrimonio. Le file inferiori sono disposte con tessere più scure e rifiutate, ma adatte, possono essere disposte in luoghi poco appariscenti.

        Quindi le piastrelle piastrellate vengono personalizzate in base alle dimensioni, tagliando e rettificando i bordi dei lati. Di solito viene elaborato il primo campione di riferimento, le cui dimensioni vengono quindi adattate al resto. Con attenzione, con l’aiuto di una sottile striscia d’acciaio, il bordo posteriore viene tagliato e quindi il bordo anteriore vetrato. Macinare con particolare cura i bordi orizzontali: durante la posa, la glassa di due piastrelle adiacenti non deve essere in contatto. Immediatamente prima della posa, le piastrelle vengono immerse in acqua per una migliore adesione al legante all’argilla..

        L’ordine della stufa in maiolica in muratura

        La posa della stufa in maiolica inizia con la posa della prima fila di piastrelle, a cui vengono quindi fissati i mattoni del corpo del forno. Innanzitutto, si consiglia di posare il muro di piastrelle a secco senza malta, controllare la loro posizione verticale e orizzontale, smontare e, lasciando la prima fila, iniziare a posare sulla soluzione legante dagli angoli.

        Ogni riga successiva di prodotti viene impilata nel seguente ordine..

        L'ordine della stufa in maiolica in muratura

        Lo schema di rivestimento con piastrelle contemporaneamente alla muratura 1 – muratura 2 – tessere; 3 – groppa; 4 pin; 5 – staffa; 6 – filo per ferri da maglia; 7 – anelli di fissaggio

        La groppa di piastrelle è riempita per metà con soluzione di argilla e ciottoli di fiume vengono premuti saldamente al suo interno. Uno strato di malta per muratura viene applicato sulla parte superiore del riempitivo a filo con i lati e i mattoni vengono premuti sulla piastrella.

        Quando l’altezza della muratura raggiunge il livello della fila piastrellata, le piastrelle vengono tirate insieme con il filo, facendolo passare attraverso le curve delle stampelle di montaggio. Le stampelle dovrebbero quindi essere assediate e le estremità del filo portano alla muratura. Le file verticali della groppa di piastrelle sono fissate con staffe in acciaio, assicurandosi che si blocchino in posizione.

        Lo spessore della giuntura tra due file orizzontali di piastrelle dovrebbe essere di almeno 3 mm: quando la muratura si restringe, la “maglia di maglia” piastrellata si depositerà simultaneamente con essa.

        Dopo aver completato l’installazione di piastrelle e muratura, tutte le cuciture vengono accuratamente pulite con un punteruolo, lavate dai resti della soluzione, la superficie piastrellata viene asciugata e asciugata. Quindi, l’impasto di gesso viene applicato sulle cuciture e dopo 10 minuti, il suo eccesso viene rimosso con un panno pulito e asciutto.

        Dopo aver completato la muratura e il rivestimento, la stufa in maiolica dovrebbe asciugare per circa 2-3 settimane e solo allora può accendersi un fuoco.

        Qualunque sia il tipo di ceramica da rivestimento che scegli, la finitura della stufa con piastrelle porterà calore, bellezza, comfort alla tua casa e creerà un’atmosfera di inviolabilità del focolare in essa contenuto..

        logo

        Leave a Comment