Fornitura d'acqua

Autoinstallazione di uno scaldabagno – per aiutare il padrone di casa

Autoinstallazione di uno scaldabagno

L’arresto programmato per l’estate dell’acqua calda porta molti inconvenienti alla nostra vita e sono principalmente associati all’incapacità di fare una doccia completa, lavare i piatti con acqua calda. Secondo le statistiche, ogni abitante di una terza città riscalda l’acqua per fare il bagno e altre necessità in secchi e pentole di grandi dimensioni, mentre l’installazione di uno scaldabagno può eliminare completamente il problema della mancanza di acqua calda in un appartamento, in una casa privata o in una casa di campagna.

Soddisfare

  • Tipi di apparecchiature per il riscaldamento dell’acqua
  • Il principio di funzionamento della caldaia di accumulo
  • Come installare uno scaldabagno
  • Collegamento dell’unità all’alimentazione idrica
  • Come collegare uno scaldabagno alla rete elettrica

Tipi di apparecchiature per il riscaldamento dell’acqua

Gli scaldacqua sono immagazzinamento e flusso. Entrambi i tipi hanno i loro pro e contro, e prima di fare una scelta a favore dell’una o dell’altra opzione, poniti una sola domanda: “Quanto spesso ho bisogno di acqua calda?” Se una persona vive nell’appartamento (al cottage) e la necessità di acqua calda sorge solo un paio di volte al giorno, o anche meno spesso, ha senso prestare attenzione allo scaldacqua istantaneo. Per una famiglia di due, tre o più persone, l’acqua calda è costantemente necessaria, in questo caso, l’acquisto di un serbatoio, è una caldaia, sarà l’opzione migliore.

Installazione di scaldacqua istantaneo

Scaldabagno istantaneo: riscalda immediatamente l’acqua

Lo scaldacqua istantaneo è buono in quanto occupa relativamente poco spazio ed emette immediatamente acqua riscaldata, dopo un paio di secondi dopo l’accensione.

Ma non dimenticare il lato negativo, vale a dire: il riscaldatore di flusso è estremamente economico in termini di consumo energetico. Quindi per un’ora di utilizzo, lo strumento “avvolge” almeno cinque kilowatt.

Il principio di funzionamento della caldaia di accumulo

Tale riscaldatore ha un serbatoio, è un serbatoio pieno d’acqua. L’acqua entra nel serbatoio freddo e sotto l’influenza dell’elemento riscaldante viene riscaldata alla temperatura impostata sul termostato. Il serbatoio ha una struttura speciale e il traferro tra le pareti del serbatoio non consente all’acqua di raffreddarsi rapidamente. Tempo di riscaldamento – fino a un’ora e mezza. Durante il giorno, il termostato stesso avvia il meccanismo di riscaldamento dell’acqua, quindi, di fatto, viene mantenuta una temperatura costantemente impostata.

Lo scaldacqua di accumulo è montato a parete

Lo scaldabagno di stoccaggio è attaccato alla parete del bagno, della toilette

Contro: il serbatoio è voluminoso e si svolge, l’acqua non viene riscaldata così rapidamente. Un vantaggio evidente: basso consumo energetico, solo 1,5 – 2,0 kilowatt all’ora.

Come installare uno scaldabagno

Con un riscaldatore di flusso ci sono meno problemi nell’installazione. Il lavoro principale è installare la macchina e posare un potente cavo a tre conduttori (il cavo viene posato direttamente dalla schermatura). Il filo può essere fatto passare sotto il battiscopa o trafitto da uno stub nel muro, posato il cavo e sigillato con un massetto di cemento (o stucco iniziale) del luogo di interferenza con l’integrità del muro.

Schema di installazione

Installazione di uno scaldabagno: schema

L’installazione di uno scaldabagno di accumulo richiede in media fino a un’ora e mezza dagli specialisti. Se non sei un professionista in questa materia, l’installazione richiederà un po ‘più di tempo.

È importante sapere: le caldaie con un volume fino a cento litri d’acqua possono essere montate in modo sicuro sul muro, ma i produttori raccomandano caldaie con un volume superiore a 150 litri per essere posizionate sul pavimento senza appenderle al muro.

Per facilità di manutenzione, le caldaie dovrebbero essere almeno 30 cm sopra il pavimento. Di norma, i carri armati sono attaccati, se stiamo parlando di un appartamento in città, nella toilette sopra la toilette. Allo stesso tempo, l’altezza di montaggio viene calcolata in modo che il più alto dei membri della famiglia non si aggrappi al fondo del serbatoio con il retro del serbatoio, usando la toilette.

Il set viene sempre fornito con bulloni di ancoraggio “L” nella forma da 2 a 4 pezzi (a seconda del volume del serbatoio). L’installazione inizia con il fissaggio degli ancoraggi al muro. Sono montati a una certa distanza e spesso i produttori mettono un segno di carta per la comodità di disegnare un muro. Se non incluso, la distanza viene misurata con un metro a nastro sul retro del serbatoio.

È importante sapere: il muro dovrebbe essere forte, forte, idealmente dovrebbe essere una superficie di cemento. Se la superficie si sgretola e durante la foratura i pezzi del muro cadono, saranno necessari ancoraggi più lunghi. Il serbatoio non può essere montato su una superficie debole e instabile!

I tappi di plastica vengono inseriti nei fori e quindi gli stessi tasselli vengono avvitati. Un serbatoio vuoto viene appeso e controllato per la stabilità (dovrebbe essere ben stretto sugli ancoraggi). Quella che segue è forse la parte più importante: un elettricista e un inserto per tubi.

Collegamento dell’unità all’alimentazione idrica

Sul fondo del serbatoio ci sono due uscite per il collegamento con i tubi: una uscita è rossa, l’altra è blu (rispettivamente per il collegamento con acqua fredda e calda). Il primo passo è avvitare la valvola di sicurezza all’uscita blu, viene sempre fornita.

Se, per qualche motivo, la valvola di sicurezza non è stata inclusa, può sempre essere acquistata in un negozio di ferramenta. È impossibile far funzionare uno scaldabagno senza di esso, poiché è questa valvola che allevia l’eccesso di pressione dell’acqua nel serbatoio.

Come collegare uno scaldabagno: diagramma

Schema di collegamento dello scaldabagno

Una valvola di ritegno in bronzo è avvitata sulla valvola di sicurezza, il suo compito è impedire all’acqua di defluire dal serbatoio al sistema di approvvigionamento idrico. Quindi, due valvole di intercettazione a sfera sono strettamente collegate all’uscita rossa del serbatoio e alla valvola di non ritorno dell’uscita blu. Importante: utilizzare sempre il nastro “Fum” o traino per la massima tenuta.

La caldaia può essere collegata ai tubi e al miscelatore con l’aiuto di tubi in metallo-plastica o utilizzando connettori flessibili della lunghezza richiesta. Quando si sceglie quest’ultimo, considerare il fatto che non tutti gli eyeliner sono in grado di sopportare l’alta pressione. In ogni caso, l’eyeliner flessibile, anche la più alta qualità, è inferiore nelle sue caratteristiche ai tubi in metallo o metallo-plastica.

Se ti sei sistemato su una piastra di metallo, ricorda: non può essere piegato! Per collegare diverse sezioni di tale tubo, dovrai acquistare raccordi della sezione appropriata (angoli, “barili” di collegamento, ecc.). Se il tubo viene piegato, presto perderà nei punti di piega.

Per aiutare il padrone di casa! Esistono due tipi di tubi in metallo-plastica: sutura e senza saldatura. Senza saldatura sono adatti sia per acqua calda che fredda, e la sutura (la cucitura può essere vista al taglio, si trova sulla superficie interna del tubo) è adatta solo per acqua fredda.

Come collegare uno scaldabagno alla rete elettrica

Come abbiamo già detto, viene posato un cavo separato per i riscaldatori istantanei. Non possono essere collegati alla presa (il cablaggio non si regge). Il bollitore può essere inserito nella presa, ma a una condizione: solo una spina deve essere inserita nella presa – dallo scaldabagno. Nessun altro apparecchio elettrico può essere collegato in aggiunta, specialmente attraverso il “tee”.

Idealmente, dovresti anche posare un filo separato per lo schermo principale e accendere (spegnere se necessario) la caldaia “automaticamente”. In caso di surriscaldamento dell’acqua nel serbatoio, verrà emesso un clic, ovvero la “macchina” stessa disconnetterà la caldaia dall’alimentazione elettrica. Il surriscaldamento dell’acqua può verificarsi a causa di un malfunzionamento del termostato. Si consiglia sempre di installare la macchina, poiché solo questo può proteggere l’alloggiamento dal cablaggio antincendio a causa di un malfunzionamento o del surriscaldamento della caldaia.

Di norma, lo schema di collegamento dello scaldabagno, nella sua forma più accessibile, viene proposto all’acquirente sotto forma di disegno e istruzioni ed è incluso nel kit per la caldaia. Il kit dovrebbe includere anche un anodo in magnesio di ricambio, adattatori in bronzo e una valvola di sicurezza. Tutto il resto viene acquistato separatamente.

logo

Leave a Comment