Soffitto

Come dipingere il soffitto da soli senza errori e modifiche

Quindi, se stai leggendo questo articolo, sei davvero interessato alla domanda su come dipingere il soffitto. Naturalmente, non è possibile dipingerlo affatto, ma, ad esempio, tappezzarlo o installare un’opzione di tensione o sospensione. Tuttavia, per alcune persone, tali costi sono impossibili a causa della banale ragione della mancanza di denaro, anche se la colorazione costerà anche un bel centesimo. Le moderne vernici per soffitti di alta qualità non sono economiche, ma non dovresti risparmiarle, perché è sulle loro proprietà e caratteristiche che la tua soddisfazione (o insoddisfazione) dipende dal lavoro svolto.

Soddisfare

  • Selezioniamo la vernice per il soffitto
  • Come dipingere il soffitto
  • Preparazione della superficie prima della verniciatura
  • Strumenti di verniciatura a soffitto
  • Rigorosa aderenza alla tecnologia – ottimo risultato
  • Trivia importante o importanza minore

Selezioniamo la vernice per il soffitto

Prima di tutto, ovviamente, devi scoprire quale vernice dipinge il soffitto, perché è questa spessa miscela di vernici, oli e coloranti che determina la facilità e la semplicità della pittura.

In generale, le vernici a emulsione sono ideali per i soffitti, in quanto forniscono un’applicazione uniforme e uniforme. I vantaggi di questo tipo di vernice includono:

  • velocità piuttosto elevata della loro asciugatura;
  • mancanza di un odore sgradevole;
  • facilità di lavaggio dell’utensile di lavoro, in particolare spazzole e mani dopo il completamento della colorazione;
  • non tossicità.

La vernice a base d’acqua è caratterizzata da un’adesione eccellente (ad es. Adesione) a superfici di cemento, mattoni, stucco, gesso e altri.

Tutte le vernici all’acqua possono essere divise in tre tipi:

  1. Vernici ai silicati;
  2. Vernici siliconiche;
  3. Colori acrilici.

Le vernici acriliche hanno il più alto coefficiente di assorbimento d’acqua, poiché il film permeabile al vapore formato durante la loro essiccazione praticamente non passa l’acqua e i suoi vapori. Le vernici ai silicati sono caratterizzate da un assorbimento d’acqua molto maggiore, mentre le vernici siliconiche combinano i vantaggi dei primi due tipi: elevata permeabilità al vapore e basso assorbimento d’acqua.

Ma le vernici all’acqua possono anche differire nel grado di lucentezza. Le vernici opache sono in grado di nascondere piccoli difetti sul soffitto e inoltre creano il design più armonioso e completo rispetto al semilucido e ancora più lucido. La vernice lucida, come una cartina di tornasole, rivela istantaneamente tutte le irregolarità e gli errori che il maestro ha fatto durante la verniciatura. Tenerne conto quando si sceglie una vernice, altrimenti si corre il rischio di spendere più denaro del previsto.

Vernice per soffitti

Vernice speciale per soffitti

Come dipingere il soffitto

Quindi, hanno scelto la vernice, preparato il soffitto … o no? Soffermiamoci un po ‘su come preparare la superficie del soffitto per la pittura.

Preparazione della superficie prima della verniciatura

Per prima cosa, devi sbarazzarti del vecchio bianco o della vernice. Il primo viene facilmente lavato via con acqua e sapone e una spugna morbida, e il secondo con una spatola speciale sottile con

usare se necessario (se non si riesce a grattare via) il solvente.

In secondo luogo, se ci sono giunti sul soffitto, devono essere liberati dal vecchio intonaco con la stessa spatola..

Cucitura

Giunti a soffitto prima della stuccatura

In terzo luogo, deve essere innescato un soffitto pulito, altrimenti il ​​rischio di rimanere bloccato dallo stucco sulla testa aumenta molte volte. È il primer che consente allo stucco di rimanere sul soffitto senza alcuna minaccia per la salute. Si applica con un rullo morbido in uno strato. La procedura non è complicata e non richiede molto tempo..

In quarto luogo, dobbiamo intonacare il soffitto. Qui possono sorgere i primi problemi, perché l’evento non è uno dei più piacevoli e facili. Ma questo è l’unico modo per ottenere una superficie perfettamente piana. Dopo aver finito lo stucco, fai passare una sottile carta vetrata sul soffitto per distruggere gli ultimi difetti e infine iniziare a dipingere.

Strumenti di verniciatura a soffitto

La domanda su come dipingere correttamente il soffitto è ancora rilevante per te? Quindi andiamo oltre e scegliamo uno strumento di qualità per questi scopi.

Il pennello qui, ovviamente, è inappropriato, perché non devi dipingere le pareti e nemmeno il pavimento, ma il soffitto. Le mani durante questo lavoro si intorpidiscono rapidamente, quindi il rullo con impugnatura più lungo sarà la soluzione più sicura e corretta.

È questo strumento di pittura che determina il risultato finale, il che significa che è necessario sceglierlo con cura. La gommapiuma è assolutamente inadatta: dà bolle che lasciano brutti punti. Anche il velluto non è questo: prende un po ‘di vernice. Ma il rullo con una breve pila naturale è esattamente ciò di cui hai bisogno. È l’unico di tutti a mostrare il risultato perfetto..

Fai scorta su più rulli contemporaneamente: una coppia con una pila corta e una per finire la pittura con una lunghezza media della pila.

Rulli per dipingere il soffitto

Per dipingere il soffitto, saranno richiesti rulli di diverse dimensioni con diverse lunghezze del palo

Rigorosa aderenza alla tecnologia – ottimo risultato

La cosa più importante in questo processo complesso e noioso è l’applicazione di una composizione uniforme di vernice sulla superficie del soffitto, ma come raggiungere questo obiettivo?

La risposta a questa domanda è l’istruzione, che è necessariamente su ogni lattina di vernice. Diluiamo, seguendo questo particolare pezzo di carta. Esistono anche vernici che non devono essere diluite affatto. Quindi basta mescolarlo e puoi iniziare a colorare.

Prendiamo il rullo e lo immergiamo con cura in un secchio di vernice, ma non completamente, ma solo da un lato. Quindi lo arrotoliamo su un vassoio speciale (se non è lì, quindi prendiamo un pezzo di vecchio linoleum, faesite, ecc.) Fino a quando non è completamente coperto di vernice.

Importante: se immergi il rullo nella vernice e lo arrotoli immediatamente sul soffitto, otterrai i cosiddetti neprokras, che, quando asciugati, si trasformano in macchie.

Se dopo il primo “bagno” del rullo nella vernice non è stato rivestito con esso su tutti i lati, immergerlo di nuovo e stenderlo nuovamente nel vassoio. Puoi esercitarti un po ‘, ad esempio, sui muri (se sono, ovviamente, nudi) o qualcos’altro, che non è un peccato.

Andiamo avanti. Avendo imparato a rotolare il rullo su diverse superfici, iniziamo a fare lo stesso, ma già sul soffitto. Sembrerebbe che non ci sia nulla di complicato, ma … è qui che il “cane è sepolto”. La vernice deve essere applicata uniformemente, cioè in nessun caso dovresti perdere una singola area e allo stesso tempo molto rapidamente. Ma non dovresti avere problemi con la velocità, perché il rullo si sta muovendo abbastanza velocemente. Basta non dimenticarlo mentre dà tutta la vernice al soffitto, immergila di nuovo nel secchio.

Dipingi il soffitto con un rullo su una lunga maniglia

Dipingere il soffitto con un rullo su una maniglia lunga: le spazzole non sono adatte per dipingere questa superficie

Dipingiamo con strisce di 0,5-1 metri di larghezza. È necessario guidarli attraverso la stanza in modo che le articolazioni siano meno evidenti. Una striscia di vernice dovrebbe superare i bordi della precedente di 10-20 cm. Dopo che il primo strato si è asciugato, applicare la seconda, ma i giunti della striscia precedente non devono coincidere con i giunti del nuovo.

Soffitto dipinto

Applicazione della prima mano di vernice: ogni striscia successiva della composizione colorante dovrebbe “passare” al minimo precedente 10 cm

Nel processo di verniciatura, considerare la direzione del rivestimento applicato. L’ultimo strato deve essere applicato verso la sorgente luminosa (finestra) e il precedente – attraverso.

Applicazione corretta della vernice

La seconda mano di vernice viene applicata perpendicolarmente alla precedente

Ora a proposito del “cane sepolto”. Stando con la testa sollevata e rotolando la vernice sul soffitto con un rullo, non vedrai quei luoghi in cui ci sono “punti calvi”. Ti sembrerà che l’intera superficie sia uniformemente dipinta, ma il più delle volte non è così. Devi periodicamente fare un passo indietro e guardare il tuo lavoro da una diversa angolazione o attirare un assistente per questi scopi, che, avendo notato una mancanza di colore, ti informerà immediatamente che eliminerai il difetto nel tempo.

Importante: se si lascia almeno una piccola area non verniciata, viene fornito un punto sul soffitto. Non importa come lo stucco successivamente, non andrà da nessuna parte.

Se osservi queste sfumature, la superficie del soffitto risulterà liscia e opaca come un guscio d’uovo.

Trivia importante o importanza minore

Naturalmente, non applicherai la vernice in uno strato, perché non riuscirai a ottenere il risultato perfetto diffondendo la vernice con uno strato sottile. Ogni strato deve essere asciutto, quindi è meglio dipingere il soffitto nel pomeriggio, quindi al mattino puoi iniziare la seconda procedura.

Importante: se si applica una seconda mano di vernice subito dopo la prima, la struttura della mano di fondo già leggermente secca si rompe, il che può portare a brutte conseguenze.

È possibile che dopo aver asciugato il primo strato noterai delle macchie, quindi puoi applicare un altro strato su tutta la superficie del soffitto, ma la sua consistenza dovrebbe essere più liquida. Non puoi semplicemente imbrattare le macchie con una vernice spessa, applicandola con tratti punteggiati.

Quindi, ora sai come dipingere il soffitto con una vernice a base d’acqua, ma potresti avere un’altra domanda: cosa fare se le macchie rimangono ancora?

Sfortunatamente, in questa situazione, quasi nulla può essere fatto, l’unica via d’uscita è che il lavoro deve essere rifatto. Per fare questo, maciniamo l’intera superficie del soffitto dipinto senza successo con un piccolo panno smerigliato fissato alla barra. Assicurati che non vi sia una sola area in cui non tocchi la pelle, altrimenti dovrai ripetere questa procedura ancora e ancora.

Se noti macchie dopo il primo o il secondo strato, allora sei molto fortunato: ti piacerà il risultato dopo la lucidatura e non ci saranno più macchie. Ma se hai già applicato tre o quattro strati e solo allora hai visto i difetti, non puoi liberarti della semplice rettifica: dovrai stuccare, macinare e dipingere tutto fin dall’inizio.

Molte persone si preoccupano per un’altra domanda, come dipingere un soffitto a secco? La risposta è semplice: proprio come un normale soffitto di cemento. La stessa tecnologia di verniciatura, gli stessi strumenti e gli stessi possibili problemi.

logo

Leave a Comment