Pavimentazione

Pavimenti in legno: metodi fai-da-te e affidabili per la posa di pavimenti

Pavimento in legno

Il pavimento in legno è una delle opzioni di pavimentazione più ecologiche e salutari. In inverno, un tale pavimento non è troppo raffreddato, è abbastanza comodo camminarci a piedi nudi. Inoltre, sotto di esso, è possibile posare il sistema di riscaldamento “pavimento caldo”. La disposizione di un pavimento in legno può essere eseguita su una solida base di cemento o legno, nonché su una base di terra morbida – sul terreno. Molto spesso, un tale pavimento viene posato sui tronchi, che sono una cassa a telaio fatta di barre, ma a volte l’installazione avviene su fogli di compensato o truciolare. La pavimentazione di un pavimento in legno è l’ultima fase di sistemazione di tali piani. La qualità e la durata dell’intero pavimento dipenderanno dal modo in cui le assi saranno posate..

Soddisfare

  • La qualità del legno per il pavimento
  • Pavimenti in legno massiccio
  • Fasi di lavoro, sequenza
  • Pavimenti massicci
    • Caratteristiche suggerimenti per lo styling
    • Pavimenti in legno laminato
      • L’algoritmo della scheda incollata
      • Pavimentazione di assi
      • La qualità del legno per il pavimento

        Il pavimento è un elemento dell’interno, che è spesso soggetto a sollecitazioni meccaniche. Pertanto, il materiale per la sua disposizione dovrebbe essere il più resistente all’usura e durevole possibile. Il legno di conifere è adatto – pino, abete rosso, cedro, larice, abete e l’opzione più resistente è la quercia o la cenere.

        Requisiti di legno:

        • L’umidità residua dovrebbe aggirarsi intorno al 12%. Non è possibile utilizzare né legno umido né troppo secco. Durante il funzionamento, l’umidità si asciuga e si formano crepe e crepe nel pavimento e la crepa troppo secca.
        • Non dovrebbero esserci imperfezioni visibili del legno: scheggiature, crepe, macchie di catrame.
        • Le schede devono essere trattate con ritardanti di fiamma per ridurre il rischio di incendio.
        • Trattamento antimicotico obbligatorio del legno. Il microclima del soggiorno è più accettabile per la vita di funghi e altra flora patogena. Pertanto, è necessario elaborare tutti i rivestimenti e i tronchi del pavimento in legno ed è sufficiente elaborare i pannelli del pavimento direttamente solo dal basso.
        • Se hai intenzione di aprire il pavimento con la vernice, devi raccogliere tavole leggere e resistenti con un bellissimo motivo.

        Esistono diverse opzioni per i pavimenti in legno: tavola di legno massiccio, tavola di parquet legno massello, tavola di parquet incollata, tavola piallata e parquet. Differiscono significativamente per dimensioni e caratteristiche. La tecnologia su come realizzare un pavimento in legno con le tue mani dipenderà dal materiale che scegli.

        Pavimenti in legno massiccio

        Pavimenti in legno massiccio

        Pavimenti in legno massiccio: belli, pratici e prestigiosi

        Il pavimento in legno massiccio è ancora il materiale da pavimentazione più prestigioso, naturale, naturale ed ecologico. L’uso di enormi pannelli risale a molti secoli nel profondo della storia. Fino ad oggi, l’elaborazione di una tale scheda è stata migliorata: ha un picco e una scanalatura, che facilitano notevolmente l’installazione.

        Caratteristiche di una tavola massiccia: lunghezza – 2-6 m, spessore – 20-60 mm o più, ha una punta e scanalature su entrambi i lati.

        Fasi di lavoro, sequenza

        1. Portiamo le schede dall’array nella stanza. Devono essere in una stanza riscaldata per almeno tre giorni prima dell’installazione, “abituandosi” al microclima interno.

        2. L’umidità nella stanza dovrebbe essere di circa il 40-60% e la temperatura dell’aria – + 20 ° C.

        3. Dopo aver preparato la base per il pavimento, determiniamo la linea centrale della stanza. Misuriamo la larghezza della stanza, dividiamo a metà e tracciamo una linea con un cavo.

        4. Metti da parte una distanza uguale dalla linea centrale al muro con cui inizieremo a posare il pavimento. Senza raggiungere 15-20 mm dal muro, tracciamo un’altra linea. Su di esso inizieremo a posare le assi del pavimento. Inserire le guarnizioni in legno nello spazio tra il muro e la linea.

        5. Posiamo chiaramente la prima fila di assi lungo la linea con un picco sul muro. Allineamo le schede e le avvitiamo con viti o viti dal lato del muro in modo che in futuro le teste delle viti nascondano la battiscopa.

        Importante! La lunghezza delle viti o delle viti deve essere necessariamente 2-2,5 volte maggiore dello spessore della scheda. Per loro, pre-praticare fori.

        6. Sul lato opposto della parete della tavola avvitiamo i ritardi obliquamente nella scanalatura, con un angolo di 45 °.

        7. La riga successiva di schede viene inserita nelle scanalature delle schede della prima riga. D’altra parte ripariamo con le viti nella scanalatura. Se la lunghezza delle assi è inferiore alla lunghezza della stanza, allora iniziamo a posare non dall’intera tavola, ma da un pezzo di 500-1000 mm in modo che i giunti delle estremità delle file adiacenti non coincidano.

        Importante! Anelli annuali alternati. Le schede adiacenti vicine dovrebbero essere con linee annuali dirette in modo opposto. La posa di pannelli “aperti” è necessaria se la lunghezza del pannello è inferiore alla lunghezza della stanza.

        8.

        vrazbezgh

        Posa delle assi del pavimento “svitate”

        Impiliamo tutte le altre file di schede “all’aperto” secondo l’algoritmo.

        Importante! Le schede sono premute l’una contro l’altra. Puoi usare i pad per questo. Fissiamo le schede ad ogni ritardo.

        9. L’ultima fila è fissata dal lato del muro con viti in modo da nascondere il fissaggio del battiscopa. Avvitare le viti nella parte anteriore della scheda e incassare 3-4 mm.

        10. Lasciare asciugare per 7-15 giorni. Quindi macinare e verniciare in più strati.

        Pavimenti massicci

        Pavimenti in legno massiccio

        Pavimentazione posata con assi di parquet in legno massello

        Fondamentalmente, la tecnologia di posa del pavimento da una tavola di parquet non differisce dalla posa da una matrice. La differenza principale tra la tavola di parquet dell’array è che è più corta.

        Caratteristiche di una tavola di parquet in legno massiccio: lunghezza – 0,5-2 m, spessore – 18-25 mm, presenta punte e scanalature su quattro lati.

        Caratteristiche suggerimenti per lo styling

        • Fissare solo con viti sul lato del tenone.
        • È indispensabile eseguire la posa “a parte” in modo che i giunti delle estremità dei pannelli non coincidano nelle file adiacenti.
        • Se viene utilizzata una base in compensato, si consiglia di attaccare le assi del parquet ad esso. Per fare questo, puoi usare mastice o colla e fissarlo ulteriormente con viti autofilettanti, come nel caso di una tavola enorme. È necessario incollare l’intera area, senza vuoti.
        • Oltre allo stile tradizionale diretto, puoi usare la diagonale. Soprattutto in una stanza spaziosa, la posa ad un angolo di 45 ° rispetto al muro con una porta sembra squisita.

        Pavimenti in legno laminato

        Pavimento laminato

        Il pavimento del pannello di parquet incollato è meno deformato dalla differenza di temperatura

        La pavimentazione fai-da-te da una tavola di parquet incollata viene eseguita utilizzando il metodo del “pavimento galleggiante” o con l’aiuto di staffe. Il principio del metodo del “pavimento flottante” è che le assi non sono fissate al sottofondo, ma solo incollate insieme alle quattro estremità. Il metodo di fissaggio mediante staffe è che le assi del parquet sono fissate al sottofondo con staffe che vengono martellate nella “guancia” inferiore della lingua.

        Le caratteristiche del pannello di parquet incollato: lunghezza – 0,5-2 m, spessore – 20-60 mm e oltre, incollato da tre strati, lo strato superiore più spesso di specie legnose pregiate – 4-5 mm, due strati inferiori di specie meno pregiate . Ha punte e scanalature su quattro lati.

        Il pannello di parquet incollato differisce dal pannello di parquet dal massiccio in quanto è incollato da tre strati, a causa del quale praticamente non cambia le sue dimensioni con i cambiamenti di temperatura. Allo stesso tempo, questo tipo di pannello è meno ecologico, poiché utilizza giunti adesivi.

        Parquet a tre strati

        Pannello di parquet incollato a tre strati

        L’algoritmo della scheda incollata

        Le fasi del lavoro non sono molto diverse dalla posa di un pavimento da una tavola enorme:

        1. Disimballiamo le schede in anticipo e le portiamo nella stanza qualche giorno prima dell’inizio dei lavori.

        2. Il lato non anteriore delle schede è trattato con olio essiccante o altra vernice protettiva. Ciò è necessario per proteggere il legno dai ristagni d’acqua..

        3. Determiniamo la linea centrale della stanza, delineamo la linea con cui inizieremo a posare le assi. Allo stesso tempo, ci ritiriamo di 15 mm dal muro o altri ostacoli: porte, condotte fognarie o riscaldamento.

        4. Posiamo la prima lamella di parquet con una scanalatura sul muro, applichiamo tutti gli altri pannelli senza incollarli.

        5. L’ultimo pannello della fila viene tagliato a 8 mm dalla parete.

        6. Ogni riga non inizia con un’intera tavola, ma con un pezzo che rimane dopo la riga precedente.

        7. Dopo aver posato le prime due file, assicurarsi di controllarne l’uniformità con un cavo. Ora puoi iniziare a incollare.

        8. Incolliamo l’estremità e il picco longitudinale del pannello di parquet. Colleghiamo i pannelli con molta attenzione con un martello e una guarnizione. Stringere con le cinture.

        Importante! Quando si abbattono i pannelli, la colla deve sporgere dalle articolazioni. Lo rimuoviamo con una spatola e lo puliamo con uno straccio.

        9. Premiamo l’ultimo pannello della riga con un massetto.

        10. Posiamo e sistemiamo il battiscopa, premendo il parquet.

        11. Dopo l’asciugatura per 7-10 giorni, è possibile applicare la vernice sulla superficie..

        12. Se, dopo la posa e l’asciugatura delle assi del parquet, sono comparsi “strapiombi”, le differenze di spessore della tavola, devono essere rimosse con una carta vetrata. Le dimensioni delle particelle abrasive della pelle dovrebbero essere di 0,15 mm. A proposito, è consentita una differenza di spessore di 0,1 mm. Macinare necessariamente lungo le fibre.

        13. Se si riscontra un danno meccanico dopo l’installazione, devono essere stuccati. Per fare questo, usiamo il mastice, per riempire il difetto usiamo un volume maggiore di mastice rispetto al difetto stesso, poiché dopo l’essiccazione la sua composizione viene compressa. Riempi i difetti profondi con diversi strati.

        Pavimentazione di assi

        Per esibirsi nel garage o nel pavimento del ripostiglio con le proprie mani, non è necessario acquistare una tavola o un parquet costoso costoso. È sufficiente acquistare pannelli ordinari da 20 a 60 mm di spessore. Non hanno un sistema “maschio e femmina”, che facilita notevolmente la posa, quindi è necessario garantire una perfetta aderenza dei bordi.

        Pavimento della plancia

        Il pavimento piallato è una buona opzione per soffitta o ripostiglio

        Caratteristiche del pavimento da pannelli:

        1. Impila e inchioda la prima tavola.

        2. Posiamo la seconda tavola fianco a fianco. Guidiamo le staffe nel ritardo ad una distanza di 100-150 mm dalla scheda. Metti la guarnizione sul tabellone. Guidiamo cunei tra lei e la staffa.

        Importante! Guidiamo le staffe nel primo ritardo, dopo 2 m. Le graffette ordinarie dividono i ritardi, quindi utilizziamo una staffa per tergipavimento a tre estremità. Incastriamo i cunei fino a quando la seconda tavola viene premuta saldamente alla prima.

        3. Inchiodare la seconda tavola, incassando i cappelli di chiodi o viti 3-4 mm.

        Importante! Lo spazio tra le schede non può essere superiore a 1 mm.

        4. Impiliamo e sistemiamo quasi tutte le schede secondo questo algoritmo. Lasciamo solo quelli che non possono essere condensati usando ritardi.

        5. Le ultime schede sono posate liberamente. L’ultima tavola vicino al muro dovrebbe creare uno spazio di 12-15 mm. Se necessario, tagliare l’eccesso.

        6. Se il muro è in legno, guidiamo i cunei tra esso e la tavola. Stampiamo le schede e le fissiamo con chiodi o viti.

        7. Se i muri sono intonacati, mettiamo il compensato vicino al muro, proteggendo così l’intonaco da danni meccanici. Mettiamo l’ultima tavola e la martelliamo tra le assi fisse e il compensato con un martello. Se lo spazio è troppo grande, installiamo i cunei tra il compensato e la tavola. Guidiamo nei cunei, sigilliamo le assi, quindi fissiamo con i chiodi.

        Importante! Colpiamo con un martello non sulla tavola stessa, ma su una guarnizione di legno, che mettiamo sopra per non lasciare ammaccature sul lato anteriore della tavola. Puoi anche usare un martello di gomma o un martello per non deformare le assi.

        La disposizione dei pavimenti in legno richiede un’attenzione particolare durante l’esecuzione del lavoro. È necessario verificare più volte l’accuratezza dell’installazione e l’assenza di crepe. E, tuttavia, questo tipo di lavoro è abbastanza capace di essere indipendente.

        logo

        Leave a Comment