Elettricista

Com’è il cablaggio in una casa privata: standard, schema, regole di installazione

Come realizzare il cablaggio in una casa privata

Parlare della necessità dell’elettrificazione oggi è persino in qualche modo ridicolo. Prova a vivere un giorno senza TV o computer! Scherzare come uno scherzo, ma l’illuminazione, il riscaldamento, l’approvvigionamento di acqua calda, l’aria condizionata e le comunicazioni dipendono dall’alimentazione ininterrotta. Se sei un felice proprietario di una casa privata e i problemi associati alla posa dei cavi elettrici ti stanno solo aspettando, quindi informazioni utili sulle funzionalità di sviluppo di un circuito, scelta di soluzioni tecniche e installazione del cablaggio Non sarà superfluo. così, schema elettrico in una casa privata È sviluppato tenendo conto della posizione delle apparecchiature elettriche, sia all’interno della casa che negli edifici adiacenti. L’impianto elettrico di una casa privata deve sopportare un carico di potenza molto maggiore rispetto al cablaggio elettrico dell’appartamento: è necessario tenere conto dell’illuminazione del territorio adiacente alla casa, del riscaldamento, della fornitura d’acqua, dell’aria condizionata, della videosorveglianza, ecc..

Soddisfare

  • Collegamenti elettrici in una casa privata
  • Gruppi di consumatori di elettricità
  • Cablaggio aperto o chiuso?
  • Strumenti necessari per l’installazione
  • Regole di cablaggio elettrico
  • Consigli per la selezione dei materiali

È obbligatorio redigere uno schema elettrico prima di iniziare i lavori. In primo luogo, lo schema elettrico dell’alimentatore ti consentirà di fare un elenco rapido e accurato dei materiali di consumo necessari e, in secondo luogo, faciliterà la scelta della posizione di interruttori, prese, contatori, quadri elettrici, stabilizzatori di tensione, gruppi di continuità.

Collegamenti elettrici in una casa privata

In base ai requisiti moderni per il cablaggio, si consiglia di cablare la stanza (sicuramente meno costosa per i prodotti via cavo e meno problematica per gli elettricisti) per sostituire il cablaggio con circuiti divisi, che proteggerà ulteriormente la rete dal sovraccarico.

Si consiglia di separare i circuiti di cablaggio in base al consumo di energia (apparecchi elettrici fissi, illuminazione, prese), questa separazione è necessaria per selezionare la sezione del cavo e l’interruttore di alcuni parametri in base ai carichi previsti. Per le prese, viene spesso utilizzato un filo con un diametro di 2,5 mm; per i dispositivi di illuminazione sarà sufficiente un filo con un diametro di 1,5 mm. Il consumo di energia del gruppo di prese viene calcolato per un carico non superiore a 4,6 kW e il consumo di energia del gruppo di luci non deve superare 3,3 kW. Per ciascun gruppo è installato un dispositivo di corrente residua separato (interruttori monofase o differenziali) sul quadro elettrico interno.

Schema elettrico di potenza monofase

Considerare uno schema circuitale per un esempio di cablaggio con alimentazione monofase

Gruppi di consumatori di elettricità

  • rete di illuminazione;
  • rete di prese;
  • rete di apparecchi fissi (rete elettrica);
  • per esigenze domestiche (approvvigionamento energetico del garage, annessi, serre).

L’alimentazione di alcuni dispositivi (caldaia elettrica, riscaldamento a pavimento, stufa elettrica nella sauna) richiede un circuito elettrico separato.

In base allo schema, calcoliamo la lunghezza del cavo di diverse sezioni, il numero di interruttori, prese, interruttori dei parametri corrispondenti (gli interruttori automatici monofase rispondono al cortocircuito e al sovraccarico significativo e gli interruttori differenziali funzionano a corto circuito e correnti vaganti).

Cablaggio chiuso

Per la posa di cablaggi nascosti nelle pareti di calcestruzzo espanso, i mattoni di calcestruzzo aerato creano strobo orizzontali e verticali

L’impianto elettrico all’interno della casa è costituito da un contatore, macchine automatiche, macchine intermedie, cablaggi, interruttori, prese e consumatori, ma se sbalzi di tensione la rete non è rara, quindi per garantire il corretto funzionamento degli apparecchi elettrici è consigliabile utilizzare uno stabilizzatore di corrente (dopotutto, se gli indicatori di tensione richiesti vengono superati, il dispositivo brucerà e se la tensione è insufficiente, non funzionerà). Lo stabilizzatore per l’intera casa è un dispositivo piuttosto costoso e ingombrante, quindi è meglio scegliere uno stabilizzatore solo per dispositivi costosi che sono sensibili alle sovratensioni.

Per una casa privata, un sistema di alimentazione trifase è più conveniente, a causa della capacità di collegare i consumatori trifase, ad esempio, con un dispositivo di riscaldamento elettrico, una caldaia trifase fornirà la massima efficienza. È possibile distribuire il carico in più fasi, evitando squilibri di fase.

Cablaggio aperto o chiuso?

La scelta del cablaggio aperto o chiuso dipende dal materiale da costruzione di cui è costruita la casa. In una casa di legno, il cablaggio deve essere esclusivamente aperto, in questo caso la sicurezza antincendio, è necessario prestare molta attenzione. I cavi possono essere posati all’interno di uno speciale manicotto ondulato in metallo, che fornisce ulteriore protezione per le pareti in legno della casa. In una casa di mattoni, il cablaggio elettrico può essere sia interno che esterno.

Cablaggio esterno

Scatola di giunzione, cablaggio aperto

I cablaggi nascosti possono essere intercambiabili (posati all’interno di tubi di plastica) o non sostituibili (posati in flash appositamente scavati, che vengono successivamente chiusi con intonaco). Il cavo deve corrispondere al carico previsto. Con qualsiasi metodo di installazione, tutti i collegamenti dei cavi sono realizzati in scatole di derivazione, devono essere accessibili per controllare ed eliminare il circuito aperto.

Strumenti necessari per l’installazione

  • cacciavite indicatore;
  • tester;
  • trapano a percussione;
  • un martello;
  • pinze;
  • cacciaviti;
  • shtroborez;
  • nastro isolante.
Cablaggio nascosto

L’otturatore con il cavo posato in esso viene quindi chiuso con intonaco

L’installazione di cavi elettrici in una casa privata dovrebbe avvenire tenendo in considerazione obbligatoriamente i requisiti per la posizione di interruttori e prese. All’interno di locali con elevata umidità (bagno, sauna), è vietato l’uso di prese e l’installazione di interruttori. Il collegamento alla presa elettrica per un rasoio elettrico è possibile solo tramite un trasformatore.

Regole di cablaggio elettrico

La marcatura inizia con il fascio principale di cavi, designa le posizioni dei rami, gira, attraversando le pareti. Contrassegnare il posizionamento di interruttori, prese, dispositivi di illuminazione, senza dimenticare la regola della disposizione dei fili solo strettamente in senso verticale o strettamente orizzontale.

Il filo è posato lungo il muro, a una distanza di 20 cm dal soffitto. Il rigoroso rispetto delle regole riduce successivamente la probabilità di danni meccanici al cablaggio. A seconda del metodo scelto di condurre i collegamenti elettrici, posiamo il cavo dal quadro elettrico ai consumatori, secondo lo schema.

Consigli per la selezione dei materiali

Il consumo di energia di una casa privata è molto più alto dell’appartamento, quindi la sezione del cavo per una casa privata è di solito circa 10 mm2. La maggior parte delle prese di una casa privata sono destinate ad apparecchi elettrici portatili. Spesso le prese monofase sono combinate in gruppi, un gruppo di prese (3-5 pezzi) è alimentato con un cavo in rame VVGng 3×2,5. Questo gruppo è protetto da un interruttore automatico da 25 amp. Il cablaggio elettrico in una casa privata con una rete domestica trifase deve tenere conto della distribuzione del carico tra le fasi, per mantenere la simmetria delle tensioni di fase.

Tipi di fili

Cavi elettrici a trefolo

Un interruttore progettato per un gruppo di illuminazione di solito non supera i 10 ampere (se, in base al consumo di energia aggregato di tutti gli apparecchi in casa, è necessaria una macchina con un rating più elevato, quindi di solito si consiglia di creare un altro gruppo di illuminazione). Molto spesso, un cavo VVGng 3×1,5 viene utilizzato per alimentare il gruppo di illuminazione.

Per gli apparecchi elettrici fissi, è montata una presa della corrente nominale richiesta (rete monofase) o una presa trifase. Una presa per una stufa elettrica è solitamente alimentata da VVGng con quattro core per una rete trifase o con tre core per una monofase. Per alimentare la lavatrice, così come per il regolatore del riscaldamento a pavimento, si consiglia una linea separata con un interruttore automatico della potenza desiderata. Il circuito di alimentazione delle prese è posato da un filo a tre fili, per garantire la messa a terra.

Il cablaggio moderno di una casa privata è posato solo con filo di rame. Il cablaggio in alluminio è molto più semplice ed economico, ma presenta numerosi inconvenienti significativi. Evitare di unire fili di alluminio e rame, in quanto ciò provoca una reazione chimica con la formazione di composti che impediscono il contatto dei fili. Il vantaggio del filo di rame in una resistenza molto più bassa rispetto all’alluminio, inoltre, la capacità dell’alluminio di formare un film di ossido superficiale avente un’alta resistenza porta al riscaldamento dei contatti, che non è sicuro.

Tutti gli elettricisti di una casa privata dovrebbero essere disposti il ​​più semplice e chiaro possibile, questa regola è la chiave della sua sicurezza e affidabilità di funzionamento.

Naturalmente, l’installazione del cablaggio elettrico deve essere eseguita solo da uno specialista qualificato, ma sarà utile a tutti conoscere le regole e i principi di base dell’installazione del cablaggio elettrico. La comprensione delle caratteristiche del posizionamento del cablaggio eviterà danni meccanici durante i lavori di riparazione in futuro.

Solo uno specialista può tecnicamente elettrificare una casa, ma gli utenti sono responsabili della salute tecnica e del corretto funzionamento del cablaggio.

logo

Leave a Comment