Elettricista

Lo schema e il cablaggio degli elettricisti nell’appartamento: stesura di un piano e realizzazione del progetto

Lo schema e il cablaggio degli elettricisti nell’appartamento

Quando si eseguono riparazioni nella stanza o in caso di malfunzionamenti associati all’elettricità, è necessario conoscere la posizione esatta di tutti gli elementi dell’elettrico. Quando si trasferisce in un appartamento, un grosso svantaggio è che il piano di cablaggio non viene consegnato ai residenti, a differenza del settore privato, in cui lo schema esecutivo è un documento obbligatorio quando si coordina il progetto con le autorità competenti. Quindi cosa fare in questo caso? Certo, puoi provare a trovarlo in un REU o in un dipartimento immobiliare. Ma un’opzione meno dispendiosa in termini di energia, quando lo schema elettrico nell’appartamento è realizzato o con i propri sforzi o con l’aiuto di specialisti. In questo articolo parleremo di quali sono le opzioni per l’alimentazione di vari appartamenti e come elaborare correttamente un circuito di elettricisti.

Soddisfare

  • Metodi per il collegamento di circuiti elettrici
  • I principali tipi di cablaggio
  • Schema elettrico
  • Requisiti, condizioni, norme
  • Opzioni elettriche
  • Collegamenti elettrici in un monolocale
  • Elettricista di un appartamento multi-room

Metodi per il collegamento di circuiti elettrici

Affinché lo schema elettrico dell’appartamento sia redatto correttamente, sono necessari alcuni bagagli con almeno le conoscenze di base. Se non puoi vantarti della loro presenza, non dovresti nemmeno intraprendere un lavoro così complicato..

È meglio cercare l’aiuto di specialisti che elaboreranno in modo rapido ed efficiente non solo un piano per elettricisti, ma anche se necessario, elimineranno il malfunzionamento o sostituiranno i vecchi cablaggi. Per coloro che comprendono almeno un po ‘ciò che è in gioco, ricordiamo i modi principali per collegare i circuiti elettrici:

  1. Sequenziale: ogni elemento della catena si trova dietro quello precedente, tale connessione non ha nodi. L’esempio più comune è la ghirlanda di alberi di Natale, ovvero tutti i consumatori sono sullo stesso filo. Un inconveniente significativo: quando un elemento si guasta, l’intero circuito smette di funzionare.
  2. Parallelo: non un singolo elemento è interconnesso, ma sono collegati da due nodi. In questo caso, anche se uno dei consumatori non funziona correttamente, gli altri continuano a funzionare..
  3. Misto: quando vengono utilizzati sia il primo che il secondo tipo di connessioni in una sezione del circuito elettrico.
Connessione elettrica

Questa figura mostra tutti i tipi di connessioni: ad esempio i punti elettrici 1,2,3 – sono collegati in parallelo, 4,5,6 – in serie e l’intera sezione è considerata combinata.

 

I principali tipi di cablaggio

Il cablaggio selezionato nell’appartamento è interamente responsabile dell’intero circuito. Esistono tre tipi principali:

  • Il tipo più comune di cablaggio è attraverso scatole di giunzione. In questo caso, il quadro elettrico si trova sul vano scala e non nel soggiorno. Da esso, un cavo di alimentazione entra nell’appartamento e nel cruscotto stesso ci sono un metro e diversi interruttori (il più delle volte 1-3). In ogni stanza separata, l’alimentazione viene fornita attraverso una scatola di giunzione situata all’ingresso.
Cablaggio elettrico attraverso la scatola di distribuzione

Le scatole di distribuzione si trovano solitamente sopra l’interruttore vicino all’ingresso della stanza .

  • “Stella”. In questo caso, ogni punto di illuminazione o presa si trova su una linea di cavo separata che entra nel quadro elettrico e spesso ha il proprio interruttore automatico. Un tale cablaggio elettrico nell’appartamento è buono perché consente di esercitare un controllo completo su ogni elemento del circuito di alimentazione, ma un notevole svantaggio per il proprietario è un aumento significativo del numero di cavi necessari e costi di manodopera, nonché l’alto costo di uno schermo abbastanza grande, che porta a un costo significativo del progetto.
  • “Pennacchio”. Il principio di tale cablaggio è simile alla “stella”, ma differisce dal fatto che non un elemento, ma diversi sono posizionati su un cavo. Un tale progetto costerà molto più economico di quello precedente..

I tipi misti più comunemente usati di cablaggio. In questo esempio, è una “stella” e un “treno”

È raro in quale appartamento puoi trovare una delle opzioni in una “forma pura”. In ogni caso, vengono miscelati per ottenere il risultato più efficace..

Schema elettrico

Qualunque schema elettrico in un appartamento – questo è un disegno accurato del piano di tutte le stanze con un’indicazione esatta dei gruppi di distribuzione e di ogni elemento di alimentazione. È meglio posizionarlo non su un foglio, ma su fogli separati, su ciascuno dei quali ci sarà una descrizione dettagliata di un solo gruppo. In futuro, tale piano sarà di facile lettura e comprensione..

Tutte le fonti di consumo dovrebbero essere divise in diversi gruppi. Collegando ciascuno di essi a una macchina separata, in futuro sarà possibile evitare un completo blackout nell’appartamento se è necessario riparare il cablaggio in una delle stanze. Inoltre, quando si installa solo una linea, è necessario un cavo molto potente in grado di resistere ai carichi elevati che si verificano quando tutti i consumatori sono connessi alla rete contemporaneamente.

Gruppi di consumatori di elettricità in un appartamento

Raccomandiamo che tutti gli elettricisti nell’appartamento siano divisi in gruppi

Se il quadro elettrico si trova nell’appartamento, è possibile collegare almeno ciascun consumatore di elettricità a una macchina separata, ma ciò comporterà costi significativi. I seguenti gruppi si distinguono più spesso:

      • illuminazione di salotti, cucine e corridoi;
      • alimentazione di salotti;
      • alimentazione elettrica in cucina e corridoi;
      • illuminazione e alimentazione del bagno (questo gruppo dovrebbe essere distinto in ogni caso, poiché a causa della maggiore umidità nei servizi igienici e del bagno sono richiesti requisiti speciali per il cablaggio);
      • se l’appartamento ha una stufa elettrica, dovrebbe essere separato anche dal resto.

    Importante: non dimenticare di installare un dispositivo di corrente residua (RCD), i cosiddetti interruttori automatici di corrente residua, per ciascun gruppo di dispositivi di sicurezza. Inoltre, devono essere forniti con i collegamenti elettrici del bagno e della cucina.

    Dopo la progettazione dei gruppi, è necessario determinare i luoghi di connessione di tutti i principali consumatori di elettricità. Questa è una lavatrice, cucina elettrica, aria condizionata, scaldabagno, forno e lavastoviglie. Ora puoi determinare la posizione di installazione di interruttori, infissi, scatole di derivazione e prese e inserirli nel progetto di piano degli elettricisti dell’appartamento. Colleghiamo con cura tutte le catene e posiamo le lunghezze dei fili.

    Suggerimento: assicurati di fare un piano per elettricisti per l’appartamento in duplicato e rimuovine uno nell’archivio di famiglia con i documenti. Sarà utile ancora e ancora.

    Ora è in fase di elaborazione un circuito elettrico finale nell’appartamento. Per questo, viene mostrato un piano esatto di tutte le stanze su ogni foglio tenendo conto di tutte le dimensioni. Tutti i punti elettrici sono fissati usando designazioni convenzionali e sono collegati da linee che indicano i fili. Per una migliore leggibilità del circuito, si consiglia di contrassegnare l’illuminazione, i fili di messa a terra e i cavi di alimentazione con colori diversi.

    Assicurati di segnare tutte le distanze: le dimensioni lineari delle stanze, la distanza dai cavi alle pareti, al soffitto, al pavimento e ai sistemi di riscaldamento. Tale schema non sarà solo più visivo, ma sarà possibile effettuare tutti i calcoli necessari su di esso..

    Requisiti, condizioni, norme

    Quando si elabora lo schema, è necessario ricordare alcuni requisiti importanti per la posizione dei collegamenti elettrici nei locali residenziali:

    1. Non dovrebbero esserci prese di corrente nel bagno, ad eccezione di una presa per rasoio elettrico collegata tramite un trasformatore.
    2. Non collegare i contatti di messa a terra delle prese ai cavi neutri, nonché a un sistema di alimentazione dell’acqua o di riscaldamento. È pericoloso per la vita umana. A tale scopo, è presente un filo di terra protettivo.
    3. Se l’appartamento non è dotato di gas, ma di una stufa elettrica, la macchina automatica principale deve essere classificata almeno 63A.
    4. I fili sono posati solo verticalmente e orizzontalmente, situati rigorosamente ad angolo retto l’uno rispetto all’altro. Non dovresti cambiare la loro traiettoria, in futuro è irto del fatto che la probabilità di rottura dei fili con un chiodo o un trapano aumenta quando si eseguono piccole riparazioni.
    5. I cavi incrociati dovrebbero essere evitati. Se ciò non è possibile, la distanza tra loro dovrebbe essere superiore a 3 mm.
    6. Quando si impostano le dimensioni sul piano, è necessario assicurarsi che la distanza dal cavo al pavimento o al soffitto sia di almeno 150 mm, ai telai delle finestre, ai telai delle porte e agli angoli – almeno 100 mm.
    7. Tutti gli interruttori e le prese si trovano nella stessa altezza. In questo caso, gli interruttori sono installati a sinistra delle porte d’ingresso ad un’altezza di 800-900 mm e prese – 250-300 mm. In alcuni casi, ad esempio in cucina, la distanza può variare.
    8. Lo spazio tra i tubi di riscaldamento e i fili deve essere di almeno 30 mm.
    9. I fili alle prese sono collegati dal basso e agli interruttori dall’alto.

    Opzioni elettriche

    In questa parte dell’articolo, presenteremo i circuiti elettrici tipici in appartamenti di varie dimensioni. Naturalmente, ogni piano specifico dipenderà dalle preferenze individuali dei proprietari, ma in tutti loro ci saranno prese, sorgenti luminose e un quadro di distribuzione. Prendendo come esempio le opzioni proposte, possono essere facilmente integrate con i punti elettrici necessari.

    Collegamenti elettrici in un monolocale

    In un monolocale, il cablaggio è spesso suddiviso in due gruppi:

    – una cucina e un bagno, dove si accumula un gran numero di elettrodomestici;

    – soggiorno.

    Questo viene fatto al fine di ottenere una riserva di carica distribuendo il carico totale su due circuiti e anche in modo che in caso di circuito o circuito aperto, una linea rimanga in condizioni di lavoro.

    Gli elettricisti progettano in un monolocale

    Schema elettrico tipico in un monolocale

    Elettricista di un appartamento multi-room

    Lo schema sopra del cablaggio elettrico dell’appartamento del cortile standard con la posizione del quadro elettrico vicino all’ingresso dell’appartamento è realizzato in una forma un po ‘semplificata. Qui vengono presentate solo le principali fonti di illuminazione, ovvero lampadari, semplici interruttori a chiave singola e prese nascoste con un contatto protettivo per la messa a terra.

    Cablaggio elettrico in un bilocale

    Tipico schema elettrico in un bilocale

    Lo schema elettrico in un appartamento con un gran numero di stanze è reso simile a questo esempio.

    Quindi, come puoi vedere da solo, il circuito elettrico può essere realizzato in modo indipendente. Naturalmente, lo specialista farà questo lavoro molto meglio, ma ogni proprietario è responsabile della residenza sicura di tutti i membri della sua famiglia, nonché di se stesso, e quindi dovrebbe almeno essere in grado di determinare correttamente la posizione dei fili per evitare danni accidentali con un chiodo o trapano.

    Hai fatto uno schema degli elettricisti nel tuo appartamento? ora puoi iniziare a implementare il tuo progetto.

    logo

    Leave a Comment