Pavimentazione

Suggerimenti per la cura del parquet: un pacchetto di misure per un servizio a lungo termine

Suggerimenti per la cura del parquet

Puoi ammirare all’infinito l’elegante pavimento appena posato dalle mani del maestro. Puoi curarlo e amarlo, parquet, ovviamente. Puoi rimproverare a casa il caffè o il succo accidentalmente versato. Oppure puoi semplicemente coprire il pavimento con tappeti, sperando di tenerlo per molti anni sotto questa spessa protezione soffice. Ma come non nascondere il tuo tesoro, come non proteggerlo, prima o poi succederà ciò che accadrà: il tuo parquet perderà il suo aspetto chic, inizierà a seccarsi e scricchiolare e ti rimprovererai all’infinito per non poter fare nulla. Per evitare che ciò accada, è necessario un po ‘, perché la cura del parquet non richiede conoscenze e abilità speciali, non richiede costosi detergenti e detergenti, richiede solo una goccia di cura.

Soddisfare

  • Quindi, riguardo alle regole di cura
  • Umidità e temperatura
  • Uso di idrorepellenti
  • Tappetini per mobili trasparenti
  • Mobili speciali “parquet”
  • Moquette e tappeti sul parquet
  • Rivestimenti di mobili in feltro

 

  • Cura di diversi tipi di pavimentazione
    • Pavimento lucido
    • Cosa richiede il legno laccato
    •  

    • Smacchiatura del parquet
    • Suggerimenti per i principianti
    • Quindi, riguardo alle regole di cura

      E qui iniziamo con. Prima, quando c’erano ancora lunghi appartamenti comuni, il parquet non era un oggetto di lusso – era ovunque: nelle stanze, nelle cucine, nei corridoi. Nessuno lo ha considerato e contattato: il parquet non è stato notato. Naturalmente, con questo atteggiamento, l’aspetto di questo lussuoso, per gli standard odierni, ha lasciato molto a desiderare. Lo lavarono senza pietà con la candeggina, lo strofinarono con le spazzole, camminarono con le scarpe e persino andarono in bicicletta – i posti negli appartamenti comuni erano “ammucchiati”.

      Ora tutto è cambiato radicalmente: il parquet è considerato un lusso e non tutti possono permetterselo. Ma se fosse possibile risparmiare denaro per questo tesoro, lo apprezzerebbero più della palpebra di un occhio. Ma ecco come prendersi cura di tavola di parquet, non tutti lo sanno, si può anche dire, tutti lo sanno, ma non tutti sanno come. Scopriamo cosa ama il parquet e cosa no..

      Umidità e temperatura

      Il parquet non ama il freddo, il caldo e l’umidità, quindi è molto importante monitorare questi indicatori e assicurarsi che siano entro i limiti normali tutto l’anno.

      I valori ottimali per un soggiorno confortevole del parquet in casa sono i seguenti:

      • temperatura – 20-25 gradi;
      • livello di umidità – 50-60%.

      Molto spesso, all’inizio della stagione di riscaldamento, il microclima nell’appartamento cambia: l’aria diventa più secca e, di conseguenza, il livello di umidità diminuisce. È importante che le stanze vengano periodicamente ventilate durante questo periodo e, se possibile, comprino un umidificatore – il tuo parquet ti sarà grato e tu stesso sentirai immediatamente la differenza tra ciò che era e ciò che è diventato.

      Uso di idrorepellenti

      Al parquet non piace davvero l’acqua, proprio non la sopporto. Alla semplice vista di una pozzanghera bagnata, inizia a torcere e deformarsi. Pertanto, non è possibile lavarlo con abbondante acqua. Bene, probabilmente tutti conoscono questa verità comune. Ma solo pochi sanno che esistono mezzi speciali per la cura del parquet che respingono l’acqua..

      Naturalmente, dopo aver acquistato uno smalto (come viene chiamato idrorepellente nella lingua degli specialisti) e trattandolo con il parquet, non sarai in grado di versare acqua su di esso con secchi, o meglio, puoi, ma il tuo pavimento non lo sopporterà. Il polacco forma solo un sottile film protettivo sulla superficie della vernice e lo salva dall’abrasione e da una piccola quantità di acqua. E sì, se gli spazi tra le matrici sono mal sigillati, anche lo strumento verrà in soccorso – non consentirà all’acqua di penetrare all’interno, naturalmente, in quantità ragionevoli. Ad esempio, il succo, il tè o il caffè versati accidentalmente rimangono semplicemente in superficie e non possono “scivolare” dove non sono affatto ben accetti..

      E ora in modo più dettagliato su come usare correttamente gli idrorepellenti. La prima volta che lo usi, la politica viene consumata all’istante, quindi acquista immediatamente un paio di bottiglie. È necessario allevarlo rigorosamente secondo le istruzioni e puoi strofinare il parquet come preferisci, purché sia ​​conveniente per te. Il ritrattamento con l’agente viene eseguito dopo circa una settimana e mezza, mentre la quantità di smalto per diluirlo con acqua diminuirà in modo significativo, quindi non puoi preoccuparti del tuo portafoglio. Sì, non dimenticare che dopo aver lavorato il parquet non puoi camminare su di esso per mezz’ora, il che significa che devi scegliere la direzione giusta, altrimenti potresti essere messo all’angolo, dove passerai i prossimi 30 minuti.

      Impregnazione del parquet

      Ceretta del parquet e impregnazione con idrorepellente

      Riassumendo: idrorepellenti proteggono il parquet da

      • abrasione
      • umidità
      • polvere.

      Inoltre, quest’ultimo può quasi dimenticare quanto sia stato bello stendersi su un pavimento caldo per quasi un anno e mezzo, dal momento che lo smalto “tiene perfettamente un pugno”. Ma devi ancora pulire il pavimento! Dopotutto, può essere polvere (prima o poi), sporcizia e persino molto di tutto. Quindi, dopo il trattamento con un idrorepellente, il parquet può essere lavato con acqua normale e sapone da bucato. Strofina una saponetta su una grattugia e versane un po ‘in un secchio di acqua calda. Quando i fiocchi si dissolvono, puoi usare un panno morbido per iniziare a lavare il pavimento, ma non esagerare: stringi bene il panno e assicurati che non ci siano pozzanghere.

      Tappetini per mobili trasparenti

      I mobili su ruote rovinano l’aspetto del pavimento e non solo. Qualsiasi pavimento soffre di queste stesse ruote. Cosa fare? Fortunatamente, sono in vendita speciali tappeti in policarbonato che non solo salveranno il tuo parquet da graffi e tracce scure lasciate dai mobili, ma non rovineranno affatto l’aspetto della stanza: sono trasparenti!

      Tappetino trasparente

      Un tappetino in policarbonato protegge il tuo parquet dalle sedie a rotelle

      Mobili speciali “parquet”

      Non pensare che si tratti di un tipo di arredamento speciale, queste sono le sedie, i cassettoni e gli altri oggetti interni più ordinari su ruote, ma solo queste ruote sono realizzate in un materiale speciale: la gomma morbida, che non lascia segni neri sulla superficie del pavimento e non lo graffia. Trovare tali mobili non è facile, soprattutto perché molti consulenti di vendita nei negozi non hanno mai sentito parlare di tale innovazione. Ma come si suol dire: “Cerca e trova.

      Moquette e tappeti sul parquet

      Ma questi oggetti interni evocano diverse emozioni nel parquet, alcuni positivi e altri negativi. Qual è il problema? E il fatto che diversi tipi di tappeti abbiano fondamenti diversi – alcuni sono fatti di fibre naturali su una base morbida che non danneggia il parquet – tale palazzo farà appello al tuo tesoro verniciato, mentre altri hanno una base adesiva rigida, che si riversa costantemente sul pavimento quando si cammina . Questi duri pezzi di colla che sono caduti dal palazzo graffiano la vernice, che alla fine porta alla sua abrasione e perdita di lucentezza. Tale “oca” non è tua amica! Puliscilo immediatamente!

      Ma non tutto è così liscio, perché anche il tappeto più morbido, che, a quanto pare, non può fare del male al tuo parquet, ha una caratteristica spiacevole: durante la pulizia a umido con un aspirapolvere, le particelle di acqua cadono sotto il palazzo e diventano la ragione del dibattito sul parquet: il colore cambia, la vernice viene cancellata e in questo brutto rivestimento non riconosci più il tuo elegante pavimento a vernice.

      Cura del parquet

      Moquette o parquet?

      Rivestimenti di mobili in feltro

      A volte c’è un urgente bisogno di spostare o riorganizzare qualcosa. Di norma, i mobili vengono trascinati con sé e le tracce di un’attività così burrascosa e irresponsabile possono rimanere sul pavimento. Per evitare che si verifichino tali incidenti, incolla speciali feltrini sulla “suola” dei tuoi mobili o acquista tacchi dallo stesso feltro. I tacchi sono avvitati nelle gambe di armadi, divani, sedie, ecc. e non dare mobili per rovinare il pavimento.

      Inoltre, anche un mobile o una sedia semplicemente in piedi possono esercitare pressione sul parquet, causando crepe della vernice e il rivestimento o il tacco non daranno la minima possibilità ai mobili.

      Feltrini per mobili

      I cuscinetti per mobili in feltro salveranno il tuo parquet

      Cura di diversi tipi di pavimentazione

      Considera due opzioni per la pavimentazione: lucidata e verniciata; e le caratteristiche delle loro cure.

      Pavimento lucido

      Il parquet lucido differisce da quello verniciato in quanto la sua superficie non è verniciata. Per proteggerlo da umidità, sporco e polvere, vengono utilizzate impregnazioni speciali a base di cera d’api e oli vegetali, che sono in grado di penetrare nel legno di diversi millimetri. Inoltre, non formano un film superficiale, che consente al parquet di respirare. Le impregnazioni aumentano la durata del parquet e aumentano la resistenza all’usura dello strato superiore.

      Cura del parquet

      Impregnazione del parquet

      Esistono anche oli speciali per il parquet: preservano perfettamente la bellezza naturale del parquet, enfatizzano la trama del legno e ne approfondiscono il colore.

      Cura del parquet. Applicazione di olio

      Applicazione di olio su una tavola di parquet

      L’uso di questi prodotti aumenta la resistenza del tuo pavimento a vari tipi di carichi, ma non speri ancora che dopo aver applicato olio o ammollo puoi chiamare una folla di amici e amiche che cammineranno e balleranno con le scarpe tutta la sera in modo assolutamente indolore per il parquet. No, il parquet, ovviamente, risponderà a un simile “dono del destino” con la comparsa di graffi e persino, eventualmente, ammaccature.

      La cura per il parquet lucido consiste nel lavaggio a secco, nell’aspirazione e nella pulizia regolari con un panno umido. E al fine di mantenerlo in una “condizione di combattimento”, provvedere a periodici giorni sanitari – trattare il parquet con formulazioni di cera naturale da due a tre volte l’anno.

      Parquet lucido

      Parquet lucido – bellezza opaca

      Cosa richiede il legno laccato

      Durante i primi 7-10 anni, il parquet verniciato non richiederà alcun tipo di movimento del corpo nella tua direzione, ad eccezione del normale lavaggio a secco e ad umido. Ma … Questo non significa che puoi fare qualsiasi cosa con lui. Naturalmente, il parquet deve essere protetto e gestito con cura.

      Dopo il periodo specificato (forse un po ‘prima, forse un po’ più tardi, in generale, vedrai quando) la vernice dovrà essere aggiornata o rimossa in generale per applicare un nuovo strato fresco. In quest’ultimo caso, dovrai eseguire una procedura di aggancio del parquet e solo dopo sarà possibile verniciare nuovamente il pavimento o cambiare il tipo di rivestimento in olio, ad esempio, o impregnarlo.

      Parquet laccato

      Parquet laccato: lucentezza e levigatezza perfetta

      Smacchiatura del parquet

      In ogni casa, si verificano sempre diversi problemi: o il bambino è stato così portato via disegnando che splendidi fiori o facce buffe sono apparsi sul pavimento, quindi papà ha accidentalmente versato olio motore sul pavimento, che per qualche motivo è stato conservato nella dispensa, e non nel garage, quindi mia madre rossetto sul pavimento. Devi liberarti dei punti immediatamente dopo che appaiono, altrimenti possono rimanere lì per sempre.

      Cura del pannello di parquet

      Un panno morbido dovrebbe essere sempre a portata di mano.

      Quindi, per rimuovere il sangue dal pavimento, sono sufficienti acqua fredda ordinaria e uno straccio, ma le macchie di olio, cioccolato, lucido da scarpe, fuliggine o Dio vietano, l’asfalto viene distrutto dai detergenti a base di alcool o cherosene.

      Pennarelli, vernici, matite, rossetto: questi punti colorati si staccano facilmente se li pulisci con una soluzione di alcool metilico e acqua in un rapporto di 50:50.

      La gomma da masticare e la cera delle candele vengono rimosse con ghiaccio o altro dal congelatore (pollo, verdure surgelate in un sacchetto, ecc.). Basta collegare un pezzo freddo per alcuni minuti all’area problematica, quindi rimuovere con cura la gomma da masticare o la cera congelata con un raschietto di gomma.

      Suggerimenti per i principianti

      Se hai appena finito di posare il pavimento e non sai ancora come prenderlo cura e quando iniziare a farlo, leggi attentamente ciò che è scritto di seguito.

      Dopo aver posato il parquet, non puoi immediatamente camminarci sopra: deve “riposare” per due o tre giorni e recuperare, e se ci metti la vernice, dovrai sopportare altre 12 ore in dolorosa attesa. Allo stesso tempo, non dimenticare di chiudere tutte le finestre e le porte: le bozze possono rovinare il rivestimento.

      Dopo aver aspettato che il parquet si asciughi completamente, non correre a tirare immediatamente i mobili sopra di esso, calpestare i piedi, correre e saltare – per almeno altre due settimane è necessario osservare la delicata modalità operativa. Se decidi di installare i mobili, fallo con cura e lentamente e durante il suo assemblaggio metti materiale denso, ad esempio cartone ondulato o fibra di legno, in modo da non graffiare accidentalmente e accartocciare il rivestimento fresco.

      Non lavare il nuovo parquet con acqua! Ricordalo per la vita!

      Al termine del montaggio del mobile, rimuovere immediatamente il supporto, come se lasciato a lungo, si potrebbe verificare l’oscuramento del pavimento in quei luoghi in cui è stato coperto con fibra di cartone o cartone.

      Due settimane dopo la posa e il rivestimento del parquet con vernice, puoi iniziare a prenderne cura un po ‘, ovviamente, se hai posato il parquet finito, cioè verniciato in fabbrica, quindi non c’è dubbio: può essere lavato dal primo giorno. I pannelli di parquet laccato vengono puliti con un panno morbido, una spazzola o un aspirapolvere, ma l’uso di polveri e materiali contenenti abrasivi è strettamente controindicato: ciò danneggerà inevitabilmente la vernice, che porterà alla penetrazione di umidità e sporco nel legno.

      Bene, se hai ereditato dagli ex inquilini il parquet in uno stato brutto o tu stesso non eri troppo zelante nel lasciare, riordinare aiuterà a “riordinare” il rivestimento costoso.

      Speriamo che tutti i suggerimenti forniti in questo articolo ti siano utili nella vita. Prenditi cura del tuo parquet, prenditi cura di esso e ti servirà fedelmente per più di un decennio!

      logo

      Leave a Comment