Porte, pareti divisorie

Stucco per cartongesso: come stuccare il muro a secco nell’area delle cuciture e degli angoli

Stucco per cartongesso

L’uniformità dei fogli di cartongesso a volte consente a una persona che ha iniziato le riparazioni in casa di dubitare della necessità del loro stucco. Tuttavia, il maestro professionista non ha nemmeno una domanda del genere, poiché lo stucco in cartongesso consente di evitare problemi nella successiva finitura della stanza. Dopotutto, la successiva verniciatura delle pareti o l’incollaggio con carta da parati, in particolare quelle leggere, può mostrare dossi e rugosità esistenti. Pertanto, tutti i dubbi devono essere spazzati via ed esaminano attentamente la questione della corretta condotta di tale lavoro. A proposito, la procedura di stucco non è affatto complicata e qualsiasi persona può gestirla se lo si desidera. È solo necessario dividere l’intero fronte del lavoro in più fasi separate.

Soddisfare

  • Regole del mastice per cartongesso: nascondere le viti
  • Come stuccare le cuciture
  • Stucco stucco agli angoli interni
  •  Stucco per soffitto in gesso

Regole del mastice per cartongesso: nascondere le viti

Tutti i fogli di cartongesso sono fissati al telaio metallico mediante viti autofilettanti. Pertanto, tutti i punti di attacco devono essere mascherati, ma prima di procedere con l’applicazione dello stucco, è necessario assicurarsi che le viti autofilettanti siano sufficientemente incassate nel foglio del muro a secco. Per fare questo, devi prendere una normale spatola e disegnarla rapidamente lungo il muro. Se questo strumento non si ferma da nessuna parte, significa che tutti gli elementi di fissaggio sono avvitati a una profondità sufficiente. In caso contrario, viene utilizzato un cacciavite o un cacciavite e viene eseguito il “lavoro sugli errori”. Cazzuola ripetuta senza ostacoli che corre lungo il foglio consente di andare al passaggio successivo.

Stucco per cartongesso

Putty è venduto in buste e vasetti.

Prima della stuccatura, non fa male trattare la superficie del muro a secco con un primer. Dopo che lo strato applicato si è asciugato, i primer iniziano a stuccare ciascuna vite autofilettante separatamente, che sarà quindi rapidamente ed efficacemente stucco su tutto il muro immediatamente rendendolo perfettamente liscio.

Dopo il completamento del lavoro, è necessario resistere a tempo sufficiente per asciugare lo stucco. In genere, l’etichetta contiene informazioni sulla dimensione di questo intervallo di tempo. La lavorazione dei punti di fissaggio delle viti termina con la levigatura delle aree del mastice. Quando si rivelano irregolarità consentite durante l’esecuzione del lavoro, vengono inoltre stuccate.

Come stuccare le cuciture

Molto spesso, in pratica, si pone la questione di come posizionare correttamente il muro a secco nei giunti dei fogli. La tecnologia di esecuzione richiede l’uso di materiale aggiuntivo sotto forma di una rete di rinforzo in fibra di vetro, indicata nell’ambiente di costruzione come “falce”. Quando si sigilla una cucitura, seguire la sequenza dei seguenti passaggi:

  1. applicazione del primo strato mastice preparato durante la cucitura;
  2. applicare una falce su uno strato fresco e la sua “rientranza” con una spatola;
  3. applicare uno strato ripetuto di mastice, coprendo completamente lo speck;
  4. essiccazione e macinazione dello strato di riempimento.

    Serpyanka - nastro di rinforzo

    Serpyanka – nastro di rinforzo per cuciture

Stucco stucco agli angoli interni

È anche necessario sapere come stuccare correttamente le pareti del muro a secco negli angoli interno ed esterno. Innanzitutto, considera la situazione con angoli interni. Il mastice viene applicato al bordo dei fogli del muro a secco situato su entrambi i lati dell’angolo. Dopo questo, è necessario premere delicatamente il nastro serpentino, assicurandosi che non vada lontano nello spazio dell’angolo. Dopo una distribuzione uniforme del nastro di rinforzo, un altro strato di stucco viene applicato su di esso.

Dopo un giorno, iniziano a elaborare lo strato essiccato. In questo caso, con il lato affilato della spatola, vengono rimosse tutte le irregolarità formate e durante la levigatura si ottiene una perfetta uniformità. Gli angoli esterni richiedono l’uso di un angolo di metallo zincato, che viene anche premuto nello strato di stucco e quindi riverniciato con esso. Tutti gli altri lavori vengono eseguiti per analogia con i casi precedenti..

Stucco per soffitto in gesso

Le varie forme di soffitti in cartongesso richiedono anche un’attenta stuccatura dei giunti. Poiché la superficie del soffitto attira una maggiore attenzione, è necessario garantire la sua perfetta uniformità durante l’esecuzione del lavoro. Pertanto, i professionisti hanno un piccolo segreto, che consiste nella speciale lavorazione delle cuciture del muro a secco. Prima di intonacare il soffitto dal muro a secco, uno strato di cartone viene rimosso lungo le cuciture fino alla larghezza del nastro di rinforzo.

Stucco per cartongesso

Stucco per cartongesso: cuciture e viti

Progresso:

  1. Usando un coltello, uno strato di cartone viene tagliato lungo la cucitura alla larghezza di una falce.
  2. Questa striscia è bagnata con acqua, il che ne facilita la rimozione..
  3. La superficie viene adescata e viene dato il tempo di asciugatura..
  4. Dopo aver applicato uno strato di stucco, viene attaccata una falce e ancora una volta imbrattata.
  5. Dopo qualche tempo, il processo di riempimento della cucitura viene ripetuto usando una spatola.
  6. Dopo l’essiccazione, la superficie viene macinata con un blocco di legno, a cui è fissata una rete abrasiva fine o carta vetrata a grana fine. In questo caso, è necessario ottenere una transizione uniforme e impercettibile dalla superficie della giuntura al piano del foglio a secco.

Allo stesso modo, vengono elaborate anche le aree di fissaggio delle viti. Dopo che lo stucco è finito, le superfici di pareti e soffitti sono pronte per la finitura. Il risultato supererà tutte le aspettative, se segui da vicino la tecnologia del lavoro..

logo

Leave a Comment