Ventilazione

Corretta ventilazione nel bagno: le disposizioni di base e la scelta dell’aspiratore

Corretta ventilazione nel bagno

Per alcuni motivi, alcuni locali di servizio in una casa o in un appartamento sono più suscettibili alla condensa di altri, pertanto è consigliabile installare in essi ulteriori dispositivi di ventilazione. Il bagno è una di queste stanze e una ventilazione insufficiente porta a cattivi odori e ad un aumento dell’umidità dell’aria, che a sua volta è irta di depositi di condensa su pareti, pavimento e soffitto, che è un ambiente favorevole per funghi e batteri. Una corretta ventilazione nel bagno salverà le piastrelle e i mobili dalla muffa, prolungherà il servizio degli specchi, eliminerà le cause degli odori sgradevoli.

Soddisfare

  • Metodi semplici di ventilazione di scarico
  • Selezione e calcolo della potenza del ventilatore di scarico
  • Regole di base per l’installazione della ventilazione
  • E la ventilazione in una casa di legno?

 

Metodi semplici di ventilazione di scarico

La semplice ventilazione in bagno mediante aerazione o utilizzo di un sistema di ventilazione passiva può non essere abbastanza efficace. Negli edifici a più piani costruiti più di venti anni fa, i sistemi di ventilazione vengono gradualmente inquinati e non possono più far fronte a carichi crescenti.

Muffa sulla superficie della piastrella

La muffa sulla superficie delle piastrelle nel bagno indica una ventilazione insufficiente

Forzare problemi come un odore di muffa e muffe sulle pareti aiuterà la ventilazione forzata nel bagno, che rimuoverà l’aria umida dal bagno nel condotto comune e ne impedirà il ritorno nella stanza.

La ventilazione inadeguata nel bagno viene corretta in diversi modi. Il primo, il più semplice, che non richiede spese materiali o fisiche, è una porta aperta, che contribuisce al costante ricambio d’aria nella stanza. Questo metodo si giustifica nei casi in cui la componente estetica dello spazio abitativo non è determinante. In poche parole, se ai proprietari non importa che il bagno sia in mostra, allora questo metodo è l’ideale. Il secondo metodo è adatto a coloro che hanno già realizzato la presenza di un problema, ma non sono ancora pronti per la sua soluzione radicale e consiste nell’ampliare il divario sotto la porta. Un aumento dello spazio della porta di soli 2 cm è abbastanza in grado di risolvere il problema della ventilazione di un piccolo bagno.

Selezione e calcolo della potenza del ventilatore di scarico

Il modo più efficace è installare la ventilazione nel bagno sotto forma di un ventilatore elettrico compatto che farà fronte al suo compito anche se nel sistema di ventilazione generale non è presente solo una piccola distanza. I ventilatori assiali a parete vengono generalmente utilizzati per questo scopo. Quando si sceglie un tale dispositivo, prima di tutto, prestare attenzione a:

  • Sicurezza, poiché la ventola è un apparecchio elettrico e il bagno è una stanza con elevata umidità, quindi la protezione contro l’ingresso di acqua o vapore dovrebbe essere massima.
  • Il livello di rumore del ventilatore, che può infastidire i residenti dell’appartamento. È possibile installare un silenziatore e, se ciò non bastasse, installare materiali insonorizzanti all’interno del condotto;
  • La potenza del dispositivo di scarico dovrebbe essere correlata in modo ottimale con le dimensioni del bagno e il numero di utenti. Se la potenza della ventola non è sufficiente, la sua installazione perde tutto il significato.

Importante! Prima di effettuare la ventilazione in bagno, è necessario determinare la potenza del ventilatore. Il calcolo della potenza del ventilatore richiesta viene eseguito secondo la formula 6 V o 8 V, dove V è il volume del bagno e 6 e 8 sono i coefficienti corrispondenti al numero di persone che usano costantemente il bagno. Il coefficiente 8 viene utilizzato nei calcoli se più di 3 persone usano il bagno.

La ventilazione nel bagno e nella toilette può essere collegata a un interruttore della luce e in questo caso funzionerà solo quando è veramente necessario. Tuttavia, non tutti sono felici quando stare in bagno o nella vasca da bagno è accompagnato dal rumore della ventilazione di scarico. In questa situazione, è meglio fare un interruttore autonomo per il cofano e usarlo quando il suo funzionamento non disturberà nessuno.

Regole di base per l’installazione della ventilazione

Sia la ventilazione passiva che quella forzata in bagno devono essere posizionate:

  • Alla massima altezza possibile, preferibilmente proprio sotto il soffitto;
  • Per quanto possibile da una fonte di aria fresca (idealmente dalla parte opposta), altrimenti verrà fornita solo la ventilazione locale, praticamente non interessando altre parti del bagno;
  • Installare la ventola lontano da fonti d’acqua per evitare cortocircuiti..
Ventilazione inadeguata

Ventilazione installata in modo errato: la maggior parte della massa d’aria rimane al di fuori della zona di ventilazione e l’aria che entra attraverso la porta passa immediatamente al foro di ventilazione

Di solito l’installazione di ventilazione nel bagno non è associata a ulteriori difficoltà, tuttavia, è meglio pensare all’installazione di un ventilatore in anticipo. In questo caso, è possibile nascondere i fili all’interno delle pareti durante i lavori di riparazione. Se il lavoro è già stato completato e la cappa non è stata installata, quindi fino alla prossima riparazione, il bagno sarà “decorato” con i cavi che conducono alla ventola.

E la ventilazione in una casa di legno?

La ventilazione in una casa privata nel bagno dovrebbe essere inizialmente inclusa nel progetto: di solito in bagno, toilette e cucina ci sono pozzi di ventilazione nascosti dotati di griglie decorative all’ingresso. Se il bagno in una casa privata si trova al piano terra, puoi farlo con la normale ventilazione usando la convezione naturale. Tuttavia, sempre più spesso i bagni privati ​​hanno diversi bagni, quindi la ventilazione forzata deve essere installata nel bagno all’ultimo piano di una casa privata.

bagno in una casa di legno

L’aria calda e umida deve essere rimossa dalla casa di legno il più rapidamente possibile prima che abbia un effetto negativo sull’albero

La ventilazione del bagno in una casa di legno sta subendo seri carichi aggiuntivi a causa delle caratteristiche del materiale, quindi vengono imposti requisiti completamente diversi. Lo stesso vale per i bagni con mobili in legno. Entrambe le pareti in legno, i mobili e i dettagli degli interni sono molto sensibili all’umidità elevata, pertanto, quando si progetta un bagno in una casa di legno privata, è necessario fornire ulteriori condotti di ventilazione e ventilazione di scarico. Si sconsiglia di utilizzare i condizionatori d’aria per questi scopi, poiché asciugano fortemente l’aria e i cambiamenti costanti dell’umidità possono portare a fenditura dell’albero.

logo

Leave a Comment