Riscaldamento

Radiatori bimetallici (batterie) per il riscaldamento: risposte alla domanda “come scegliere”

Radiatori bimetallici (batterie) per il riscaldamento

Con l’inizio del freddo, sempre più persone stanno pensando a una fornitura di calore affidabile alle loro case, alla sostituzione di quelle vecchie. batterie di riscaldamento (spesso ghisa) a quelli nuovi. In tale situazione, è importante navigare e scegliere quelli ottimali tra tutta la varietà di apparecchi di riscaldamento di diverse fasce di prezzo e caratteristiche tecniche. I termosifoni bimetallici sono abbastanza convenienti per la classe media, hanno una serie di vantaggi e possono diventare l’opzione più preferita per molti.

Soddisfare

  • Caratteristiche delle batterie bimetalliche
  • Recensioni e opinioni di esperti
  • Radiatori termici bimetallici: come scegliere?
  • Calcolo del numero di sezioni
  • Dettaglio delle batterie leader di mercato nel merito

Caratteristiche delle batterie bimetalliche

Un radiatore bimetallico è un collettore in acciaio, ad alta pressione, versato in un involucro di alluminio (un incrocio tra alluminio sezionale e acciaio tubolare), le cui caratteristiche tecniche possono essere diverse (dipende da uno o un altro produttore). Intervalli possibili:

1. Distanza tra gli assi: da 350 a 500 mm

2. Dimensioni (altezza / larghezza / profondità): da 425 mm a 580 mm / 80-82 mm / 77-95 mm

3. Pressione massima di esercizio: da 16 a 35 atm

4. Potenza termica: da 120 a 190 W

5. Il volume d’acqua nella sezione: da 0,15 a 0,38 l

6. Temperatura massima del portatore di calore: da 110 a 130 gr. A PARTIRE DAL

7. Peso: da 1,22 a 1,97 kg

8. Garanzia: fino a 20 anni

Radiatore bimetallico: unità interna

Radiatore bimetallico: unità interna

Recensioni e opinioni di esperti

Prodotti con tecnologie moderne, questi dispositivi sono in regola con gli specialisti nel campo dell’approvvigionamento di calore, che distinguono tali innegabili vantaggi come:

  • alta efficienza nelle case dove è presente il riscaldamento centrale (i tubi in acciaio del collettore sono più adatti alle differenze di pressione nel sistema di riscaldamento);
  • buona resistenza alla corrosione, elevato grado di resistenza all’ambiente aggressivo del liquido di raffreddamento;
  • eccellenti caratteristiche di trasferimento del calore (fino a 190 W);
  • buona conduttività termica, riscaldamento facile e veloce;
  • design moderno della cassa in alluminio;
  • resistenza (può resistere a pressioni fino a 35 atmosfere);
  • durata (fino a 20 anni); compattezza.

Il principale svantaggio dei radiatori di questo tipo è uno: il prezzo è del 15-20% superiore al prezzo degli analoghi in alluminio.

Radiatore bimetallico

Le sue prestazioni dipendono dal numero di sezioni del radiatore bimetallico, ma contemporaneamente all’aumento di questi componenti, aumenta la complessità della manutenzione

Radiatori termici bimetallici: come scegliere?

Nelle condizioni di una casa particolare, non tutti i radiatori possono essere adatti al lavoro.

Pertanto, per prima cosa devi scoprire tutti i principali indicatori che caratterizzano il sistema di riscaldamento della tua casa, ad esempio nel dipartimento dell’edilizia abitativa per i residenti di grattacieli urbani. Hai bisogno di informarti su:

  • valore della pressione di lavoro;
  • il valore della pressione (test);
  • design del sistema di riscaldamento – a due tubi o un tubo (questa informazione sarà necessaria durante l’installazione delle batterie);
  • diametro dei tubi di alimentazione alle batterie esistenti;
  • liquido di raffreddamento utilizzato nel sistema (se si utilizza acqua, la sua temperatura è importante).

I radiatori devono essere selezionati in base a 3 parametri principali: trasferimento di calore, capacità di resistere alla pressione e al design necessari.

1. Pressione. Scarta immediatamente quelli i cui indicatori di pressione sono inferiori a quelli impostati in casa. Dovrebbero inoltre essere progettati per la massima pressione di prova (ovvero la pressione “al limite”). A questo proposito, le batterie di riscaldamento bimetalliche sono molto affidabili. In effetti, alcuni modelli possono resistere fino a 35 atmosfere. Ciò nonostante il fatto che in una vecchia casa di mattoni (non più di cinque piani) la pressione non sarà più di 8 atm, in un moderno edificio a pannelli di nove piani – 9 – 10 atmosfere. Pertanto, è meglio installare batterie bimetalliche dove è richiesta ulteriore affidabilità: in grattacieli ai piani superiori o in fabbriche.

2. È anche importante trasferimento termico (Energia termica). Quanto più “profondo” e più basso è il radiatore, tanto più è possibile ottenere una distribuzione uniforme della temperatura nella stanza, nonché il riscaldamento più efficiente dell’intero volume d’aria. Scegli le batterie con maggiore profondità, tanto più importante se intendi installarlo in una nicchia. La distanza tra la superficie del pavimento e la parte inferiore del dispositivo deve essere di almeno 60 mm, lo spazio tra il davanzale della finestra e la parte superiore – almeno 100 mm. Calcola la larghezza del radiatore che prevedi di posizionare sotto la finestra, meno del 50 – 75% della larghezza dell’apertura. Altrimenti, non sarà possibile creare una “cortina termica” con un flusso di aria calda e l’aria fredda proveniente dalla finestra cadrà nella stanza su entrambi i lati del radiatore.

3. Design Anche questo dispositivo è importante. Il suo aspetto dovrebbe corrispondere all’interno della stanza. Tutte le differenze nel design dipendono principalmente dalle dimensioni delle distanze interassiali, che di solito sono 350 o 500 mm.

Radiatore bimetallico all'interno dell'appartamento

Il radiatore bimetallico si adatta perfettamente a qualsiasi interno

Calcolo del numero di sezioni

I radiatori bimetallici sono costituiti da sezioni separate, collegate tra loro mediante speciali guarnizioni in paranit, silicone e gomma resistente al calore. Per ogni stanza, il numero richiesto di sezioni viene selezionato in base alla sua area e al trasferimento di calore da una sezione del radiatore. Nel calcolare i seguenti fattori devono essere presi in considerazione:

  • condizioni climatiche della regione;
  • temperatura del liquido di raffreddamento (solitamente acqua);
  • possibile perdita di calore.

Teniamo conto delle condizioni climatiche 

La potenza di 1 batteria di riscaldamento dovrebbe essere di 100 watt per metro quadrato.

A seconda del modello del radiatore bimetallico e del suo produttore, la potenza termica di una sezione può variare da 120 a 190 W.

Di conseguenza, se abbiamo bisogno di riscaldare una stanza di 10 metri quadrati, è consigliabile acquistare un radiatore a 9-10 sezioni con una potenza di una sezione di 120 W o 5-6 sezioni con una potenza di una sezione di 190 W.

Importante! Non cercare di acquistare radiatori a più sezioni (più di 10 sezioni). Per facilità di manutenzione, è meglio acquistare alcune batterie con poche sezioni..

Radiatore di riscaldamento bimetallico

L’opzione migliore per i cittadini è un radiatore bimetallico a sei sezioni

Prendiamo in considerazione la perdita di calore 

Tutte le principali perdite di calore a cui sono soggetti gli alloggi sono: il calore che fuoriesce dalle finestre, così come attraverso le pareti e si perde lungo la strada per le batterie.

Vale la pena considerare che:

  • la più grande perdita di calore è solitamente in una stanza d’angolo;
  • a volte fino al 75% del calore può passare attraverso le finestre (questo dipende dal profilo utilizzato, dalla sua qualità);
  • in una stanza con 2 finestre c’è più perdita di calore, quindi è necessario installare più sezioni del radiatore;
  • a una temperatura del liquido di raffreddamento (solitamente acqua) inferiore a quella necessaria per il riscaldamento della stanza, è consigliabile installare un numero maggiore di sezioni (di circa il 10 o il 30%);
  • se hai intenzione di ventilare regolarmente la stanza in inverno, i radiatori dovrebbero essere presi con un margine – più di 1 o 2 sezioni.

Importante! Se possibile, installare termostati sulla batteria. A seconda della temperatura ambiente effettiva, regoleranno automaticamente la temperatura del radiatore. Puoi sempre mantenere condizioni di temperatura ottimali.

Nel calcolare le sezioni, è meglio procedere da una semplice regola: il calore in eccesso è meglio della sua mancanza. Gli inverni sono imprevedibili e nella Russia centrale possono essere molto gelidi. Pertanto, il calcolo dei radiatori bimetallici viene eseguito meglio con un margine. Se i mezzi non consentono l’installazione di termostati, provare a installare almeno un rubinetto sul bypass e un rubinetto che blocca l’alimentazione dell’acqua. Chiudendo a metà un rubinetto e chiudendo completamente l’altro, è possibile regolare uniformemente il trasferimento di calore del radiatore.

Radiatore di riscaldamento bimetallico

Radiatore bimetallico: design originale

Batterie leader di mercato

I migliori sono i radiatori “giusti”, in cui tutte le parti interne a diretto contatto con il liquido di raffreddamento sono realizzate al 100% in acciaio e la migliore è in acciaio inossidabile. Per questo motivo è possibile un’elevata resistenza alla corrosione (poiché l’acciaio inossidabile non è soggetto a corrosione) e resistenza alle cadute di pressione. Di norma, i produttori italiani, ad esempio le aziende Royal e Global Style, sono famosi per i radiatori di alta qualità. La durata effettiva di tali unità raggiunge i 40-50 anni.

Ma molte ditte cinesi e alcuni produttori nazionali realizzano solo una piccola parte delle parti interne di questi dispositivi di riscaldamento in acciaio. Qual’è il risultato? E il fatto che il liquido di raffreddamento sia a contatto con i punti di connessione di alluminio e acciaio, riducendo la resistenza alla corrosione del radiatore. In una tale unità semi-metallica, nel complesso, non ha alcun senso speciale, poiché i processi di corrosione del metallo in essa non sono meno intensi rispetto alle controparti in alluminio e non c’è nulla da pagare in eccesso. Dopotutto, il vantaggio principale dei dispositivi bimetallici rispetto all’alluminio è che i primi hanno una maggiore resistenza alla corrosione, il che significa durata. È noto che il mezzo di raffreddamento può essere estremamente aggressivo, in grado di distruggere le pareti di un dispositivo di riscaldamento nel giro di pochi anni. Pertanto, prova ad acquistare batterie bimetalliche da produttori di fiducia, non acquistare a mano, controlla le specifiche tecniche e gli obblighi di garanzia del produttore.

In conclusione, notiamo che il radiatore bimetallico presenta molti vantaggi. La cosa principale è scegliere il dispositivo giusto adatto alla tua stanza. Per evitare problemi di installazione, è necessario determinare in anticipo le sue dimensioni, scoprire i diametri dei tubi di alimentazione e ottenere uno schema della loro connessione al radiatore: dal pavimento (un tubo o entrambi) o dalla parte inferiore dello zoccolo o del pavimento, dalla parte posteriore della parete, laterale, superiore. Durante la riparazione e la sostituzione di questi dispositivi di riscaldamento, è importante conoscere l’esatta distanza da centro a centro misurata tra i fori a cui verrà erogata l’alimentazione. Se possiedi accuratamente tutte queste informazioni, sarai in grado di evitare costi inutili e problemi associati all’installazione di adattatori diversi, questo faciliterà la selezione degli accessori necessari.

logo

Leave a Comment