Walls

Come e cosa è meglio intonacare le pareti: tecnologia e consigli per intonaci domestici

Come e cosa è meglio intonacare le pareti

Oggi, la situazione in cui un appartamento in un nuovo edificio incontra pareti nude senza alcuna decorazione e intonaco è la norma. Di fronte a questo, i proprietari stanno realizzando riparazioni su larga scala dell’intero appartamento. E una delle massime priorità è l’intonacatura delle pareti. Per eseguire questo tipo di lavoro, è necessario sapere come intonacare le pareti ed essere in grado di utilizzare lo strumento.

Soddisfare

  • Regole per l’applicazione dell’intonaco
  • Preparazione: assicurare l’adesione
  • Tecnica della soluzione
  • Come intonacare i fari
  • Come intonacare i pendii
  • Meglio intonacare le pareti
  • Prima di tutto, devi fare scorta degli strumenti richiesti..

    • Una spazzola in acciaio ci è utile per pulire la superficie. Le spazzole possono variare in dimensioni e rigidità.
    • Buchard, trojan, ingranaggi verranno utilizzati per la tacca. Buchard – un martello pesante alle estremità con chiodi di garofano.
    • Raschietto per stucchi.
    • Il falco viene utilizzato per comodità, viene applicata una singola porzione di una malta di gesso, che verrà quindi applicata alle pareti.
    • Una spatola in gesso mescola la soluzione, viene applicata sulla superficie del muro e viene strofinata.
    • È conveniente livellare la soluzione con una superficie usando una malta liquida.
    • La grattugia è necessaria per stuccare l’intonaco.
    • La regola è controllare l’uniformità della superficie..
    • Linea di livello o piombo necessaria per il controllo orizzontale.
    • Mix di gesso. Parleremo del meglio per intonacare le pareti più tardi..

    Regole per l’applicazione dell’intonaco

    Intonaco fai-da-te

    È necessario intonacare correttamente le pareti in tre strati, la soluzione in eccesso viene rimossa con un’ampia spatola trapezoidale

    Preparazione: assicurare l’adesione

    1. La superficie è pulita da polvere, sporco, incurvamento.

    2. Bagnare la superficie con acqua. È molto conveniente farlo da uno spruzzatore da giardino, ma se ciò non è possibile, puoi usare una scopa.

    3. Se il muro è in mattoni, approfondiamo le giunture tra i mattoni di circa 1 cm, ciò è necessario per una migliore adesione della malta alla superficie.

    4. Se il muro è in cemento ed è una superficie liscia, facciamo delle tacche su di esso con un ingranaggio e un martello lunghi 15 mm, profondi 3 mm. Dovrebbero esserci circa 250 tacche per m2. Quindi puliamo il muro con un pennello e lo bagniamo con acqua.

    5. Se il muro è in legno, spingiamo le assi e riempiamo le tegole dall’alto. È possibile utilizzare scarti di compensato con una larghezza di 15 mm e uno spessore di 4 mm e roba diagonale. Il risultato dovrebbe essere una cassa diagonale sul muro.

    Importante! Invece di fuoco di Sant’Antonio, puoi usare una rete. È necessario riempirlo su doghe in compensato e non direttamente sul muro, lo spazio tra il muro e la pila dovrebbe essere di circa 3 mm.

    Tecnica della soluzione

    1. Raccogliamo una parte della malta di gesso nel falco.

    2. Usando una lama per intonaco, prendiamo la soluzione dal falco e la gettiamo sul muro. È più conveniente prendere la soluzione nell’angolo della scapola, spostandosi da se stessa al centro del falco. Il movimento di lancio viene eseguito solo con la mano e non con l’intera mano. Non agitiamo troppo, altrimenti la soluzione potrebbe schizzare.

    Importante! C’è un altro modo di applicare: la diffusione. Mettiamo il falco contro il muro, prendiamo una parte della soluzione con una spatola e lo diffondiamo sul muro. Ma tieni presente che il lancio di una soluzione offre una migliore adesione alla superficie.!

    Spray – il primo strato di intonaco è la consistenza della panna acida liquida. È necessario per pareti in legno ed è di 10 mm. Per i muri di cemento e mattoni, questo strato non è necessario..

    adescamento – il secondo strato di consistenza pastosa – uniforma i dossi. Spessore 20 mm e non più, anche se lo strato viene applicato in più passaggi, questo limite è massimo.

    Nakryvka – il terzo strato è di nuovo da una soluzione di consistenza cremosa. Solo che questa volta è necessario avvicinarsi alla sua preparazione più attentamente. Lo spessore è di 2-5 mm. Il nakryvka leviga “sul traguardo” tutte le imperfezioni rimanenti.

    Importante! Per pareti in calcestruzzo e mattoni, è sufficiente uno stucco con uno spessore di 5 mm, per il legno lo strato deve essere di almeno 25 mm per coprire completamente le scandole o le maglie.

    3. Livellare la malta di gesso con una spatola. Lo guidiamo sia in orizzontale che in verticale. Questo deve essere fatto con ogni strato separatamente. Migliore è il livellamento del terreno, più facile e corretto viene applicato il rivestimento. Lo spray viene livellato solo se gocce di soluzione pendono da esso.

    Importante! Non dimenticare la regola per controllare l’uniformità della superficie. E dopo aver livellato i rivestimenti, aspettiamo che la soluzione si asciughi.

    4. Sovrascrivi la superficie con una grattugia.

    Per cominciare, facciamo una malta rotonda. Premi saldamente la grattugia contro il muro ed esegui movimenti circolari in senso antiorario. Tutte le irregolarità sono tagliate dalle nervature della grattugia..

    Quindi eseguiamo l’iniezione di overclocking. È necessario rimuovere le tracce circolari rimaste dopo la stuccatura circolare. Puliamo la grattugia dai resti della soluzione, la premiamo in superficie e facciamo movimenti improvvisi oscillazioni, cancellando le tracce.

    Come intonacare i fari

    Se le pareti presentano irregolarità, sporgenze o altri difetti significativi, è necessario eseguire l’intonacatura sui fari, se, naturalmente, si desidera ottenere una superficie perfettamente liscia in orizzontale e in verticale.

    Se le pareti sono in legno, mattoni o altro materiale, che include facilmente chiodi, puoi usare assi di legno o fari di metallo come fari: alluminio o acciaio.

    Se le pareti sono realizzate in materiale più resistente, vengono utilizzati malta di gesso o gesso come fari.

    Travi metalliche per intonacare pareti

    I fari sono impostati rigorosamente in base al livello

    Fasi di lavoro:

    1. A una distanza di circa 15-20 cm dall’angolo della stanza o dall’inizio del muro tracciamo un filo a piombo. Guida un chiodo nella parte superiore del muro, appendi un filo a piombo su una corda.

    2. Prepariamo una malta cementizia o un alabastro e rigorosamente lungo la linea di un filo a piombo lanciamo piccoli mucchi di malta sul muro. È su di loro che attaccheremo i fari. Nella posizione verticale di tali cumuli, sono sufficienti tre pezzi.

    3. Prendiamo un faro, ad esempio l’alluminio. Lo applichiamo ai cumuli della soluzione e lo stringiamo delicatamente in modo che il bordo esterno del faro sporga dal muro di 15-20 mm. Assicurati di controllare il livello del faro.

    4. Installare il secondo faro sull’altro bordo del muro. E un altro nel mezzo tra di loro. La tecnologia è la stessa, solo ora è necessario controllare il livello della loro posizione relativa in modo che sia la stessa. Per fare questo, oltre a un filo a piombo verticale, puoi tirare lo spago in orizzontale.

    Importante! Se il muro è molto lungo, dovrebbero esserci più fari. A circa 1 m di distanza. Controlliamo il livello della posizione dei beacon.

    5. Infine fissiamo i fari sul muro, coprendo i loro bordi con una miscela di cemento. Attendiamo che la soluzione si sia indurita e che i fari “siedano” saldamente in alcuni punti.

    6. Applicare l’intonaco come già descritto sopra. Riempi tutti gli spazi vuoti e le buche.

    Importante! Lo strato di intonaco dovrebbe sporgere di 2-3 mm oltre i bordi dei fari.

    7. Livellare l’intonaco con la regola. Lo applichiamo ai fari, premiamo verso il basso e, spostandoci dal basso verso l’alto lungo i fari, rimuoviamo lo strato in eccesso di intonaco.

    8. Se la miscela non è sufficiente, lo dimostriamo, riempiendo i vuoti. Continuiamo a livellare e ancorare fino a quando il muro diventa livellato. Quindi aspettiamo che la soluzione si asciughi. Ci vorranno 10-12 giorni.

    Successivamente è possibile eseguire intonaci di “finitura” delle pareti o immediatamente stucco.

    Come intonacare i pendii

    La fase più difficile dell’intonacatura è costituita da pendenze, aperture di finestre e angoli.

    buccia – angolo interno formato dal collegamento di due pareti o parete e soffitto.

    Un baffo – angolo esterno formato da due pareti.

    Come intonacare i pendii

    Intonacare le piste: il palcoscenico più difficile

    I fari sono di grande aiuto per intonacare le piste. Nei luoghi in cui le pareti sono collegate al soffitto, stabiliamo una regola e gettiamo lo spazio sotto di esso con una soluzione.

    Sovrascrivi con un mezzo trucco. Risolviamo tutti i difetti e controlliamo l’uniformità del livello con la regola.

    Per intonacare una buccia verticale, fissiamo una regola al faro sotto il pavimento e riempiamo lo spazio vuoto con una soluzione. Dopo un po ‘rimuoviamo la regola, sotto di essa dovrebbe essere una striscia di soluzione perfettamente piatta. Stiamo aspettando che si asciughi. Facciamo la stessa striscia nella parte superiore del muro. Queste strisce ci serviranno come fari orizzontali. Quindi mettiamo l’intonaco su uno spazio vuoto e lo livelliamo rispetto ai nostri fari dalla soluzione. Sovrascriviamo tutti i piccoli difetti e le irregolarità.

    Nel caso dei punti, è conveniente inchiodare una tavola di legno perfettamente uniforme sulla parete intonacata adiacente e fissarla vicino al bordo in modo che sia conveniente livellare la malta su di essa. Applichiamo la miscela di gesso alla pendenza. Livellare la soluzione con la regola se il muro è piatto. Se intonaciamo la pendenza dell’apertura della finestra, quindi per il livellamento utilizziamo uno strumento ad angolo per mantenere l’angolazione corretta vicino al telaio della finestra.

    Dopo che la soluzione si è asciugata, sovrascriverla con una grattugia. Controllare il livello di uniformità dell’intonaco. Quindi rimuovere le strisce ausiliarie.

    Meglio intonacare le pareti

    Per intonacare le superfici interne, è meglio scegliere tali miscele: malta di calce, argilla di calce, malta di calce-argilla-gesso, malta di calce-gesso o cemento-calce. Se le pareti sono in legno, è possibile utilizzare una soluzione con l’aggiunta di gesso. La cosa principale da ricordare è che il gesso si asciuga rapidamente.

    Per intonacare le pareti esterne, utilizzare malta, cemento-calce o cemento-argilla.

    Le malte cementizie vengono utilizzate per riparare vecchi intonaci e rifinire rigonfiamenti..

    Intonaco secco

    Miscele diverse sono utilizzate per superfici interne ed esterne.

    Mortaio È preparato da 1 parte di pasta di lime e 1-5 parti di sabbia. La sabbia viene aggiunta gradualmente fino a quando la soluzione diventa omogenea. La soluzione dovrebbe aderire leggermente alla cazzuola e assomigliare all’impasto.

    Soluzione di calce e argilla È una miscela di 1 parte di pasta di argilla liquida, 1/3 di pasta di lime e 3-6 parti di sabbia. Mescolare l’impasto di argilla e lime, quindi iniziare gradualmente ad aggiungere sabbia, continuando a mescolare.

    Malta di cemento-calce Impastare da 1 parte di cemento, 1-3 parti di pasta di calce e 6-8 parti di sabbia. Aggiungi sabbia al cemento secco e mescola, aggiungi il latte di lime e mescola. Se l’impasto è troppo denso, aggiungi un po ‘d’acqua e mescola.

    Malta di gesso-gesso preparare da 1 parte di gesso e 3-4 parti di calce. Prendiamo un contenitore, versiamo acqua, versiamo un sottile strato di gesso e impastiamo rapidamente. Dovrebbe ottenere una massa omogenea non molto spessa. Aggiungi la soluzione di lime e mescola.

    Malta cementizia Viene spesso utilizzato per spessi strati di intonaco o su pareti esterne. Mescola 1 parte di cemento e 2-5 parti di sabbia e, versando acqua, impasta, come un impasto.

    Se si sceglie la soluzione giusta per l’intonacatura delle pareti, seguire tutte le raccomandazioni sulla tecnologia di applicazione, ciò faciliterà notevolmente ulteriori lavori di finitura.

    intonaco di schiuma

    La facciata, isolata con schiuma di polistirolo, non può essere rivestita con rivestimento o rivestimento, ma intonacata.

    logo

    Leave a Comment