Porte, pareti divisorie

Installazione e installazione di pareti divisorie per cartongesso – economicamente, semplicemente

Installazione e installazione di pareti divisorie per cartongesso

Sempre più spesso, quando iniziano le riparazioni, i proprietari di un appartamento, un ufficio o un locale per altri scopi ricorrono alla riqualificazione. Questo viene fatto per utilizzare in modo più ergonomico lo spazio esistente in cui vengono demolite le vecchie mura e nuove partizioni sono realizzate con materiali da costruzione moderni. Particolarmente popolare al momento è l’installazione di pareti divisorie per cartongesso, che richiede un minimo di tempo, impegno e denaro. Questo materiale da costruzione leggero è un’ottima alternativa ai tradizionali mattoni e blocchi di schiuma, data la combinazione ottimale di prezzo e qualità. I fogli di cartongesso sono anche attratti dalla semplicità della disposizione delle partizioni interne, che richiede un minimo di strumenti e materiali aggiuntivi.

Soddisfare

  • Tipi di muro a secco per la costruzione di pareti divisorie
  • Un set di strumenti necessari per il lavoro
  • Partizione cartongesso: tecnologia del flusso di lavoro
  • Markup: la fase iniziale
  • Installazione di profili guida
  • Installazione di profili verticali (rack)
  • Fissaggio di fogli per cartongesso al telaio

Tipi di muro a secco per la costruzione di pareti divisorie

  • Cartongesso – un foglio a tre strati costituito da gesso da costruzione (grado G4), che è incollato su entrambi i lati con carta spessa. La larghezza dei fogli è di 1200 mm, la lunghezza varia da 2000 a 3000 mm e lo spessore è da 6 a 12,5 mm. A seconda dello scopo della stanza, puoi scegliere una versione adatta di muro a secco, suddivisa in tipi:

1) foglio per cartongesso ordinario (GCR);

2) resistente all’umidità (GKLV);

3) refrattario (GKLO)

4) muro a secco con le proprietà combinate di resistenza all’umidità e resistenza al fuoco.

  • Profili guida PN (UW).La marcatura è diversa, quindi gli esperti raccomandano di concentrarsi sulla dimensione dei profili metallici. Per la produzione di pareti divisorie, sono adatti profili guida con dimensioni di 50×40, 100×40 e 75×40. La lunghezza è un valore costante pari a 3 M. Per determinare il numero desiderato di profili, il perimetro della partizione viene diviso in tre e arrotondato al valore intero più vicino. Se la partizione implica la presenza di un doppio frame, il numero ottenuto nel calcolo raddoppia.

    Installazione di partizioni: tipi di profili

    Tipi di profili metallici per la costruzione di pareti divisorie

  • Profili rack PS (CW) differiscono dai profili guida per la presenza di ripiani in alto, creando ulteriore rigidità. La quantità di questi elementi dipende dalla scelta dell’installazione delle pareti divisorie in cartongesso. Esistono molte opzioni, quindi il calcolo viene eseguito singolarmente in ciascun caso.
  • Profili angolari.
  • Tasselli per una rapida installazione. Sono utilizzati per il fissaggio di profili guida. Questi elementi di fissaggio possono essere sostituiti con semplici viti nere quando si lavora in una casa di legno.
  • viti, la cui lunghezza è di 25 mm. Sono utilizzati per fissare fogli di cartongesso a un telaio metallico e talvolta fissano guide e profili a parete..
  • Blocchi di legno, che rinforza la costruzione di profili murali in luoghi che prevedono l’installazione di porte.

Un set di strumenti necessari per il lavoro

  • Trapano a percussione. Senza questo strumento, non puoi contare su un lavoro rapido. La sua presenza è obbligatoria se la stanza ha pareti e soffitti in cemento armato. Se l’installazione di pareti divisorie per cartongesso è prevista in una casa a pannelli o in una casa in cemento armato monolitico, è necessario scegliere un trapano a percussione affidabile e potente per uso domestico.
  • Il trapano può sostituire il perforatore se l’installazione della partizione viene eseguita in una casa di legno.
  • Filo a piombo. In nessun caso puoi ignorare l’uso di questo strumento, poiché è proprio la linea a piombo che ti consente di ottenere un lavoro di alta qualità. Oltre ai dispositivi noti nel settore edile, è possibile utilizzare linee a piombo laser, le cui modifiche differiscono nel numero di raggi (due o quattro raggi).
    a piombo

    Una linea a piombo garantirà la qualità dell’installazione

    Piombo laser

    Il dispositivo laser garantisce la precisione

  • Livello. Alcuni esperti sostituiscono il filo a piombo con due buoni livelli lunghi. Tuttavia, gli indicatori di precisione si stanno deteriorando. In un caso, il livello è più efficace di un filo a piombo: è più conveniente per loro controllare l’accuratezza dei profili verticali nell’area della porta.
  • Cacciavite. Rende rapido e divertente il processo di avvitamento dei fogli a secco al telaio del profilo. Coloro che non hanno ancora acquisito questo strumento necessario nella vita e nella costruzione di tutti i giorni possono usare un trapano, dopo aver acquistato gli ugelli necessari in un set o pezzo per pezzo.
  • Ugello per viti. Disponibile per cacciaviti, ma sono ottimi per trapani..

    Punte e trapani

    Punte da cacciavite

  • Saranno necessarie le forbici per metallo per tagliare i telai in metallo in base alle dimensioni della partizione. È possibile sostituire questo strumento con una smerigliatrice o una macchina, se sono già disponibili. Non è redditizio acquistare tali strumenti per un solo utilizzo.
  • Un martello. Cos’altro puoi martellare tasselli progettati per una rapida installazione.
  • Sarà necessario un coltello per carta da parati per tagliare i fogli del muro a secco.
  • Roulette e matita ti aiuteranno a segnare dove ne hai bisogno..

Partizione cartongesso: tecnologia del flusso di lavoro

Dal punto di vista del processo tecnologico, l’installazione di pareti divisorie per muri a secco è suddivisa in quattro fasi, fatta eccezione per l’implementazione obbligatoria di stucchi e lavori di finitura. Il lavoro inizia con la marcatura, quindi viene eseguita l’installazione dei profili guida. Quindi, procedere con l’installazione dei profili del rack.

Nella quarta fase, le strisce di fogli per cartongesso vengono eseguite sul telaio eretto. Ecco come appare un piano di lavoro schematico. È necessario fermarsi in modo più dettagliato in ogni fase.

Markup: la fase iniziale

Cominciano a fare segni per la futura partizione dal pavimento, su cui le facce anteriore e posteriore della struttura in costruzione sono contrassegnate con una matita (pennarello). Quindi si allontanano dalle linee delineate nello spazio della partizione per lo spessore del foglio del muro a secco, cioè 1,2 cm (a condizione che l’involucro sarà costituito da uno strato). Vengono tracciate nuove linee lungo le quali verrà tracciato il profilo guida. I segni vengono trasferiti sulla superficie del soffitto utilizzando una linea a piombo, disegnando una linea retta lungo di essi, lungo la quale verrà anche impostato un profilo guida.

Installazione di profili guida

Montaggio del telaio dal profilo

Montaggio del telaio dal profilo

Il profilo viene tagliato in base alle dimensioni della futura partizione. Inizia a fissare il profilo dal pavimento, quindi vai al soffitto. Allo stesso tempo, gli esperti consigliano di non dimenticare l’uso del nastro sigillante autoadesivo. È incollato alla giunzione del profilo metallico con le superfici di accoppiamento, fornendo un maggiore isolamento acustico della struttura. Il profilo è fissato alla superficie principale con tasselli con incrementi di un metro, ma non meno di tre per ogni singolo elemento del telaio.

Installazione di profili verticali (rack)

Questi lavori non sono molto difficili, poiché i profili verticali sono inseriti in strutture già fissate al pavimento e al soffitto. Ciò garantisce la presenza di un profilo metallico in corrispondenza di porte e giunti di fogli. È inoltre necessario correggere un profilo nel mezzo tra gli elementi di aggancio. Sono l’uno dall’altro sulla larghezza del foglio a secco, pari a 1,2 metri. Pertanto, si scopre che la griglia viene eseguita con un passo pari a un massimo di 0,6 m. I professionisti raccomandano di ridurre la distanza tra i profili verticali a 0,4 m per una maggiore resistenza del telaio. Tuttavia, si deve comprendere che ciò è associato a costi aggiuntivi, poiché il numero di profili richiesti aumenta una volta e mezza. Per rafforzare i profili, vengono utilizzate barre di legno con una sezione di 40×50 o 40×40. Ciò è particolarmente importante da eseguire nella posizione delle porte. In futuro, ciò eviterà difficoltà durante l’installazione della porta. Se la porta non implica il progetto, il rinforzo può essere omesso..

Fissaggio di fogli per cartongesso al telaio

Installazione di pareti divisorie per cartongesso

Installazione di pareti divisorie per cartongesso

Per la comodità di collegare fogli di cartongesso a profili verticali, i loro punti medi sono segnati sul pavimento e sul soffitto. L’installazione delle pareti divisorie interne viene completata attaccando i fogli del muro a secco al telaio eretto, lavorando prima con materiale solido. Quindi iniziano a tagliare pezzi di muro a secco, armati di un metro a nastro, un coltello e il resto del profilo, che sarà conveniente per tagliare una “camicia” di cartone. Dopo aver eseguito questa operazione, il foglio viene preso “per rompersi”, tagliando il cartone e dal secondo lato. Se l’incisione risultante non è uniforme, viene calibrata con un coltello o una pialla. Le lastre di cartongesso sono fissate al profilo metallico con viti in metallo-gesso, resistendo a un passo di 200-250 mm.

Su questo, l’installazione della partizione del cartongesso è completata e iniziano i lavori di finitura, entro i quali le cuciture e i punti in cui le viti autofilettanti sono stucco sono i primi stucchi. Quindi, se necessario, l’elaborazione viene eseguita stuccando l’intera superficie della partizione. Finiture di finitura. La flessibilità del materiale offre grandi opportunità per l’interior design di ambienti in cui tutti i tipi di pareti divisorie svolgono un ruolo importante.

logo

Leave a Comment